Ordine, caos e smartphone  4

Order & Chaos II: Redemption punta a potenziare e rifinire la ricetta del primo capitolo

RECENSIONE di Mattia Armani —  24 Settembre 2015

Seguendo la filosofia di altri titoli Gameloft, Order & Chaos Online ha avuto il pregio di impacchettare e semplificare un gioco di grande successo rendendolo disponibile su dispositivi mobile. In questo caso la fonte di ispirazione è World of Warcraft la cui formula vincente, riletta in chiave free-to-play mobile, ha garantito a Gameloft un corposo successo che ci ha portato fino a questo sequel. Non stupisce che la formula sia fedele a quella del primo capitolo ma le novità ci sono e potrebbero rivelarsi piuttosto importanti. Innanzitutto si può giocare anche con una connessione mobile, senza l'obbligo del Wi-Fi, e gli sviluppatori hanno lavorato sull'interfaccia per renderla più fruibile e intuitiva. Ma partiamo con calma.

Avviato il titolo, una semplice introduzione sottolineata da una fanfara epica ci riporta nel mondo di Haradon, 600 anni dopo gli eventi del primo titolo, e precede un breve tutorial che ci mostra anche un carismatico boss. Superata quella che è poco più di una formalità si arriva finalmente alla creazione del personaggio che ci permette di scegliere la razza tra umani, mendel, orchi, kratan ed elfi che possono intraprendere la carriera di guerriero, ranger, cavaliere Sanguinante, monaco e mago. A chiudere il tutto, infine, c'è una minima personalizzazione che purtroppo è limitata a capelli, colori e qualche dettaglio del viso. Creato un orco ranger ci siamo quindi lanciati nel vivo dell'azione affiancati da altri impavidi eroi che hanno iniziato a muovere i primi passi nello stesso frangente. Ma non abbiamo assistito a una ressa di giocatori come capita in molti MMO ed è probabile che, visto il numero elevato di giocatori di Order & Chaos, dipenda dalla divisione del mondo in istanze. In ogni caso, pur dovendo affrontare una latenza percepibile, siamo riusciti a portare a termine tutta la prima sfilza di quest senza incorrere troppi contrattempi. A questo punto il nostro ranger ha iniziato a prendere corpo: fino a poco fa eravamo costretti a sparare salve di frecce a pochi millimetri dal muso dei mostri e ora grazie alla possibilità di rallentarli possiamo finalmente evitare qualche botta di troppo.

Dopo un primo capitolo di grande successo Gameloft torna in campo con Order & Chaos II: Redemption

Full optional mobile MMO

L'interfaccia è migliorata nettamente e si sposa egregiamente con il classico e decisamente semplice gameplay basato sulla mira automatica e su variate abilità basate su un sistema di cooldown. In basso a destra ci sono le abilità principali, incluse attacco e salto, mentre sotto c'è la classica barra con quattro tabelle scorrevoli che possono alloggiare azioni e abilità. Inoltre lo schermo è letteralmente pieno di icone che consentono l'accesso istantaneo a tutte le funzioni necessarie, ai premi, all'asta e a tutti gli extra del sistema di monetizzazione.

Per fortuna la visibilità resta buona anche su uno smartphone di piccola taglia e laddove lo schermo è troppo pieno di oggetti per permetterci di usare il movimento punta e clicca è possibile ricorrere ala croce direzionale dinamica che appare nella metà sinistra dello schermo. Per interagire con gli altri giocatori c'è un comodo menù radiale che comprare cliccando su di loro e una linea di puntini blu indica in modo chiaro la direzione da prendere per seguire una quest. Infine, in caso di dubbi di natura geografica, c'è una mappa semplice e comprensibile che si amplia gradualmente e ci guida verso missioni che vanno dalla semplice raccolta di risorse fino a catene un po' più complesse ma mai troppo lunghe. La fruibilità, d'altronde, è l'anima di Order & Chaos II: Redemption. In poche decine di minuti è possibile arrivare al quinto livello e accedere ai dungeon in solitaria con il semplice click su un'icona che appare nella parte destra dello schermo mentre raggiungere il sesto livello consente di costruire equipaggiamento o potenziare l'arma ereditaria ottenuta al quinto. Invece al decimo livello è possibile lanciarsi nei tornei PvP per menare le mani a volontà e una volta giunti al quindicesimo livello è possibile accedere ai classici dungeon da affrontare in gruppo. I dungeon in solitaria sono creati appositamente per chi ha poco tempo da perdere così come l'accesso all'asta senza bisogno di raggiungere il banditore che è necessario solo per mettere in vendita qualcosa. Inoltre ci sono le missioni istantanee che si attivano semplicemente arrivando nella zona, tagliando i dialoghi.

