La soluzione di Life is Strange - Episode 1: Chrysalis

Tornate indietro nel tempo in compagnia di Multiplayer.it per avere tutte le risposte giuste alle domande della vita.

SOLUZIONE di Claudio Magistrelli   —   01/03/2015
5

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana per Xbox One del gioco. Potrebbero esserci differenze con eventuali altre edizioni.

Intro

La caratteristica principale di Life is Strange è la possibilità di riavvolgere il tempo e cambiare il corso degli eventi, prendendo decisioni differenti o modificando il proprio comportamento dopo aver assistito alle conseguenze più immediate delle proprie azioni. Come il gioco si premura di comunicare la strada, in quelle determinate occasioni in cui il giocatore si trova di fronte a un bivio andrà ad influenzare eventi futuri. Per il momento è stato rilasciato solo il primo capitolo, dunque non sappiamo come e quanto ogni singola decisione possa condizionare gli eventi futuri. In questa soluzione quindi ci limiteremo a segnalarvi i momenti chiave ed illustrarvi le diverse opzioni percorribili.

La lezione di fotografia

L'avventura di Maxine inizia su un pendio boscoso, sotto un'insistente pioggia. Non potete fare molto altro se non salire lungo il sentiero, osservando il tornado all'orizzonte, fino a raggiungere il faro. Questo breve prologo serve al gioco per trasmettervi le nozioni basilari sui comandi, prima di catapultarvi nel pieno di una lezione di fotografia.
Mentre il professore parla in sottofondo, vi viene dato tempo e modo per prendere confidenza con l'interfaccia di gioco. Muovendo la visuale con l'analogico destro del pad fate apparire delle descrizioni testuali degli oggetti che vi circondano, mentre fermandovi su uno di questi vi verranno sottoposte delle opzioni per interagire, che di solito si limitano a "guarda" e "usa". Per proseguire con la storia dovrete scattare un selfie col cellulare alla vostra sinistra, perciò nel caso siate interessati a conoscere qualche dettaglio in più sulla vita della protagonista e sul suo rapporto con le altre compagne di classe, lasciate questa azione per ultima. Ad ogni modo, dopo aver realizzato l'autoscatto, una cut-scene interromperà l'azione, al termine della quale il professor Jefferson vi porrà una domanda di storia della fotografia, chiedendovi di collegare l'origine del selfie a un grande fotografo del passato. Questa volta la risposta non conta, qualunque opzione scegliate dovrete subire un leggero rimprovero dal prof e scoprire che la compagna più odiata sembra essere più preparata di Maxine. Al termine della conversazione la campanella segnala la fine della lezione. Potete lasciare la classe se volete, oppure perdere qualche altro istante osservando i dettagli dell'aula, scattando la prima foto opzionale (che sblocca un obiettivo) e conversando ancora con il prof. In quest'ultimo caso non preoccupatevi troppo della risposta che darete.
La vostra meta successiva è il bagno che si trova sulla destra in fondo al corridoio. Ovviamente lungo la strada potrete iniziare a conoscere i vostri compagni di scuola osservandoli ed ascoltando i commenti di Maxine. Iniziate a notare inoltre come i muri siano letteralmente tappezzati di volantini, tra cui molti si riferiscono alla sparizione di una ragazza del luogo. Arrivati di fronte al bagno, entrate ed aprite il rubinetto per sciacquarvi il viso. Questa semplice azione avvia una serie di eventi fondamentali per il proseguo del gioco. Fotografate la farfalla blu che misteriosamente entra in scena e preparatevi ad assistere al rapido precipitare degli eventi all'interno del bagno che si concluderà con una colluttazione in seguito alla quale una ragazza rimarrà uccisa al suolo. Proprio come successo poco fa al faro, di colpo vi ritrovate di nuovo in classe, nuovamente nel pieno della stessa spiegazione ascoltata poco minuti prima.
Ancora una volta, per riattivare la catena di eventi necessaria al racconto dovrete scattare un selfie. In questa occasione però, durante l'interrogazione che ne segue, oltre alle due risposte sbagliate il gioco vi mostrerà anche un'icona in alto a sinistra: premendo il tasto corrispondente, il gioco aggiungerà tra le possibili opzioni anche quella corretta che avete udito la prima volta che Maxine ha vissuto questo istante (nel caso foste distratti, la risposta corretta è "The Daguerreian Process"). Terminata dunque la lezione, parlate nuovamente col professor Jefferson. Nel caso abbiate seguito i nostri consigli, Maxine dovrebbe già disporre di una risposta pronta da fornire al professore quando le viene chiesto se abbia già deciso quale foto utilizzare per l'esposizione.

