Mad Box, la nuova console di cui non c'era bisogno? 31

Ha destato curiosità e perplessità l'annuncio di Slightly Mad Studios, il team di Project CARS, attualmente al lavoro su di una console di nuova generazione: Mad Box.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   08/01/2019

Mad Box sarà la console più potente di sempre, uscirà fra tre anni e i suoi ideatori sono i ragazzi di Slightly Mad Studios, autori della serie Project CARS, che con questo progetto quantomeno rimangono coerenti con il nome del loro studio. L'annuncio di Mad Box, avvenuto alcuni giorni fa, ha infatti destato in egual misura curiosità e perplessità.

Parliamo di un sistema che promette un gaming a 4K reali e 60 frame al secondo, in linea dunque con le prestazioni di un attuale PC di fascia alta, ma che si pone un orizzonte temporale bislacco: arriverà fra tre anni, quando PlayStation 5 e Xbox Scarlett saranno già disponibili e avranno cominciato a macinare vendite.

Le prime immagini della console hanno ricevuto feedback non propriamente positivi, e per fortuna ne sono seguite altre che proponevano design differenti, con fattori di forma in stile "media center" o cubico, quantomeno dotati di un minimo di personalità rispetto allo stile "case brutto" degli scatti diffusi inizialmente da Slightly Mad Studios.

La sensazione è che dunque dietro questo progetto si celi semplicemente un PC, qualcosa di simile alle Steam Machine che potrebbe avere dalla sua un rapporto qualità prezzo convincente, ma che immaginiamo non potrà in alcun modo impensierire le piattaforme Sony, Microsoft e Nintendo.

Del resto un conto è se Google producesse una propria piattaforma da gioco: parliamo di un colosso con risorse virtualmente infinite, che potrebbe letteralmente comprarsi il supporto delle terze parti e/o acquistare studi di sviluppo anche importanti perché sfornino esclusive coi fiocchi; un altro è se a farlo è Slightly Mad Studios, che con tutto il rispetto rimane una piccola realtà che difficilmente potrebbe far fronte alla minima incertezza di un mercato tutt'altro che facile.

Dunque, Mad Box vedrà effettivamente la luce? Da qui a tre anni tutto può succedere ed è chiaro che i prezzi di una componentistica di alto livello caleranno, consentendo la composizione di macchine che possano effettivamente garantire quel tipo di prestazioni, nell'ambito di un fattore di forma elegante e minimale come può essere attualmente quello di un MSI Trident 3.

Se però gli autori di Project CARS punteranno a qualcosa di più azzardato, una macchina con un sistema operativo proprietario che implichi del lavoro extra da parte degli sviluppatori che volessero portarvi i propri prodotti, lo scenario potrebbe cambiare radicalmente così come la legittimità di un'operazione del genere.

Avete espresso un parere su Mad Box nel nostro sondaggio? Be', se volete potete argomentare ulteriomente le vostre idee al riguardo. Parliamone.

#Parliamone

L'analisi della news del giorno