Dieci anni e non sentirli

Sky Force è tornato con un'ottima edizione "rimasterizzata" e gratuita per festeggiare il decennale della serie

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   23/08/2014
14

Il Gioco Gratis della Settimana è l'appuntamento di Multiplayer.it che, ogni sabato, mette sotto i riflettori un'app per iPhone scaricabile a costo zero. Non necessariamente titoli nuovi né di etichette di primo piano ma piuttosto, semplicemente, prodotti che meritano di essere presi in considerazione. A maggior ragione se non si deve sborsare nemmeno un centesimo.

Il genere degli shoot'em up ha trovato una collocazione più che appropriata sui dispositivi mobile, come dimostrano le riduzioni dei coin-op targati Cave.

Dieci anni e non sentirli

Il contesto portatile, le ormai ottime capacità tecniche dei terminali odierni e la reattività dei comandi touch hanno insomma dimostrato di sposarsi molto bene con le dinamiche che caratterizzano il genere, anche nelle sue declinazioni in stile "bullet hell". Nel caso di Sky Force 2014, però, ci troviamo di fronte a un'edizione "rimasterizzata" di un titolo a sua volta nato su mobile, seppure durante un'epoca diversa da quella attuale. Un prodotto che allora fu accolto con entusiasmo dalla stampa internazionale, e che gli sviluppatori polacchi di Infinite Dreams hanno pensato bene di ridisegnare per trasformarlo in un ottimo titolo freemium per iOS e Android; capace in primo luogo di interpretare al meglio la propria natura gratuita, con una sola valuta (le stelle) da guadagnare eliminando i nemici e da utilizzare per potenziare la navicella attraverso un sistema di upgrade particolarmente solido e graduale. L'esperienza può dunque essere fruita in completa gratuità, a patto di impegnarsi e avere un po' di pazienza, perché il bilanciamento della difficoltà implica che nei nuovi stage gli avversari siano più numerosi e coriacei, nonché dotati di una maggiore potenza di fuoco. Altrimenti è possibile mettere mano al portafogli e concedersi qualche in-app purchase per fare più in fretta, ad esempio il moltiplicatore di punteggio, l'eliminazione delle pubblicità (tutt'altro che invasive, a dire il vero), il reset del contatore di vite (in partenza sono dieci e si ricaricano col tempo, normalmente) o pacchetti di stelle per rendere più efficace il cannone principale o sbloccare quelli laterali, i missili, i laser, le bombe, gli scudi e quant'altro. Tasselli di un puzzle che si incastrano perfettamente e disegnano il quadro di una produzione dal design eccellente, strutturalmente ricca e piena di richiami - così come di novità - rispetto all'episodio originale.

Sky Force 2014 ha tutte le carte in regola per conquistare gli appassionati di shoot'em up

Inferno e paradiso

I tantissimi nemici che si alternano sullo schermo, i proiettili schivati per un soffio, i boss, le situazioni esplosive e tutto il sistema degli achievement rendono Sky Force 2014 una vera e propria droga videoludica, a maggior ragione se siete amanti degli spara e fuggi a scorrimento verticale.

Dieci anni e non sentirli

Le opzioni consentono di scegliere fra due differenti controlli touch, con il dito direttamente sulla navicella o la tradizionale connotazione "screen relative" (a nostro avviso la migliore), ed è proprio in tale frangente che abbiamo riscontrato l'unica mancanza del gioco. In titoli come Bug Princess, infatti, una piccola porzione nella parte bassa dello schermo viene deputata al tocco delle dita e intercetta i più piccoli movimenti per consentire di muovere la navetta lungo tutto lo scenario senza mai alzare il polpastrello, cosa che invece non avviene qui. Anzi, spesso e volentieri bisogna alzare e riposizionare il dito, peraltro costretti a coprire parte dello schermo, nascondendo magari dei colpi in arrivo. Proprio questa mancanza impedisce al gioco di imporsi in modo assoluto fra gli sparatutto mobile, ma a nostro avviso si tratta dell'unico difetto all'interno di un quadro di eccellenza. La grafica, fluida e dettagliata, muove tantissimi oggetti contemporaneamente senza che ciò influisca sul frame rate, consegnandoci ambientazioni discretamente varie ma soprattutto ben differenziate sul fronte delle minacce presenti. Il sonoro riprende le musiche dell'originale del 2004, strizzando l'occhio ai coin-op degli anni '90 e creando melodie che rimangono in testa, mentre sul fronte strutturale la connotazione "a premi" rende gli otto livelli attuali (a cui si aggiunge il torneo settimanale) particolarmente difficili da completare. Insomma, l'esperienza vi terrà impegnati per un bel po' di tempo e tirerà fuori il meglio delle vostre abilità, spronandovi a ottenere quel punto in più per superare l'high score di un amico o sbloccare un nuovo scenario.

Commento

Versione testata iPhone (1.22)
Digital Delivery App Store
Prezzo Gratis
Multiplayer.it

8.5

Lettori (4)

7.3

Il tuo voto

Sky Force 2014 ha tutte le carte in regola per conquistare gli appassionati di shoot'em up a scorrimento verticale: un gameplay solido e ben caratterizzato, ottima reinterpretazione dell'originale; un sistema di progressione eccellente, che concede i suoi bonus poco alla volta; una grafica fluida, dettagliata e convincente; un approccio fin troppo onesto al modello freemium. Eliminare i nemici, scansare i proiettili e raccogliere le stelle nell'ottica di conquistare un achievement in più e sbloccare lo stage successivo rende l'esperienza sempre coinvolgente, seppure sia inevitabile un po' di frustrazione quando l'obiettivo sfugge dalle mani all'ultimo momento. Anche perché talvolta può essere colpa dei controlli touch, sicuramente precisi e reattivi ma non all'altezza delle soluzioni implementate da Cave per i suoi bullet hell.

PRO

  • Gameplay solido e convincente
  • Eccellente sistema di progressione
  • Grafica fluida, colorata e dettagliata
CONTRO
  • Controlli touch migliorabili
  • Sa essere frustrante