Fallout 76: Bethesda risponde sui rischi di hacking e vulnerabilità 15

Bethesda smentisce molti dei sospetti emersi sui rischi di hacking e vulnerabilità all'interno di Fallout 76

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   08/11/2018

Diciamo che Fallout 76 non sta incontrando proprio il favore incondizionato del pubblico, dalla sua presentazione ad oggi, con tanto di sessioni di beta in corso.

Tuttavia, molti sospetti non sono del tutto fondati e derivano da un certo pregiudizio nei confronti di questo progetto da parte di Bethesda. Tra questi ci sono anche le numerose segnalazioni per possibili hacking e vulnerabilità presunte che sembravano essere emerse nel corso della beta di Fallout 76 e cha hanno dato vita a un popolare thread su Reddit. Bethesda ha risposto a questi dubbi, messi in evidenza anche dal sito IGN, riferendo che "molte di queste segnalazioni sono inaccurate o basate su deduzioni sbagliate". In effetti, non sono state apportate molte prove a sostegno dei sospetti di vulnerabilità presenti all'interno di Fallout 76, che potrebbero portare a un ambiente di gioco tossico o peggio ancora a danni ai computer degli utenti.

In ogni caso, Bethesda ha riferito di prendere in considerazione seriamente tutte le segnalazioni pervenute: "La community ha richiamato la nostra attenzione su molti problemi su cui i nostri team stanno già attivamente lavorando e abbiamo in programma diversi aggiustamenti in arrivo. Il nostro obiettivo è sempre di fornire una grande esperienza per tutti i nostri giocatori, il cheating e l'hacking non saranno tollerati", tuttavia questo non influirà sull'apertura al modding, a quanto pare: "Sappiamo che i nostri fan sono molto appassionati di modding e della personalizzazione dell'esperienza nei nostri mondi, dunque questo è qualcosa che abbiamo intenzione di supportare in futuro".