Detroit: Become Human verso i tre milioni, Quantic Dream punta a espandersi 60

Quantic Dream riferisce qualcosa sugli ottimi risultati raggiunti da Detroit: Become Human che si avvicina ai 3 milioni di copie, mentre il team punta ad espandersi fino a 300 dipendenti.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   30/01/2019

La scelta di terminare il rapporto di esclusiva con Sony non significa un ridimensionamento di Quantic Dream, il team di sviluppo di Detroit: Become Human, vista l'intenzione del team di espandersi anche come conseguenza delle nuove sfide rappresentate dal mercato multipiattaforma.

In un'intervista a GamesBeat, riportata da WCCFTech, il fondatore e CEO di Quantic Dream, David Cage, ha riferito l'ottimo andamento di Detroit: Become Human e i progetti di evoluzione del team. Per quanto riguarda il gioco, Cage ha riferito che l'intenzione del team era di mettere i giocatori di fronte a una storia che stimolasse il pensiero e si aspettavano che avrebbe polarizzato la stampa. In ogni caso, ora sta raggiungendo i 3 milioni di copie vendute in tutto il mondo e rappresenta un grande successo, con ottimi risultati anche in Asia e in particolare in Giappone.

Inoltre, l'idea di Quantic Dream è di espandersi e aumentare il proprio personale fino a circa 300 dipendenti. Si tratta di un notevole ingrandimento, considerando che attualmente conta circa 200 membri: "Stiamo assumendo in tutte le sezioni, dalla produzione alla programmazione fino al game design e all'ambito artistico", ha affermato Cage, "Stiamo cercando persone di talento che vogliano lavorare su progetti molto ambiziosi". Tali progetti saranno verosimilmente multipiattaforma, visto la decisione di abbandonare le esclusive PlayStation e il recente accordo con NetEase.