Death Stranding: data di uscita forse nei primi mesi del 2019 e potrebbe avere seguiti 78

Norman Reedus svela qualche punto di vista e informazione su Death Stranding, il nuovo gioco di Hideo Kojima

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   07/12/2018

Uno dei grandi assenti ai Game Awards della notte scorsa, nonostante fosse stato protagonista di diverse voci di corridoio al riguardo, è stato sicuramente Death Stranding, su cui continuano comunque i rumor, come questo sulla data di uscita ed eventuali seguiti.

Il nuovo gioco di Hideo Kojima non era dunque presente ai Game Awards 2018, come preannunciato a poche ore dall'inizio dell'evento, dunque per quanto riguarda le informazioni ufficiali su Death Stranding non abbiamo altri aggiornamenti dopo il trailer del Tokyo Game Show 2018. Ci riferiamo dunque a quanto detto da Norman Reedus, l'attore che interpreta il protagonista Sam nel gioco, in un recente podcast al riguardo e riportato da WCCFTech.

Reedus ha ribadito che Death Stranding riguarda il rapporto con le persone e il fatto di costruire ponti e creare connessioni, ricalcando dunque le solite sibilline informazioni da parte anche di Hideo Kojima, tuttavia pare che per il protagonista Sam questo possa essere problematico, visto che è affetto da una fobia per cui non vuole essere toccato da nessuno, ma è una condizione che si modificherà nel corso del gioco. Sembra inoltre che in Death Stranding ci siano molte scelte affidate al giocatore, in grado di influenzare lo svolgersi degli eventi.

Secondo quanto riferito da Norman Reedus, la data di uscita di Death Stranding potrebbe essere collocata nei primi mesi del 2019 ma non c'è ancora nulla di ufficiale al riguardo. Per l'attore in questione, inoltre, il gioco potrebbe avere dei seguiti, a dimostrazione di come la storia, evidentemente, sia molto ricca di spunti.