Electronic Arts: analisti rivalutano le azioni al ribasso, invitando alla prudenza 51

Il mercato azionario comincia a guardare con sospetto Electronic Arts e gli analisti invitano alla prudenza nell'acquisto, considerando che il publisher ha "molto da dimostrare" per la lineup del 2019.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   18/01/2019

Il periodo non positivo, finanziariamente parlando, di Electronic Arts si riflette in una serie di nuove valutazioni da parte degli analisti e dei broker di mercato, che tendono ora a invitare alla prudenza per quanto riguarda la gestione delle azioni del gigante videoludico americano.

In particolare, l'analista Timothy O'Shea di Jefferies, alquanto seguito per quanto riguarda il mercato azionario, ha declassato le azioni di EA a "hold from buy", ovvero invitando gli acquirenti a non comprare o comprare al ribasso le azioni della software house. Il problema, secondo l'analista, è dato dalla stagnazione delle vendite di FIFA e soprattutto da una lineup 2019 difficile da valutare come risultati, considerando che EA non ha avuto grande fortuna, ultimamente, per tutti i titoli lanciati al di fuori delle classiche serie sportive.

Electronic Arts, insomma, avrebbe "molto da dimostrare" tra il rallentamento generale delle vendite e una serie di titoli caratterizzati da valutazioni piuttosto altalenanti usciti nell'ultimo periodo, secondo i broker di Wall Street, in particolare per quanto riguarda i giochi che non rientrano nei capisaldi sportivi, come FIFA. O'Shea abbassa dunque il prezzo target delle azioni EA a 95 dollari per l'acquisto, rispetto ai 139 dollari attuali.

#Electronic Arts

Electronic Arts