FIFA 13Le nuove strade di FIFA 

Abbiamo toccato con mano il supporto Kinect e PlayStation Move presente in FIFA 13!

Kinect e Playstation Move sono sul mercato da un po' ed è impossibile ignorarli, lo hanno capito anche gli sviluppatori di FIFA 13, che a seconda della versione ne hanno implementato il supporto in maniera differenta. Ci siamo dilettati in prima persona con queste due periferiche, per apprendere quali siano stati i risultati. Le nuove strade di FIFA Per Kinect gli sviluppatori di FIFA 13 hanno deciso di concentrarsi sulla parte dei comandi vocali, in maniera da far saltare (quasi) in blocco il menù di pausa che in diversi non utilizzano perché rallenta decisamente lo scorrere della partita. E così, anche in italiano, é possibile chiamare le sostituzioni, cambiare formazione al volo, la mentalità oppure passaggi/tiri/cross in modalità giocatore virtuale. La cosa interessante é che oltre ai comandi più lunghi, che richiedono una parola per ogni sottomenu (indicato in basso a destra mentre si gioca) esistono delle "scorciatoie" vocali che permettono di accedere più velocemente alle impostazioni di cui sopra.

Urlando ordini

I più intraprendenti possono addirittura creare delle macro, scegliendo una delle frasi predefinite per richiamare magari una formazione, una tattica e un atteggiamento in contemporanea. Come "extra" é presente la possibilità di dire alcune ingiurie ai danni dell'arbitro, che potrebbero portare a squalifiche di Mazzoleniana memoria; se fossero inserite alcune forme dialettali, sarebbe il massimo. Le nuove strade di FIFA Durante le prove fatte, nonostante il nostro inglese, le cose hanno funzionato piuttosto bene, e potrebbero essere utili per chi é già in possesso di Kinect e di base raramente cambia gli aspetti gestionali della partita a causa della pigrizia. Peccato però che il tutto funzioni unicamente offline e in singolo, a detta degli sviluppatori per problematiche tecniche legate direttamente alla periferica Microsoft, non in grado ad esempio di discernere due voci differenti. Laddove il supporto di Kinect cerca di offrire un'esperienza che si integra con quella classica di FIFA velocizzando alcuni aspetti di gestione della partita, quello per PlayStation Move invece la affianca cercando di "colpire" persone meno avvezze al gameplay del gioco. Le nuove strade di FIFA Con il controller di movimento di Sony é possibile infatti disegnare letteralmente i movimenti e le traiettorie del giocatori, muovendolo in direzione dello schermo. Non solo, la stessa cosa può essere estesa anche ai compagni di squadra non in possesso di palla, utilizzando il trigger del Move controller é possibile inoltre indicare il giocatore da marcare (per 10 secondi), nonché fare i diversi "trick" per dribblare gli avversari o stupirli con effetti speciali. Anche in questo caso il supporto funziona bene, é assolutamente facile prendere confidenza con i comandi di base e passare/tirare la palla dove si vuole, giocoforza però un giocatore abituale di FIFA troverà questo metodo di controllo piuttosto limitato e meno profondo del classico pad. Come già detto ad ogni modo questo tipo di supporto é dedicato ai giocatori "occasionali" e non a caso é confinato alla sola modalità di esibizione e offline, anche con due PlayStation Move, per partite improvvisate magari quando si hanno ospiti a casa o uno dei genitori vuole dilettarsi in una partita di calcio virtuale.

TI POTREBBE INTERESSARE