Red Dead Redemption 2 e Spider-Man, il creatore di Super Smash Bros. Ultimate li adora 20

Per Masahiro Sakurai la creazione di titoli massicci come Red Dead Redemption 2 e Marvel's Spider-Man sul mercato giapponese rimane complicata.

NOTIZIA di Davide Spotti —   06/12/2018

In una nuova intervista pubblicata sull'ultimo numero del magazine Edge, il creatore di Super Smash Bros., Masahiro Sakurai, ha accennato alle produzioni occidentali, dichiarando in particolare di aver molto apprezzato titoli come Red Dead Redemption 2 e Marvel's Spider-Man.

"Recentemente ho avuto modo di giocare a titoli come Marvel's Spider-Man e Red Dead Redemption 2, e devo togliermi il cappello per la dimensione e il livello di dettaglio di questi progetti", dice Sakurai. "Creando a mia volta giochi, comprendo molto bene l'entità dello sforzo che è necessario per realizzarli".

Lo sviluppatore giapponese ha poi aggiunto che per il mercato giapponese riuscire a proporre giochi di questo spessore rimane complicato. "È decisamente complesso creare giochi del genere qui in Giappone. Ma ovviamente, una volta che sono sul mercato, gli utenti si aspettano uno standard simile. Ecco perché penso che anche noi dobbiamo lavorare sodo", ha osservato Sakurai.

Nel frattempo Super Smash Bros. Ultimate è atteso al debutto su Nintendo Switch nella giornata di domani. Il gioco ha già ricevuto valutazioni stellari da parte della stampa specializzata internazionale. Nella nostra recensione di Super Smash Bros. Ultimate, Alessandro Bacchetta ha scritto: "Alla fine della recensione di Super Smash Bros. Ultimate, questo gioco porta poche innovazioni e non perde tempo a convincere chi, in passato, non ha amato gli altri titoli della serie.

I difetti finiscono sostanzialmente qui. I controlli sono più rifiniti che mai, la grafica pulita, fluida e dettagliata, la quantità di contenuti mastodontica, talmente alta da rendere questo titolo, in base alla combinazione delle variabili, eccellente sia come picchiaduro che come party game.

Gli scontri con gli Spiriti sono estremamente creativi, e l'avventura è lunga e impegnativa, saggiamente privata delle velleità da platform puro di Brawl. In sintesi, Super Smash Bros. Ultimate persegue le stesse finalità del predecessore, e cioè punta ad essere il capitolo definitivo della serie. E, stavolta, ci riesce appieno. C'è una ragione logica per questo successo: Nintendo Switch.

Con una console ibrida, nessuna energia è andata dispersa in ottica di una pubblicazione gemellare. Tuttavia, e non ci saranno mai conferme a riguardo, abbiamo la sensazione che il precedente capitolo Sakurai lo dovesse fare, mentre questo lo volesse creare. È una differenza minima ma essenziale. E supponiamo che la morte dell'amico Iwata, e la conseguente sopravvivenza di Kirby nell'Avventura, abbiano molto a che fare con questo rinnovato approccio alla serie."