Nintendo vuole stimolare il cross-play anche presso i publisher third party  51

Gli executive Nintendo vedono positivamente il cross-play sui titoli per Nintendo Switch

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   11/07/2018

Il cross-play sta diventando sempre più argomento di tendenza nell'industria videoludica, con un'insospettabile Nintendo che si sta dimostrando particolarmente entusiasta di questo sistema di allargamento dell'utenza.

D'altra parte, il connubio tra Microsoft e Nintendo si sta saldando sempre più, come dimostrato anche dalla recente campagna promozionale in occasione dell'aggiornamento "Better Together" di Minecraft e il multiplayer cross-platform tra PC, Xbox One e Switch continua a fare proseliti, a quanto pare. Durante il recente meeting con gli investitori, l'ex-presidente di Nintendo, Tatsumi Kimishima, insieme al senior executive officer Susumu Tanaka hanno riferito che la posizione della compagnia sul cross-play è di pieno sostegno e promozione. "Non posso commentare direttamente su Fortnite e Minecraft perché non sono titoli Nintendo", ha riferito Kimishima, "ma posso dire che la nostra posizione fondamentale sull'apertura di titoli Nintendo su altre piattaforme rimane inalterata".

Tanaka è andato invece sull'argomento con più precisione: "Il cross-play di base deriva dalle conversazioni tra publisher e produttori di piattaforme. Siamo inclini a fare quello che è possibile per aiutare i publisher a incorporare il cross-play se sono intenzionati. Le altre compagnie hanno ovviamente iniziativa su questo argomento, dunque continueremo a discutere con queste". Insomma, pur rimanendo piuttosto cauti, sembra che i capi di Nintendo abbiano recepito molto bene l'introduzione del cross-play sui giochi per Nintendo Switch e abbiano intenzione di supportarlo estendendolo anche ai titoli di altri publisher.