Super Hydorah: la recensione

A qualche mese dal debutto su PC e console, Super Hydorah trova una perfetta collocazione sui terminali iOS

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   25/05/2018
5

Quello degli shoot'em-up "retrò" è ormai un sottogenere affermato, capace di solleticare il palato dei nostalgici degli anni '80 e '90, ma anche di trovare il consenso di nuovi appassionati grazie all'immediatezza di un gameplay che nel corso delle decadi non ha conosciuto particolari evoluzioni, e proprio per questo non ha mai fatto il grande salto dall'intrattenimento di nicchia al grande pubblico. Sono passati alcuni mesi dall'ottimo debutto di Super Hydorah su PC e console, ma lo shooter sviluppato da Locomalito sembrava francamente nato per la dimensione mobile, e infatti la versione iOS del gioco esprime appieno il potenziale dell'esperienza, complice un sistema di controllo touch quasi perfetto.

Super Hydorah: la recensione

Poco da dire sulla trama: una forza malvagia minaccia la galassia, le creature biomeccaniche Meropitian, e solo un abile pilota può opporsi alla loro avanzata. A bordo della potentissima navicella Delta Lance, dotata di un arsenale personalizzabile sulla base delle armi sbloccate di volta in volta, dovremo affrontare una campagna in single player composta da un totale di ventuno stage, cercando di completarli tutti oppure avanzando il più rapidamente possibile verso lo scontro finale. Ad attenderci troveremo tantissimi nemici differenti e una valanga di boss, questi ultimi senz'altro il fiore all'occhiello della produzione: tanti, unici, ben caratterizzati sia dal punto di vista estetico che del pattern di attacco.

Spara a tutto

Pur non rivoluzionando in alcun modo i meccanismi tradizionali del genere di appartenenza, Super Hydorah fa tutto il possibile per mischiare le carte e rendere l'azione più varia, specie sotto il profilo dei livelli. La maggior parte di essi è caratterizzata da uno scorrimento orizzontale, ma ci sono anche varianti che si muovono in verticale o che presentano numerosi elementi mobili, con cui fare i conti nel mezzo dell'inferno di fuoco scatenato dai tantissimi avversari sullo schermo. Potremo controllare la navicella agendo su di uno stick invisibile nella parte sinistra dello schermo, con un grado di sensibilità regolabile, e utilizzare l'autofire per non coprire ulteriormente il display, toccando la parte destra del touch screen solo qualora si voglia interrompere il fuoco o azionare una smart bomb.

Super Hydorah: la recensione

Generalmente al termine di ogni stage ci viene consegnata una nuova arma, dopodiché potremo decidere di equipaggiarla o meno dal menu, andando a cambiare il cannone principale, quello secondario e la già citata smart. Le opzioni producono risultati molto diversi: uno sparo più concentrato o più ampio, missili a ricerca (indispensabili!) oppure bombe a grappolo, e così via. Eliminando i nemici potremo invece raccogliere elementi verdi o rossi, utili a potenziare rispettivamente l'arma primaria e quella secondaria, ma anche smart bomb e scudi. Questi ultimi possono però rigenerarsi dopo qualche istante nel caso si sia selezionata la difficoltà "facile" all'inizio della campagna: uno step che riteniamo necessario, visto che l'esperienza di Super Hydorah è tutto fuorché semplice.

Super Hydorah: la recensione

Il titolo di Locomalito funziona insomma alla perfezione, a parte un paio di incertezze per quanto concerne i controlli: accade talvolta che il touch si "addormenti" e ci sono situazioni in cui forti correnti tendono a muovere la navicella, rendendone ardua e macchinosa la gestione. Si può inoltre discutere sul prezzo di 7,99 euro, molto inferiore rispetto alle versioni PC e console, ma in ogni caso superiore alla media su App Store. La grafica in pixel art, tutta raster e rotazioni, riprende l'estetica delle piattaforme a 16 bit e scorre sempre fluida, riuscendo come detto a offrire scenari molto vari anche dal punto di vista visivo. Allo stesso modo, la colonna sonora cattura alla perfezione le atmosfere di quegli anni, sebbene alcune melodie ci siano sembrate un pochino "già sentite".

Commento

Versione testata
iPhone (1.1)
Digital Delivery
App Store
Prezzo
7,99 €
Multiplayer.it

8.5

Lettori (2)

8.1

Il tuo voto

Super Hydorah è uno shoot'em-up a scorrimento orizzontale di straordinaria qualità, in grado di offrire un'esperienza sfaccettata e impegnativa, con tantissimi nemici differenti e una valanga di boss molto ben fatti, dotati ognuno di design e comportamenti peculiari. L'arsenale personalizzabile, i due livelli di difficoltà e l'eccellente (ma non perfetto) sistema di controllo touch garantiscono un intrattenimento di spessore per gli appassionati alla ricerca di uno shooter che li riporti negli anni '90. La presenza di finali multipli, infine, non rappresenta che la ciliegina sulla torta per un lavoro davvero ben fatto, forse un pochino costoso se consideriamo la media dei titoli su App Store ma indubbiamente dotato di un grande fascino.

PRO

  • Impegnativo e divertente
  • Tanta varietà di nemici, stage e boss
  • Ottima grafica in stile retrò
CONTRO
  • Qualche piccola incertezza dei controlli
  • Prezzo più alto della media