Un'oscura nube

Nonostante gli inopportuni e spesso corposi cali di frame, Order & Chaos II: Redemption può comunque contare su una resa grafica più che valida pur funzionando su un gran numero di dispositivi non troppo moderni. Inoltre i boss, che rappresentano il picco artistico della produzione, sono piuttosto complessi e mostrano, al pari dei modelli del personaggi, segni di un'identità propria distaccandosi, almeno in parte, dall'immaginario di World of Warcraft. L'ispirazione, come nel caso del gameplay, resta evidente e sono molti quelli che non trovano gradevole questo modo di operare di Gameloft ma questo tipo di approccio spesso ci regala esperienze mobile con uno spessore superiore alla media anche se pur sempre destinate a un pubblico più casual come Order & Chaos II: Redemption che non punta a innovare, non indugia troppo sulla dimensione narrativa e non offre un'esperienza particolarmente complicata.

Ma è un MMORPG ben fatto, godibile, strutturato per essere accessibile e pienamente fruibile da un dispositivo mobile. Ed è questo il punto di forza di un gioco che comunque non rinuncia al crafting, ai world boss, alle cavalcature, al pieno supporto per le gilde, ai dungeon in gruppo e al farming. Con il titolo Gameloft si può perdere un'intera nottata di sonno rigirandosi tra le coperte per evitare il mal di schiena così come si può affrontare un dungeon nello spazio di un viaggio in treno o si può sbrigare una quest mentre si aspetta del dentista. Il giudizio complessivo, insomma, dovrebbe essere positivo anche se sollevando lo sguardo al cielo ecco palesarsi la classica nuvola carica di pioggia. Mettendo da parte rallentamenti, qualche problema di latenza e le diatribe sull'originalità passiamo a parlare di quello che per molti è l'unico vero problema di Order & Chaos 2. Parliamo delle meccaniche free-to-play che possono rivelarsi a dir poco vincolanti. Raggiunto il livello 20, infatti, il vigore che è necessario per completare una missione inizia a diminuire e questa dinamica rischia di castrare il gameplay di quegli appassionati di quest che non hanno intenzione di sborsare soldi per accedere al sistema vip. Per fortuna i dungeon permettono comunque di ottenere esperienza permettendoci di continuare a giocare ma si tratta di una limitazione importante che ha scatenato diverse lamentele anche sui forum ufficiali. Lo stesso vale per la chat vocale che in un MMO è una mancanza da non sottovalutare anche se le orecchie possono comunque contare su una colonna sonora potente e di buona fattura.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Digital Delivery
App Store, Google Play, Windows Store
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori (3)

8.8

Il tuo voto

Testi in italiano, diverse modalità di fruizione e una discreta solidità fanno di Order & Chaos 2: Redemption un titolo decisamente interessante, almeno per quanto riguarda l'ambito mobile. Purtroppo i rallentamenti abbondano, la latenza si fa sentire e il sistema di monetizzazione va a limitare l'esperienza rischiando di allontanare più di un giocatore da un'esperienza non certo rivoluzionaria ma assolutamente meritevole. La speranza è che Gameloft intervenga puntualmente su tutti i problemi consentendo a questo seguito di raggiungere il pieno potenziale.

PRO

  • Un vero MMORPG in formato mobile
  • Contenuti per tutte le necessità di fruizione
  • Interfaccia migliorata e stile più ricercato

CONTRO

  • Le novità non sono di certo trascendentali
  • Il sistema di monetizzazione mette il becco nel gameplay
  • Fastidiosi rallentamenti e qualche problema di latenza