La recensione di N.O.V.A. Legacy 1

La remaster dello sparatutto Gameloft arriva finalmente anche sui dispositivi iOS. Com'è andata?

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   14/04/2018

Sono passati più di nove anni dall'uscita di N.O.V.A. - Near Orbit Vanguard Alliance, e lo scenario degli sparatutto in prima persona per smartphone e tablet è cambiato, sebbene non in maniera sostanziale. Abbiamo assistito naturalmente a un'evoluzione tecnica e all'introduzione di rifiniture per quanto concerne le meccaniche e i controlli touch, ma negli ultimi tempi le produzioni appartenenti a questo genere si sono fatte più rare oppure hanno virato verso l'online. È dunque interessante notare come Gameloft abbia voluto applicare la filosofia delle remaster anche in ambito mobile, prima su Android e ora su iOS, con N.O.V.A. Legacy.

Il gioco ripropone appunto l'esperienza del primo episodio della serie adottando, però, un modello freemium e un comparto tecnico completamente rivisitato, per certi versi anche sul fronte delle feature (vedi il multiplayer per sei partecipanti anziché quattro). La storia e i contenuti rimangono dunque gli stessi: al comando di Kai Wardin, un agente N.O.V.A. veterano, dovremo indossare nuovamente l'armatura e imbracciare il fucile per difendere il pianeta dall'invasione di una razza aliena particolarmente ostile. I riferimenti a Halo (e Crysis, per alcune scelte di design) si sprecano, ma la campagna in single player, con i suoi cinque capitoli e le missioni extra, riesce ancora oggi a divertire e appassionare, potendo contare per l'occasione su di un impatto visivo sostanzialmente migliorato.

Scarica il Video

Svizzero? No, N.O.V.A.

Dopo un breve tutorial, l'azione di N.O.V.A. Legacy scorre in maniera fluida e convincente, proponendo situazioni in verità sempre abbastanza simili: ci si trova all'interno di scenari invasi dai nemici e bisogna eliminarli, utilizzando le diverse armi che compongono il nostro equipaggiamento e che potremo potenziare o sostituire con nuovi strumenti, in base al denaro e agli oggetti raccolti al termine di ogni missione. Ci sono interruttori da attivare, un'abbondanza di ascensori, sezioni a gravità modificata con l'obbligo di coprire brevi distanze nel minor tempo possibile; ma anche scenari completamente diversi come l'ampia foresta da esplorare durante la fase centrale della campagna, una location che purtroppo non trae grande giovamento dall'opera di rimasterizzazione e rivela fin da subito i limiti di una costruzione poligonale e di un'effettistica pensate per un hardware molto meno prestante di quello attuale.

Di certo un notevole boost lo hanno subito i nemici, che ora vantano modelli praticamente irriconoscibili rispetto agli esordi del franchise, molto dettagliati e per nulla spigolosi, con anche qualche tocco di classe per quanto riguarda le animazioni di evasione. Purtroppo il gunplay rimane ancorato alla visione originale, raccordata a un sistema di controllo touch che si conferma preciso e consistente, ma che non supera in questa remaster l'annoso problema del pulsante di fuoco separato. Si tratta di una soluzione che la stessa Gameloft ha accantonato per i suoi ultimi progetti, che rende purtroppo macchinose alcune situazioni e costringe a limitare l'intelligenza artificiale e la prontezza degli avversari, che non fanno mai la prima mossa in quanto ci coglierebbero sempre impreparati. Il problema si fa sentire in particolare con le armi a colpo singolo ed è un peccato che gli sviluppatori non abbiano pensato a risolverlo, lasciandosi intimorire dalla necessità di effettuare un ribilanciamento che però avrebbe senz'altro reso più frenetico e coinvolgente il gameplay. Un discorso simile va fatto per il supporto a iPhone X, al momento mancante: sull'ultimo terminale di casa Apple la grafica reca due bande nere ai lati e non sfrutta dunque l'ampiezza totale dello schermo.

Qualche parola infine per il sistema freemium e il comparto multiplayer. L'originale N.O.V.A. era un titolo premium, questa remaster invece viene offerta in modo gratuito ma con qualche compromesso, nella fattispecie un indicatore dell'energia d'azione che si consuma in modo abbastanza consistente con ogni tentativo (solo in single player, però), costringendo ad attendere qualche minuto o a impiegare valuta reale per poter effettuare rapidamente una nuova partita. Alla fine dei conti la soluzione ci è sembrata bilanciata, specie se consideriamo che la campagna può essere terminata nel giro di tre ore, missioni speciali a parte, e che dunque un rush ininterrotto avrebbe potuto accelerarne il completamento. Poco da dire invece sull'online, che funziona molto bene dal punto di vista del matchmaking e della latenza, consegnandoci divertenti deathmatch a squadre all'interno di mappe magari non bellissime ma in grado di offrire tanti spunti, specie sul fronte dello sviluppo verticale dell'azione.

Versione testata
iPhone (1.3.2)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.7

Lettori (2)

6.7

Il tuo voto

N.O.V.A. Legacy è la remaster di uno sparatutto che quasi dieci anni fa è riuscito a rivoluzionare il genere su iOS, grazie a un sistema di controllo touch sorprendentemente preciso e reattivo, nonché a un comparto tecnico d'eccellenza. A così tanto tempo di distanza, il titolo Gameloft risulta ancora godibilissimo, nonostante l'eccessiva linearità delle missioni, il design fortemente derivativo e l'assenza di feature che oggi come oggi appaiono fondamentali, come il sistema di fuoco automatico e il supporto a iPhone X. Un'esperienza godibile per chi apprezza gli FPS e ricorda con piacere l'originale N.O.V.A. - Near Orbit Vanguard Alliance, giocabile gratuitamente senza grossi problemi e dotata di un multiplayer competitivo di discreta fattura.

PRO

  • Ancora oggi molto godibile
  • Struttura ricca di contenuti
  • Ottimo lavoro di rimasterizzazione...

CONTRO

  • ...ma gli scenari sentono il peso degli anni
  • Campagna molto lineare e derivativa
  • Niente fuoco automatico, non supporta iPhone X