ASUS ROG Cetra, la recensione 8

La recensione degli auricolari ASUS ROG Cetra, pensati per garantire audio da gioco in ogni situazione

RECENSIONE di Mattia Armani e Umberto Moioli   —   15/01/2020

Indice

Non esistono da molto, ma il segmento degli auricolari da gioco è una realtà in crescita che esploriamo da vicino con la recensione degli ASUS ROG Cetra, pensati tanto per chi gioca in mobilità quanto per chi detesta avere qualcosa sopra alle orecchie, soprattutto d'estate. Sia chiaro, con mobilità intendiamo anche starsene tra le coperte con una Nintendo Switch tra le mani e si tratta di auricolari fatti anche per essere usati su PC completi di supporto per il software Armoury II; ma con un dispositivo di questo tipo, progettato per essere utilizzato più che altro all'aperto, fattori come l'efficacia della cancellazione del rumore diventano fondamentali. Noi abbiamo potuto testarle per alcune settimane in compagnia del ROG Phone II, compagno di giochi ideale per le Cetra e telefono di punta dell'azienda per chi intende giocare in mobilità.

Accessori, look e qualità audio

Tra smartphone, Nintendo Switch e ultraportatili il gaming in mobilità può contare su una platea numerosa che, nel caso di giochi mobile sempre più imponenti dal punto di vista tecnico, ha bisogno anche di un adeguato supporto audio. Da qui nascono prodotti come gli ASUS ROG Cetra, un paio di auricolari in-ear che non costano poco, circa 110 euro, nonostante siano cablati. Ma quanto risparmiato con la rinuncia al wireless è stato senza dubbio impiegato nella tecnologie e nella dotazione accessoria. La scatola dei Cetra include infatti tre paia di adattatori di diverse misure per conformarsi a qualsiasi orecchio, otto cuscinetti anche questi di taglie differenti e una custodia rotonda con la scritta ROG in bella vista. Attaccato agli auricolari, invece, c'è il cavo USB Type-C lungo il quale troviamo un corposo controller, ospite non solo del controllo del volume ma anche dei comandi per attivare cancellazione del rumore attiva e modalità ambientale.

Per questo pesa qualcosa in più di quanto avremmo desiderato, anche se si tratta di pochi grammi di cui ci si dimentica dopo qualche minuto di utilizzo. Lo superiamo quindi, continuando a correre lungo il filo fino agli auricolari che vantano una buona robustezza, evidente al tatto, e recuperano efficacemente il design di alcuni dispositivi ROG, sfruttando linee spezzate e colorazione rossonera per dare anche ai ROG Cetra un look da dispositivo da gioco. Non a caso includono anche un logo ROG illuminato che completa un design decisamente azzeccato, anche nella vestibilità che risulta piuttosto comoda, lasciando che l'attenzione dell'utente si concentri sul sonoro generato dai driver ASUS Essence che, con 10.8 millimetri di diametro, si rivelano abbastanza grandi da offrire bassi corposi e un sonoro coinvolgente, tra l'altro caratterizzato da una buona qualità complessiva. Sufficiente per garantire un buon audio nei videogiochi, dove si fa notare un discreto sonoro direzionale che li rende adatti anche agli sparatutto competitivi, ma persino durante la visione dei film, dove l'ascolto si fa particolarmente piacevole e avvolgente quando l'azione si riempe di esplosioni o è sottolineata da una colonna sonora roboante. Non sono invece esaltanti gli alti, almeno con le impostazioni di fabbrica, e la cosa potrebbe dare fastidio ai puristi durante l'ascolto di determinati generi musicali. Ma c'è la possibilità di ricorrere all'equalizzatore del software ROG Armoury, disponibile sia per PC che per ROG Phone 2, per rivedere una taratura inevitabilmente pensata per esaltare il gaming. Inoltre parliamo comunque di un audio di qualità superiore rispetto alla media degli auricolari, caratterizzato da un range di 20Hz < 40kHz e da un'impedenza di 16 ohm.

Abbiamo provato le Cetra con una serie di titoli e, inutile dirlo, rendono al massimo in quelle produzioni che possono contare su un audio coinvolgente: Call of Duty in versione mobile e PUBG sono due ottimi esempi di prodotti che puntano moltissimo sull'immersività e che trovano in un prodotto simile un eccellente compagno di battaglie. Lo stesso si può dire di qualsiasi MOBA o titolo di guida, dove tra l'altro avere un'idea precisa e puntuale della direzione da cui arrivano i suoni è fondamentale. Questo non vuol dire che giocando a Candy Crush Saga vi troverete male, anzi, ma ascoltando qualche motivetto di accompagnamento si nota certamente meno la differenza tra questi e altri auricolari in ear. Discorso simile anche per altri utilizzi, come quello con Nintendo Switch. Vale anche la pena evidenziare come sia consigliabile spendere qualche minuto in compagnia delle impostazioni per trovare quelle migliori sia per giocare che per guardare i film: il risultato rispetto a quello di default sarà molto più gratificante. Lo stesso vale per i set di archetti e i cuscinetti a disposizione: Asus ha inserito nella confezione diverse opzioni tra cui scegliere e conviene esplorarle tutte, sicuri che quando avrete trovato il set up giusto per voi, avrete a disposizione un set di auricolari leggermente più pesanti del solito, è vero, ma anche molto molto comodi. Anche nel corso di lunghe sessioni.