La soluzione di Life is Strange - Episode 1: Chrysalis

Nel caso in cui invece non abbiate ancora parlato col professore, optate per una delle possibili risposte, ascoltate la predica che riceverete, poi riavvolgete il tempo ed optate per la risposta aggiunta tra quelle disponibili. Fare bella figura col professore tuttavia non rientra tra le priorità della giornata quando sapete di essere a pochi minuti di distanza da un omicidio. In realtà il gioco vi lascia tutto il tempo per indugiare nuovamente per i corridoi qualora abbiate trascurato qualche dettaglio in precedenza. La vostra destinazione in ogni caso è ancora una volta il bagno: entrate e come prima usate il rubinetto del lavabo per avviare la sequenza della lite. Questa volta però potrete fermare la discussione prima che il peggio accada. Per farlo dovrete spostare il carrello dell'inserviente, raccogliere il martello da terra e suonare l'allarme. Il tempo però è poco perciò al primo tentativo non farete in tempo a sventare l'aggressione. Riavvolgete allora il tempo per scoprire che il carrello questa volta sarà già spostato: raccogliete senza esitazioni martello ed usatelo con l'allarme. Uscendo dall'edificio verrete fermati dal preside. Durante la conversazione dovrete prendere la prima decisione importante del gioco: denunciare Nathan per l'aggressione armata in bagno o tacere l'accaduto. Entrambe le soluzioni avranno delle conseguenze, ma per ora non potete sapere quali. Agite dunque secondo coscienza ed uscite.

All'aria aperta

Prendetevi il tempo che vi serve per esplorare i dintorni e notate che potete scattare una foto della statua al centro del cortile, la prima delle dieci foto opzionali del capitolo collegate a un obiettivo/trofeo. Per la lista completa delle foto opzionali vi rimandiamo al video al termine della soluzione. Vicino all'ingresso invece trovate una professoressa (la riconoscete per la maglia viola) che vi chiederà di firmare una petizione contro la sorveglianza elettronica all'interno del campus. Ancora una volta scegliete secondo coscienza. Dopodichè avvicinatevi a Brooke, la ragazza asiatica che indossa una felpa con cappuccio grigia. Prima di parlare con lei però esaminate lo zaino e il drone che si trova all'interno, quindi iniziate la conversazione e quando possibile scegliete "That's a HiFly Drone" tre le opzioni di risposta per impressionare Brooke e convincerla a farvi usare il drone. Nel caso vi siate dimenticati di controllare lo zaino, prima di rivolgerle la parole riavvolgete il tempo e rimediate.
Passate poi a Justin, il ragazzo col cappello rosso sul muretto insieme agli skater. Anche in questa occasione è bene raccogliere qualche informazione su di lui durante una prima chiacchierata, quindi riavvolgere il tempo ed optare per le risposte giuste. Ad ogni modo inizialmente scegliete "I came to Noseslide", poi quando sarà il momento di selezionare un trick, la vostra risposta dovrà essere "Tre Flip" nel caso in cui siate interessati a scattare tutte le foto opzionali. Rivolgete poi le vostre attenzioni a Daniel, il ragazzo intento a disegnare seduto sull'erba. Daniel vi chiederà l'autorizzazione per fare un vostro ritratto e pubblicarlo sui social: ancora una volta, la scelta è vostra. Infine parlate con Hayden, il ragazzo con gli occhiali. Per consultare il suo portfolio dovrete rispondere correttamente ("Robert Capa"), ma a questo punto dovreste avere imparato che il potere di riavvolgere il tempo si rivela parecchio utile quando non sapete cosa dire al primo colpo.

