La ricerca dell'infelicità: la recensione di Warhammer Quest 2  2

A quattro anni e mezzo dall'uscita del primo capitolo, torna l'ottimo strategico basato su Warhammer

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —  3 settimane fa

È un periodo interessante per le produzioni premium su App Store, segno forse di un cedimento del modello freemium quantomeno di fronte a determinati tipi di esperienze, dotate di un maggior spessore e forti di un certo richiamo, dovuto anche alle licenze di riferimento. È il caso di Warhammer Quest 2, che arriva sui dispositivi iOS e oltre quattro anni dal primo, ottimo episodio; e lo fa nonostante la chiusura del team di sviluppo originale, Rodeo Games, i cui componenti (o almeno la maggior parte di essi) si sono ritrovati a lavorare nel nuovo studio di Perchang.

Parliamo di un sequel molto più sofisticato sotto il profilo tecnico, che adotta infatti una grafica poligonale in luogo del vetusto approccio 2D, consentendoci dunque non solo di passare dalla (bruttina) visuale dall'alto a una ben più spettacolare telecamera a tre quarti attraverso il semplice trascinamento di due dita verso l'alto, ma anche di valorizzare il dettaglio e le animazioni dei personaggi e delle creature ostili. Visivamente il gioco trae dunque grandissimo beneficio dal passaggio alle tre dimensioni, ma anche dalla rappresentazione della world map in stile diorama, un chiarissimo riferimento alla sigla de "Il Trono di Spade". Che poi la navigazione nella mappa stessa appaia sulle prime un po' confusionale, be', è un peccato che siamo ben disposti a perdonare a Warhammer Quest 2.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Insolite alleanze

Alla base della solita struttura fatta di dungeon man mano più ampi e pericolosi c'è una trama che vede due potenti comandanti in perenne lotta, il Capitano Marcus Hammerfall e l'elfa oscura Meharva Darkshade, stringere una inconsueta alleanza per far fronte all'avanzata delle forze del Caos, che puntano alla completa distruzione del mondo. Durante la fase iniziale il nostro party sarà composto unicamente da queste due figure, specializzate rispettivamente nel combattimento corpo a corpo e negli incantesimi dalla distanza, ma durante le missioni avremo modo di liberare potenti guerrieri tenuti prigionieri dal nemico e vederli unirsi alla squadra (o reclutarli nelle locande), fino a comporre una rosa fra cui selezionare i quattro membri di ogni spedizione.

Ciò che il gioco cerca di chiarire fin da subito è che una gestione disinvolta del team ci porterà inevitabilmente alla sconfitta, il che significa che non solo dovremo prestare una certa attenzione al bilanciamento dei nostri guerrieri, evitando di polarizzarci verso soluzioni valide solo per specifiche situazioni, ma anche all'approccio stesso ai combattimenti. Le creature nemiche, che vanno dai ragni giganti ai minotauri, dai ratti ai ghoul, metteranno infatti in campo un certo grado di astuzia e non mancheranno di bersagliarci da lontano o di danneggiarci utilizzando fuoco e veleno.

Durante ogni turno dovremo dunque muovere e attaccare, posizionando la squadra nel modo più sensato per rispondere a eventuali offensive ed evitando di lasciare le unità ferite alla mercé del nemico, sfruttando magari incantesimi o pozioni curative per chiudere le ferite in vista di un nuovo scontro. L'esperienza messa in campo da Warhammer Quest 2 è solida quanto e più di quella del primo capitolo, grazie anche all'introduzione di una serie di sfaccettature extra che aggiungono ulteriore spessore alle battaglie, mentre la campagna di base (a cui può essere eventualmente accostata un'espansione a pagamento da 5,49 euro, con la regione di Reikland) si rivela duratura e impegnativa, con tante missioni secondarie in cui perseguire la crescita del proprio party.

L'interfaccia però andrebbe migliorata: l'acquisto di nuovi oggetti, vincolati a specifiche classi, si rivela macchinoso in quanto manca un riferimento all'attuale dotazione nonché ai personaggi che effettivamente potrebbero imbracciare il nuovo strumento (indicati solo con delle sigle, nel marasma di classi disponibili), col risultato di sprecare soldi per uno spadone a due mani che magari nessuno potrà utilizzare o che non vanta un'efficacia superiore rispetto a quello che già possediamo. Abbiamo inoltre riscontrato un glitch riguardante gli effetti audio, che talvolta suonano in ritardo rispetto all'azione, mentre sul fronte della colonna sonora c'è ben poco di cui lamentarsi: le musiche sono "epiche" al punto giusto e accompagnano nel migliore dei modi le nostre spedizioni.

Versione testata
iPhone (1.008)
Digital Delivery
App Store
Prezzo
5,49 €
Multiplayer.it

8.5

Lettori (1)

7.5

Il tuo voto

Warhammer Quest 2 migliora l'esperienza del primo episodio e si pone dunque come uno strategico a turni di riferimento in ambito mobile. Il sostanziale boost grafico dovuto al passaggio alla grafica poligonale con inquadratura a tre quarti, le tante sfaccettature extra del gameplay e il solito approccio hardcore ai combattimenti, spietati e impegnativi, ci consegnano un'esperienza solida, coinvolgente e duratura: un sogno per i fan di Warhammer. Certo, ci sono elementi che andrebbero migliorati (la chiarezza della world map, l'interfaccia dello shop, i comandi touch che talvolta fanno cilecca, qualche piccolo glitch), ma nulla che possa mettere in dubbio la qualità di un prodotto che vi suggeriamo caldamente di acquistare, qualora siate appassionati del genere.

PRO

  • Impegnativo, avvincente, duraturo
  • Gameplay solido e appagante
  • Grafica sostanzialmente migliorata

CONTRO

  • World map un po' confusionaria
  • I comandi touch talvolta fanno cilecca
  • Interfaccia dello shop da migliorare