GTA 5 è stato rinviato tre volte: un ex Rockstar parla di crunch 61

GTA 5 è stato rinviato tre volte, ha rivelato un ex componente di Rockstar Games, fornendo la propria testimonianza circa il fenomeno del crunch.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   18/01/2020

GTA 5 è stato rinviato per ben tre volte, e ogni volta che accadeva gli sviluppatori dovevano affrontare altri sei mesi di crunch: lo ha rivelato un ex componente di Rockstar Games.

A poche ore dalla clamorosa notizia del rinvio di Cyberpunk 2077 e dalle sue inevitabili conseguenze in termini di crunch e calo azionario, Liam Edwards ci ha tenuto a far presente la sua posizione e, in generale, quello che troppo spesso accade all'interno dell'industria videoludica.

Come certamente saprete, il crunch indica un periodo lavorativo in cui si corre letteralmente per rispettare una scadenza, restando in ufficio fino a tardi (o non tornando a casa affatto) e affrontando dunque livelli di stress enormi, che possono avere delle serie conseguenze sulla salute delle persone.

Alcuni publisher e team di sviluppo hanno preso una posizione chiara al fine di contrastare questo fenomeno, purtroppo tante volte inevitabile visti i valori in gioco. Il punto però è che andrebbero sensibilizzati anche gli utenti, che in seguito alla notizia di un rinvio vedono solo un lato della medaglia.

Il post di Edwards sta riscuotendo un certo successo e spronando diversi altri sviluppatori a fornire le proprie testimonianze sul tema.