Il director di Hearthstone spiega la mancanza di una versione Switch del gioco 19

Il problema principale è la mancanza di un'infrastruttura online

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   10/04/2018

Tra i titoli che potrebbero maggiormente associarsi alla fruizione portatile su Switch c'è sicuramente Hearthstone, eppure Blizzard ha già fatto sapere di non avere in programma alcuna conversione del suo gioco di carte sulla piattaforma Nintendo.

Nel corso di un'intervista al PAX East 2018, il game director Ben Brode ha spiegato in maniera più estesa la questione, che si riassume principalmente nell'assenza di un'infrastruttura online abbastanza complessa e strutturata da poter contenere un gioco che si fonda essenzialmente sull'interazione multiplayer online come Hearthstone. Tuttavia, Brode non ha voluto comunque chiudere la porta alla possibilità di una versione Switch: "È possibile", ha esordito, "ma al momento non abbiamo alcun piano al riguardo. Siamo già su piattaforme mobile per cui molti giocatori che hanno Switch e una piattaforma mobile possono comunque giocare su tale dispositivo", ha spiegato il director.

Poi è andato più sul tecnico: "Ci sono cose necessarie come la necessità di essere online per giocare con altri utenti e per mantenere la propria collezione online, dunque ci sono aspetti piuttosto difficili da gestire su questo fronte". Il problema principale, insomma, è l'infrastruttura online ancora piuttosto carente per quanto riguarda Nintendo Switch, ma non è detto che le cose non possano cambiare in seguito, magari con il lancio del servizio online ufficiale di Nintendo nell'autunno di quest'anno. Nel frattempo, è previsto per il 12 aprile il lancio di Boscotetro, la nuova espansione del gioco di carte di Blizzard.