Cancellazione del rumore, Ambient Sound e microfono

Tra le caratteristiche degli auricolari ROG Cetra troviamo anche la cancellazione attiva del rumore, tutt'altro che comune in questa tipologia di dispositivo e particolarmente utile per chi ha intenzione di giocare a titoli di un certo spessore in viaggio o nel bel mezzo di luoghi affollati. La funzione, che si attiva con un click dell'apposito tasto del controller, risulta particolarmente efficace con le basse frequenze come il brontolio continuo del treno, ma non può fare miracoli con i suoni squillanti e con le voci troppo forti, destinate a superare la barriera di un'applicazione di questa tecnologia inferiore a quella di cuffie da gioco di alto livello. Stiamo però parlando di un paio di auricolari che sono comunque capaci di filtrare in maniera sensibile una buona parte del rumore ambientale, migliorando l'esperienza auditiva in diverse situazioni. In altre invece abbiamo la necessità di sentire quello che ci succede intorno, ed è qui che entra in gioco la tecnologia Ambient Sound che lascia passare il sonoro esterno e lo fa abbassando automaticamente il volume degli auricolari, quando viene premuto l'apposito tasto piazzato sul controller, per poi rialzarlo una volta disattivata.

Può quindi essere usata al volo, aggiungendosi ai punti di forza del dispositivo ASUS. Ma un paio di auricolari da gioco, in questo caso utilizzabile anche per le chiamate con il ROG Phone e con tutti i dispositivi Android compatibili, ha bisogno anche di un microfono di buona qualità. E per fortuna quello omnidirezionale degli auricolari ROG Cetra, caratterizzato da un range di 50 < 1000 Hz e da una sensibilità che va dai -40 ai 3 dB, se la cava piuttosto bene, restituendo una voce chiara e limpida. Può quindi essere usato senza problemi per giocare a giochi di squadra su PC, garantendo il massimo della freschezza in piena estate quando anche le cuffie con gel di raffreddamento diventano fonte di sofferenza, la dove i compagni sono spesso pretenziosi e non digeriscono bene un audio gracchiante o una comunicazione non chiara. Ma qui entra in campo il limite del cavo che, lungo 1,25 metri e sufficiente per l'utilizzo in mobilità, risulta corto nel caso del classico desktop infilato sotto alla scrivania o dietro al monitor. Ci sono però prolunghe, schermi con jack audio, case con ingressi piazzati nella parte superiore e tanti altri modi per aggirare il problema, godendo appieno della combinazione tra gli auricolari ASUS e il software Armoury II che garantisce la simulazione dell'audio 7.1 anche su PC. Va detto che in questo caso, soprattutto nei videogiochi, si riscontrano i limiti tipici della virtualizzazione del surround, ma si tratta comunque di un qualcosa in più rispetto agli altri auricolari in circolazione. Da qui deriva però un prezzo non certo popolare per un auricolare cablato, seppur caratterizzato da un tenore tecnologico decisamente elevato.

Prezzo
109,90 €
Multiplayer.it

8.5

Gli auricolari ASUS ROG Cetra costano e non possono competere con una cuffia da gioco circumaurale, ma si distinguono nel panorama degli auricolari per il gaming grazie a bassi potenti, sonoro direzionale chiaro e funzionalità tipiche di cuffie di buon livello. Godono infatti di modalità Ambient Sound, di una cancellazione attiva del rumore di qualità accettabile e di una dotazione di accessori notevole, mettendo a disposizione dell'utente tre diverse coppie di ganci per le orecchie e svariati cuscinetti intra-aurali.

PRO

  • Bassi corposi in relazione alla tipologia
  • Buon sonoro direzionale
  • Comodi, robusti e dotati di cancellazione attiva del rumore
  • Un ottimo "compagno di giochi" per il ROG Phone II

CONTRO

  • Gli alti non sono eccezionali, almeno con le impostazioni di fabbrica
  • La tecnologia di riduzione del rumore è inevitabilmente limitata
  • Prezzo alto per una soluzione cablata