Dream League Soccer 2020, la recensione 5

Il calcistico di First Touch si aggiorna alla nuova edizione con Dream League Soccer 2020, rifinendo l'esperienza senza rivoluzionarla: la nostra recensione

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   11/02/2020

La recensione di Dream League Soccer 2020 ci riporta alla realtà dei giochi di calcio su iOS e Android, impostati come piattaforme più che singoli progetti, da aggiornare di anno in anno con l'introduzione di novità più o meno rilevanti.

Si tratta dell'approccio scelto da PES, per fare un esempio di una certa rilevanza, e il titolo targato First Touch non fa eccezione, ripresentandosi su App Store e Google Play Store forte di numeri di tutto rispetto e di un impianto ben collaudato, che però non viene in alcun modo rivoluzionato con il passaggio alla nuova stagione.

Ciò vale in particolare per quanto concerne la struttura, che appare del tutto invariata.

Abbiamo da una parte una lunga e corposa carriera in stile Master League in cui bisogna affrontare squadre reali man mano che costruiamo la nostra formazione, sbloccando progressivamente nuovi giocatori da assegnare ai vari ruoli in sostituzione degli atleti sconosciuti disponibili all'inizio; dall'altra una modalità multiplayer online competitiva per due giocatori, che funziona bene e offre un gradito (nonché necessario!) extra rispetto ai contenuti prettamente single player.

La formula è ancora degna di interesse? Sicuramente si tratta di un'impostazione valida, che riesce fin dalle prime battute a offrire un minimo di sfida laddove invece il già citato PES si incarta nell'esigenza di partire dal fondo della classifica, con i suoi match asincroni, obbligandoci ad alcune ore di vittorie noiose con punteggi tennistici che non è in alcun modo possibile saltare.

Tuttavia, come accennato in apertura, non si vedono effettive novità e sarebbe stato carino, a tre anni dall'ultima recensione dedicata alla serie, trovare qualche modalità extra.

Gameplay e realizzazione tecnica

Un discorso simile può essere fatto per quanto concerne il gameplay: Dream League Soccer 2020 parte da una base piuttosto solida, in grado di offrire una buona fisica della palla e garantire un certo grado di soddisfazione quando si riesce a impostare un'azione che si chiude con una finalizzazione a rete, ma avevamo già riscontrato alcuni limiti su cui gli sviluppatori non hanno lavorato.

Ci sono degli svarioni dell'intelligenza artificiale, ad esempio, e se determinati automatismi vanno nella giusta direzione (vedi lo scatto del giocatore in controllo di palla), altri lasciano a desiderare (passaggio filtrante) e rendono l'azione più macchinosa.

Il risultato finale resta un'esperienza valida ma sostanzialmente indietro rispetto a eFootball PES 2020 Mobile, che anche sul fronte dei controlli touch resta un titolo migliore e non di poco.

Sembra inoltre si sia cercato di enfatizzare quei meccanismi freemium che puntano alla monetizzazione: lo sblocco di nuovi giocatori è un po' lento, servono monete ma soprattutto diamanti, che però si ottengono solo mettendo mano al portafogli. Ci sono alcune facilitazioni che velocizzano la cosa, vedi i trailer pubblicitari, ma il problema rimane.

Dream League Soccer 2020 non supporta i controller Bluetooth, ed è un vero peccato. I comandi touch funzionano bene su smartphone, meno su tablet: la distanza è eccessiva, il riposizionamento dello stick analogico virtuale limitato, mentre i pulsanti sulla destra sono un po' piccoli. Fortunatamente funziona tutto piuttosto bene in termini di precisione e reattività, complice la presenza di leggere assistenze che evitano particolari problematiche nel controllo dei giocatori.

Per quanto concerne invece la realizzazione tecnica, ci sono stati dei passi in avanti ma l'aspetto generale del prodotto non raggiunge livelli d'eccellenza per dettaglio e animazioni. Sempre valido il comparto audio, grazie a una telecronaca in inglese discretamente varia e ben interpretata.

Versione testata
iPad (7.19)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.0

Lettori (2)

8.9

Il tuo voto

Dream League Soccer 2020 è un gioco di calcio mobile solido e divertente, che si pone come un'ottima alternativa alla serie Konami ma solo in termini strutturali, grazie a un comparto single player che diverte e coinvolge fin dalle prime battute. Purtroppo non sono stati aggiunti ulteriori contenuti né è stato migliorato in maniera sostanziale il gameplay, che anzi soffre più o meno degli stessi problemi di sempre: un'intelligenza artificiale che a volte lascia a desiderare e una gestione dei passaggi che spesso impedisce un'impostazione semplice e intuitiva della manovra.

PRO

  • Solido e divertente
  • Buon multiplayer online
  • Gameplay valido...

CONTRO

  • ...ma permangono alcune perplessità
  • Tecnicamente solo buono
  • Elementi freemium abbastanza aggressivi