App però!App però! - Made in Italy 

Questo mese dedichiamo il nostro spazio ai progetti mobile realizzati di recente in Italia da team indipendenti nostrani

Di tanto in tanto ci capita di notare molti lettori convinti che, esclusi un paio di nomi ormai ben noti come Milestone e Ubisoft Milano, in Italia non ci sia quasi nessuno che sviluppi giochi. In realtà si sta assistendo di recente a un fermento sempre maggiore da parte di realtà indipendenti, e sebbene ci siano alcuni progetti ambiziosi su PC, come Assetto Corsa e In Verbis Virtus, la stragrande maggioranza di questo sottobosco è ancora focalizzato sulla realizzazione di giochi mobile. Per questo abbiamo deciso di proporvi, di tanto in tanto nel corso dell'anno, un'edizione speciale di App Però! dedicata proprio alle realtà italiane, con un occhio particolare ai piccoli team indipendenti e ai loro progetti. Ah, non se la prendano gli utenti Android: pare proprio che gli sviluppatori nostrani preferiscano di gran lunga iOS.

Gear Jack

Disponibile per: iPhone, iPad | Versione testata: iPad
Link App Store (0,89€)

Con tutti i running game usciti su App Store, realizzarne uno originale e che sia ancora in grado di coinvolgere il giocatore non è affatto facile. Piwot Games ci riesce puntando tutto su un'esperienza veloce, spettacolare e assai difficile, sebbene non si discosti troppo dai capisaldi del genere. App però! - Made in Italy Nei panni dell'ultimo robot all'interno di una nave spaziale in pericolo, il giocatore salta burroni e rotola all'interno di stretti cunicoli, mentre di tanto in tanto bisogna aprire porte, attivare interruttori e distruggere enormi ingranaggi. Man mano che si prosegue nei 30 livelli, il protagonista può essere potenziato e personalizzato, cosa che influisce non solo sul suo aspetto estetico ma addirittura sull'approccio di gioco: a seconda di come vengono spesi i punti abilità a propria disposizione, Jack può saltare più in alto, correre più veloce o rotolare più rapidamente, adattandosi allo stile di gioco dell'utente. Soprattutto verso la metà della campagna, Gear Jack raggiunge picchi di difficoltà davvero elevati, rappresentando una fantastica sfida per chi riesce a chiudere un occhio su un'alta dose di trial and error. Infine nota di merito va alla concitata colonna sonora e alla realizzazione grafica, con effetti di slow motion e parallasse a rendere più dinamici e gradevoli i livelli.
Voto: 8

From Cheese

Disponibile per: iPhone, iPad, Android | Versione testata: iPhone
Link App Store (0,89€) | Link Samsung Apps (Gratis)

Dopo l'ottima trasposizione digitale del gioco di carte Bang!, il team beneventino Spin Vector porta su iPhone, iPad e dispositivi Android From Cheese, un casual game colorato e divertente, all'apparenza simile a SPY mouse ma che si diversifica in maniera intelligente. App però! - Made in Italy Come nel gioco di FireMonkeys, lo scopo è condurre un piccolo topo a un pezzo di groviera posto all'altro capo di un labirintico livello, cercando di risolvere enigmi e superare i pericoli lungo il percorso, come gatti affamati e ratti dispettosi. La differenza sta nel fatto che, anziché tracciare il percorso dal protagonista al formaggio, viene chiesto di fare l'inverso, trascinando la traccia di profumo del succulento premio verso il piccolo roditore. Questo porta a procedere a ritroso e riflettere "al contrario", complicando le cose quando si tratta di dover attivare interruttori lungo il percorso e, allo stesso tempo, cercare di non farsi acciuffare dai nemici. Qualche volta i controlli non troppo precisi portano a bisticciare con qualche parete, ma un particolare sistema di "rewind" permette di correggere eventuali errori. Più si prosegue nei 48 livelli e più elementi vengono introdotti, e nota di merito va anche alle breve scene d'intermezzo ottimamente disegnate.
Voto: 8

PattyCombat

Disponibile per: iPhone | Versione testata: iPhone
Link App Store (Gratis)