Dormitorio

Smaltiti gli obblighi sociali dovete a tutti i costi entrare in dormitorio e recuperare la chiavetta USB, ma la simpatica (eufemismo!) Vittoria pare decisa ad ostacolarvi a tutti i costi. Eppure deve esserci un modo per levarsela di torno. Iniziate esplorando la stanzina sulla sinistra, osservando la presenza di un interruttore che attiva gli innaffiatori automatici. Memorizzate questo dettaglio e tornate verso Vittoria per sabotare il secchio di vernice (vi basterà interagire con l'oggetto). Ora attendete che l'inserviente salga sulla scala e tornate nello stanzino per attivare gli innaffiatori... ed ecco che Vittoria si ritroverà una bella macchia di vernice sul maglioncino nuovo di zecca. A questo punto però dovete decidere se prendervi la rivincita e deridere la ragazza coperta di vernice oppure mostrare buon cuore e consolarla. Si tratta di un'altra delle decisioni fondamentali per il proseguo degli eventi, perciò pensateci bene.
All'interno del corridoio del dormitorio esplorate l'ambiente mentre procedete verso il fondo dove si trova la camera di Maxine.

La soluzione di Life is Strange - Episode 1: Chrysalis

Tra i vari oggetti con cui potete interagire, quello più importante è il foglietto giallo sulla scrivania che vi segnala come la chiavetta USB che state cercando sia stata presa in prestito dalla vostra amica Dany. Puntate allora verso la sua camera sulla cui porta trovate Juliet furiosa con Dany per avere flirtato con il suo ragazzo. O almeno, così le ha detto Vittoria, una di cui non ci si può certo fidare ciecamente. Meglio vederci chiaro. Andate dunque in camera di Vittoria alla ricerca di prove. Interagite col PC e stampate la mail in cui Vittoria ammette di essersi presa gioco di Juliet. Portate quindi la stampa a Juliet e parlate con Dany di quanto accaduto, dopodichè fatevi consegnare la chiave USB che vi serve per incontrare Warren al parcheggio. Mentre vi dirigete in quella direzione, però assistete a un piccolo incidente che coinvolge Alyssa, la ragazza sulla panchina, colpita da un lancio maldestro di Logan con la palla da football. Riavvolgendo il tempo potete avvisare la ragazza ed evitarle un livido. In aggiunta la palla finirà contro la finestra, consentendovi di scattare un'altra foto opzionale. All'uscita dell'area del dormitorio assisterete ad un altro evento interessante, ovvero un'inquietante conversazione tra Kate e la guardia del campus. Si tratta di un altro momento topico in cui dovrete decidere se intervenire o scattare semplicemente una foto.

