Pokémon GO, confermata l'evoluzione di Meltan? 16

Meltan, il nuovo Pokémon Misterioso, dovrebbe avere una vera e propria evoluzione: nuove conferme arrivano da un aggiornamento recente di Pokémon GO: vediamole.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   12/10/2018

Meltan è il nuovo Pokémon Misterioso annunciato ufficialmente da The Pokémon Company negli ultimi giorni: pian piano stanno arrivando informazioni inedite sul mostriciattolo tascabile, ma mai come in questo caso l'etichetta "misterioso" si rivela appropriata. A quale generazione appartiene Meltan? Quali sono i suoi poteri? Avrà o no un'evoluzione all'interno dei prossimi titoli della serie? Raffaele ha provato a rispondere a queste e altre domande nel video che vi abbiamo riportato in apertura, ma oggi sono emersi nuovi interessanti dettagli.

Un recentissimo aggiornamento di Pokémon GO, dedicato tra l'altro a contenuti decisamente secondari rispetto al nuovo Pokémon, avrebbe confermato l'evoluzione di Meltan. Il nuovo Pokémon è stato registrato come #891, ma adesso è comparso anche il verso di una misteriosa creatura etichettata con il numero #892. Si tratterà, salvo grandi sorprese, proprio dell'evoluzione di Meltan: è importante notare che il verso contenuto nei file di gioco relativo al Pokémon #892 è identico a quello che si sente nell'ultimo trailer dedicato a Meltan, nei momenti finali in cui appare l'ombra misteriosa della sua possibile evoluzione.

Meltan dunque dovrebbe possedere una vera e propria evoluzione, non una forma al 100% come Zygarde né una Mega Evoluzione. Non vi basta? Ci sarebbe ancora un dettaglio da notare, sempre proveniente dal nuovo aggiornamento di Pokémon GO: nei file di gioco, il Pokémon #892 è stato identificato come univoco, mentre le "varianti" di Pokémon come Castform o Shaymin di solito recano una dicitura differente. Dunque quella di Meltan dovrebbe proprio essere un'evoluzione canonica, resta da vedere se potremo incontrarla su Pokémon GO, su Pokémon Let's Go Pikachu e Eevee o addirittura se dovremo aspettare Pokémon Switch nel 2019.