Tocco mortale - la recensione Sniper Strike: Special Ops  1

Arriva su iOS e Android un nuovo sparatutto "di precisione", a cui però non mancano le variazioni sul tema

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   06/12/2017

Negli ultimi anni sono usciti diversi sniper game di qualità su App Store e Google Play, basti pensare ad esempio a Kill Shot Bravo oppure al fumettoso Clear Vision 3. Si tratta di un genere che si sposa molto bene con i dispositivi dotati di touch screen, sebbene il rischio di un'esperienza troppo essenziale e inconsistente sia sempre dietro l'angolo. Con Sniper Strike: Special Ops, i ragazzi di EightPixelsSquare hanno dunque provato a proporre un'evoluzione per il filone, partendo naturalmente dalle missioni in cui bisogna effettuare dei tiri di precisione ma accompagnandole a tante variazioni sul tema, come le sezioni su binari in cui bisogna sparare ai nemici usando un fucile a pompa, una mitragliatrice pesante o magari una semplice pistola.

Il risultato di questi sforzi va a comporre una campagna in single player discretamente ricca, ambientata per il momento all'interno di due differenti scenari, Mare del Nord e Londra (con la prossima aggiunta di Baghdad), e caratterizzata da un interessante sistema di progressione. Per arrivare infatti allo scontro con i boss, dovremo completare un certo numero di missioni appartenenti a quattro categorie: carabina, fucile, mitragliatrice e pistola. A seconda della tipologia di incarico, cambierà la sfida da affrontare: ci verrà chiesto di eliminare dei bersagli dalla distanza, di sparare ai nemici che troveremo dinamicamente lungo il cammino, di portare a termine delle sortite e così via, potenziando al contempo le armi in nostro possesso tramite l'uso del denaro virtuale guadagnato con ogni vittoria.

Scarica il Video

Dita precise

Appartenendo alla categoria dei titoli freemium, Sniper Strike: Special Ops punta ovviamente alla monetizzazione, e lo fa attraverso due differenti meccaniche: da una parte una valuta pregiata che permette di accedere ad armi più potenti e a upgrade immediati, dall'altra un set di casse premio che contengono elementi di personalizzazione o valuta virtuale. Nella realtà dei fatti, però, questo aspetto dell'esperienza non si rivela limitante, né la presenza di un indicatore dell'energia d'azione costringe a lunghe attese fra una partita e l'altra. Magari un uso più intensivo dell'applicazione ci avrebbe messo di fronte a queste evidenze, ma con sessioni composte da diverse missioni a quanto pare non si sbatte contro alcun paywall e si riesce ad andare avanti senza dover valutare l'impiego di denaro reale.

Chiusa questa importante parentesi, bisogna dire che il gioco soffre senz'altro di un'eccessiva rapidità delle missioni, specie quelle introduttive, che si completano letteralmente nel giro di pochi secondi e non presentano mai una sfida degna di questo nome. Andando avanti però la situazione migliora, e in generale il gameplay riesce a mantenere una certa varietà, potendo peraltro contare su controlli touch molto reattivi e precisi. Al comparto single player si affianca un multiplayer competitivo molto interessante, in cui bisogna individuare il proprio avversario dalla distanza e ucciderlo alla meglio dei tre round, nonché una modalità arena in cui quattro utenti devono sparare ai nemici che arrivano a ondate, e vince chi effettua più eliminazioni. Ci troviamo insomma di fronte a un prodotto molto solido e completo, che vanta anche un'ottima realizzazione tecnica: i modelli poligonali ci sono piaciuti davvero molto, mentre gli scenari appaiono per forza di cose un po' ripetitivi e generici ma garantiscono un certo livello di dettaglio.

Versione testata
iPhone (2.202)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.8

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Sniper Strike: Special Ops è un ottimo "sparatutto di precisione", un titolo che riesce a coniugare varietà, sostanza e impatto visivo senza limitare in modo evidente l'accesso ai suoi tanti contenuti grazie a un'impostazione freemium permissiva, che non costringe a lunghe attese né presenta evidenti paywall. I controlli touch sono reattivi e precisi, le missioni alternative riescono a mischiare un po' le carte e le due modalità multiplayer forniscono un extra di grande interesse, a tutto vantaggio della durata. Un prodotto eccellente, dunque? Quasi, perché l'esigenza di rendere l'esperienza adatta a una fruizione estemporanea, in mobilità, ha purtroppo reso le missioni troppo brevi e inconsistenti, soprattutto durante le fasi iniziali della campagna.

PRO

  • Corposo e abbastanza vario
  • Ottima realizzazione tecnica
  • Si gioca gratis senza problemi...

CONTRO

  • ...ma andando avanti le cose ovviamente cambiano
  • Missioni troppo brevi