Parcheggio

Giunti al parcheggio trovate Warren sul fondo dell'area, poggiato sul cofano della sua nuova auto. Nuova è eccessivo in effetti, ma fa nulla. Prima di avvicinarvi, ad ogni modo potete scrivere qualcosa col dito sulla sporcizia che ricopre il finestrino posteriore di un furgoncino e scattare una foto opzionale: ancora una volta, per tutte le altre vi rimandiamo al filmato in coda all'articolo. Avvicinatevi a Warren ed iniziate dunque la conversazione. In questo caso non ha molta importanza quello che decidete di rispondere al ragazzo. Ben presto comunque entrerà in scena Nathan, piuttosto nervoso. Verrete assaliti verbalmente, ma non preoccupatevi delle conseguenze delle vostre risposte. In ogni caso Nathan e Warren finiranno per azzuffarsi quando la tempestiva entrata in scena di Chloe. Durante il viaggio in macchina con lei dovrete rispondere a una serie di domande. Il risultato finirà in ogni caso per intristire la vostra salvatrice. Riavvolgete dunque il tempo e sfruttate la comparsa di risposte più consone, ripetendo questa operazione finché non potrete utilizzare come risposta: "I take photos". Giunti in camera, Chloe vi chiede di mettere un CD nello stereo: ravanando tra le sue cose sulla scrivania trovate un CD, ma anche una foto della ragazza scomparsa già vista nei corridoi della scuola. La conversazione che ne segue non è particolarmente importante. Chiusi i convenevoli cercate la presa della corrente, sul muro di destra ed accendete la ciabatta. Dopodichè spostatevi verso lo stereo ed accendetelo. Mentre Chloe ascolta la sua musica, voi potrete ora esplorare la casa. Esaminate ogni angolo dell'abitazione per scoprire che il padre della ragazza è la guardia già vista poco fa a scuola. Il vostro obiettivo ad ogni modo è lo schedario in garage. Mentre consultate i documenti, i fogli vi cascano in una pozza d'olio: per evitare di lasciare tracce, prima leggeteli, poi riavvolgete il tempo. Esaminate quindi il televisore per scoprire che il papà di Chloe ha piazzato telecamere in ogni stanza della casa. A quel punto potete mettervi alla ricerca degli attrezzi che vi servono a riparare la macchina fotografica. Si trovano sopra la lavatrice, ma attivando quest'ultima gli strumenti cadono sotto il mobile. Tornate dunque indietro nel tempo, spostate il cartone sotto il mobile un po' più in là, dopodichè attivate nuovamente la lavatrice, infine raccogliete ciò che è caduto tirando a voi il cartone.
Tornate ora da Chloe e riparate la vostra reflex, poi dopo una breve chiacchierata vi verrà chiesto di abbassare il volume e scattare una fotografia alla vostra amica. D'improvviso però il padre di Chloe tornerà a casa lasciandovi con due opzioni: nascondervi o rimanere allo scoperto. Nel primo cosa dovrete usare il potere per spostare l'oggetto che blocca l'anta dell'armadio in cui potrete ripararvi alla vista. Da dentro l'armadio dovrete decidere se uscire allo scoperto e difendere Chloe o assistere inermi alla violenza subita dalla vostra amica. Evitando di nascondervi invece dovrete decidere se addossarvi la colpa della busta d'erba che manderà su tutte le furie il padre di Chloe oppure scaricare la responsabilità su di lei. Al termine della discussione lasciate la camera di Chloe uscendo dalla finestra.

Ritorno al faro

L'ultima parte di questo primo episodio si svolge nella stessa ambientazione iniziale, decisamente più quieta e meno tempestosa. Ancora una volta dovrete salire verso il faro, prima però concedetevi un istante per scattare la foto al passero posato sulla pietra in mezzo al sentiero sbloccando così un obiettivo/trofeo. In cima potrete scattare un'altra foto, cogliendo Chloe di spalle. Dopo aver esaminato ogni dettaglio nei paraggi, parlate con la vostra amica, scegliendo le risposte secondo coscienza. Questa conversazione non avrà conseguenze. D'un tratto però vi ritrovate nuovamente catapultati nell'istante iniziale del gioco. Riprendete la salita, scansando le pietre che cadono, finché il vostro cammino non verrà bloccato dalla caduta di un ramo. Avvicinatevi al tronco e riavvolgete il tempo: alla ripresa vi ritroverete nello stesso punto prima del crollo, perciò potrete proseguire verso il faro senza essere ostacolati. Nei pochi metri che vi separano dalla vetta potreste dover usare nuovamente il vostro potere per evitare altri ostacoli. Arrivati nello spiazzo antistante la struttura, individuate il giornale incastrato su un paletto di legno e scosso dal vento. Interagite infine con la pagina per avviare il filmato conclusivo del gioco.

Video delle foto collezionabili