Pokémon GO, il misterioso caso dello Shiny Krabby scomparso 9

Dove sono finiti tutti i Krabby Cromatici di Pokémon GO? Una leggenda (e le segnalazioni di tanti giocatori) avrebbero dimostrato che è semplicemente sparito dal gioco.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   10/01/2019

Pokémon GO è il titolo mobile sviluppato e pubblicato da Niantic Labs e basato su uno dei franchise più noti al mondo: quello dei Pokémon. Il gioco spinge gli Allenatori di tutto il mondo ad uscire fisicamente di casa alla ricerca dei mostriciattoli tascabili, molti dei quali sono davvero rari; tra questi ultimi gli shiny vantano un primato particolare. E oggi vi raccontiamo un aneddoto curioso, dedicato a Shiny Krabby.

Krabby è il piccolo Pokémon granchio della prima generazione di Pokémon di Kanto: lo scorso ottobre 2018 Niantic Labs ha introdotto all'interno di Pokémon GO la sua versione Shiny, anche detta Cromatica. Un Krabby più raro degli altri insomma, la cui possibilità di spawn nel mondo reale è circa pari a 1 su 450 esemplari (ma sempre rimanendo all'interno del calcolo delle probabilità). Potreste insomma incontrare 1000 Krabby senza trovare neppure uno Shiny, così come trovarlo al primo tentativo. Il fatto è che ad un certo punto è nato il misterioso caso dello Shiny Krabby scomparso.

Pare che a partire dal 1 novembre 2018 nessuno abbia più trovato uno Shiny Krabby, neppure uno. Ciò ha spinto molti allenatori di Pokémon GO a confrontarsi e a condividere le proprie esperienze su Reddit, nell'area dedicata a TheSilphRoad, una delle più aggiornate su Pokémon GO. Krabby cromatico è diventato in breve tempo uno dei Pokémon più rari in assoluto all'interno del titolo mobile, e pare che sia stato eliminato dal gioco per ben due mesi: gli avvistamenti sono ricominciati solo lo scorso 3 gennaio 2019, quando alcuni fortunati giocatori lo hanno incontrato nel mondo reale.

Insomma, una storia a lieto fine? Dove diavolo erano finiti gli Shiny Krabby di Pokémon GO? Voi avete avuto la fortuna di trovarne uno negli ultimi mesi? Chissà se Niantic Labs commenterà mai la vicenda.