La recensione di World of Warships Blitz 1

Dopo World of Tanks, un'altra delle simulazioni belliche di Wargaming approda sui dispositivi mobile

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   27/01/2018

Tre anni e mezzo fa, World of Tanks Blitz ha dimostrato in maniera chiara che un certo tipo di prodotti possono essere sdoganati anche in ambito mobile, a patto di fare le cose come si deve. Sul fronte dei meccanismi freemium probabilmente Wargaming non ha nulla da imparare da nessuno, del resto lo straordinario successo dei suoi titoli parla da solo; ma era importante adattare controlli, interfaccia e infrastruttura online perché potessero dare il meglio anche in un contesto estemporaneo, fatto spesso di partite veloci e occasionali.

Obiettivo centrato all'epoca e di nuovo oggi con World of Warships Blitz, praticamente una versione navale della medesima esperienza, caratterizzata da velleità simulative miscelate a una grande accessibilità di fondo, implementata stavolta anche sul piano strutturale. A differenza del suo "cuginetto su cingoli" infatti, il nuovo mobile game del team russo ci prende per mano attraverso una serie di piccoli tutorial per farci assimilare i controlli di movimento della nave, la gestione delle armi e la filosofia alla base del gioco, che poggia sulle solide fondamenta di un sistema di progressione ricco e sfaccettato fra achievement e ricerca & sviluppo, forte della mancanza di qualsivoglia limitazione e di qualcosa come cento differenti navi da guerra sbloccabili, ognuna dotata di un proprio equipaggiamento e di caratteristiche uniche.

Un mare di guai

Durante le prime fasi di gioco con World of Warships Blitz vi troverete ad affrontare missioni in cooperativa ma anche battaglie sette-contro-sette all'interno di svariati scenari, tutti più o meno differenti e dotati di caratteristiche che consentono di prendere le misure agli avversari, ripararsi dietro dei grossi scogli in caso di necessità e arrivare al punteggio richiesto per la vittoria nel giro di pochi minuti. La chiave per il successo è naturalmente l'esperienza, in quanto bisogna comprendere il delicato timing che accompagna le manovre di tutte le navi che si trovano sul campo di battaglia, nonché i meccanismi che regolano il fuoco su bersagli distanti e/o in movimento, fino alla corretta lettura dei radar.

Concetti che diventano più chiari man mano che si sale di livello, sbloccando a un certo punto anche un set di interessanti missioni in single player che vannno ad aggiungere numeri e spessore al gioco. Il fulcro dell'esperienza rimane però l'online, e in tal senso il lavoro fatto dagli sviluppatori appare encomiabile: per accedere a una partita servono solo pochi secondi, e durante i nostri test non ci siamo mai imbattuti in problematiche legate all'eccessiva latenza o a disconnessioni improvvise. Una solidità, quella garantita da World of Warships Blitz, costruita grazie a un uso accorto e consapevole del soft launch, che ha portato nel giro di poche settimane alla nascita di una community vasta e appassionata.

Per apprezzare una simulazione del genere, ad ogni modo, bisogna chiaramente avere la passione per le navi da guerra ed essere preparati a un gameplay metodico e riflessivo, che spesso ruota attorno a manovre molto lente, che stridono con le rapide intuizioni necessarie per mettere a segno un colpo prima del nemico. Ci troviamo insomma di fronte a un prodotto con un pubblico potenzialmente molto meno numeroso rispetto a quello di World of Tanks Blitz, nonostante ciò sorprendono da una parte il tocco di classe del doppiaggio in italiano per i tutorial, dall'altra una realizzazione tecnica magari non spettacolare ma consistente e funzionale all'azione, con un'ottima riproduzione delle navi e una buona resa dell'acqua; il tutto a corredo di un'interfaccia ben congegnata, leggibile e piacevole da vedere.

Versione testata
iPhone (1.0.0)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori (1)

1.0

Il tuo voto

World of Warships Blitz punta a bissare il successo del celebre World of Tanks in ambito mobile, e lo fa forte di un gameplay per molti versi più accessibile, privo di limitazioni e dotato di una struttura particolarmente ricca e sfaccettata. La progressione iniziale, che ci vedrà cimentarci con partite in cooperativa e divertenti deathmatch, viene accompagnata dallo sblocco di navi, ricompense e modalità, come ad esempio la campagna in single player, nell'ottica di una produzione che appare curata in ogni suo aspetto e che trova nella qualità del matchmaking e dell'esperienza online il proprio maggiore punto di forza. Se vi piacciono le battaglie navali e vi intriga la possibilità di partecipare a scontri in multiplayer dalla forte componente tattica, questo è il titolo che fa per voi.

PRO

  • Struttura molto ricca
  • Più immediato rispetto a World of Tanks
  • Buona realizzazione tecnica...

CONTRO

  • ...ma si poteva fare di più
  • Comandi touch non sempre impeccabili
  • Gameplay lento, bisogna farci la mano