Sviluppato dal team indipendente Balzo, PattyCombat è un buffo e originale rhythm game che sfida i giocatori nella tradizionale arte del battimani. App però! - Made in Italy Avete letto bene: nel gioco si affrontano, uno alla volta, nemici sempre più abili nel battere e alternare le mani. Attraverso rapidi e precisi tocchi sullo schermo bisogna così rispondere colpendo i loro palmi, ma tutto è reso molto più originale e coinvolgente dal fatto che i "colpi" degli avversari arrivano a ritmo di musica, seppur seguendo uno schema preciso. Il trucco sta nel memorizzare le sequenze di battimani di ciascun avversario, ma chiaramente più l'avversario è abile e più queste diventeranno complesse. Graficamente colorato e piacevole, PattyCombat è caratterizzato da una selezione di personaggi ispirati tutti a icone della cultura pop, come Chun-Li, Bud Spencer e Crocodile Dundee, ognuno dei quali sfoggia una serie di tecniche uniche. Il titolo permette di essere giocato gratuitamente dall'inizio alla fine, ma se non si vuole ricominciare da capo ad ogni sconfitta è necessario spendere delle monete ottenibili attraverso acquisto in app.
Voto: 7.5

Fruitiny

Disponibile per: iPhone | Versione testata: iPhone
Link App Store (0,89€)

Estremamente semplice ma ben presentato, Fruitiny è un gioco di memoria dei più tradizionali. Livello dopo livello ci si trova davanti a una serie di tessere contenenti un particolare frutto, e una volta che questi verranno coperti bisognerà ricordare la loro posizione e scoprire quelle dello stesso tipo. App però! - Made in Italy L'idea è ancora più semplificata, perché il gioco si svolge completamente "in tempo reale" e senza divisione in turni, col giocatore che può trascinare il dito sulle tessere per scoprire momentaneamente cosa nascondono. L'ideale sarebbe quindi memorizzare quante più tessere possibili dello stesso tipo per eseguire lunghe combo e ottenere punteggi più elevati. Prevedibilmente vengono via via aggiunti nuovi frutti, ma in certi livelli dei fastidiosi vermi si nascondono tra le tessere, rendendo più difficile scovare e memorizzare dove si trova la frutta utile. L'idea insomma è semplice, quasi banale, ma tutto funziona bene ed è caratterizzato da una grafica colorata e assai piacevole.
Voto: 6.5

Derat Inc.

Disponibile per: iPhone, iPad, Android, Windows Phone 7 | Versione testata: iPad
Link App Store (0,89€) | Link Google Play (0,99€) | WP7 Marketplace (0,99€)

Come Fruitiny, anche Derat Inc. parte da un'idea assai semplice, apparentemente ispirata al classico Ghostbusters per C64: al servizio della Derat, un'agenzia che si occupa di disinfestare le case dai roditori, lo scopo del giocatore è quello di inviare i suoi furgoni verso gli edifici in allarme. App però! - Made in Italy In caso di infestazione, un punto esclamativo comincia a lampeggiare sulla casa o sulla fabbrica in questione, e l'utente deve semplicemente selezionare il furgone più vicino e la sua destinazione. Man mano la difficoltà aumenta, la frequenza di infestazioni cresce e il giocatore ha sempre meno tempo per svolgere le sue azioni. Senza dubbio si tratta di un gameplay abbastanza ripetitivo, sebbene il team Bumblebee Studios abbia provato ad aggiungere un pizzico di varietà attraverso una serie di power-up, piccole variazioni nelle meccaniche e scontri con boss: in questo caso, oltre a badare all'infestazione cittadina, l'utente dovrà usare i furgoni "a riposo" per eliminare un gigantesco topo aggrappato a un grattacielo in pieno stile King Kong.
Voto: 6.5

Rubbish!

Disponibile per: iPhone, iPad | Versione testata: iPad
Link App Store (2,69€)

Non lasciatevi ingannare dallo screenshot qui a lato: nonostante una grafica un po' rustica, Rubbish! è un simpatico e vivace gioco il cui scopo è educare alla corretta raccolta differenziata dei rifiuti attraverso meccaniche semplici ma divertenti. App però! - Made in Italy Nel corso di una lunga serie di livelli, il giocatore è chiamato a depositare i diversi rifiuti all'interno del giusto cassonetto, trascinandoli e posizionandoli su un apposito rullo trasportatore. Aiutato solo in certe occasioni dai colori degli oggetti, l'utente deve sbrigare questo smistamento nel minor tempo possibile, e in questo caso la sfida è data proprio dall'aumento graduale della difficoltà: i rulli trasportatori vanno sempre più veloci, i camion depositano sempre più rifiuti, e riuscire a non farli cadere o a non sbagliare cassonetto diventa via via più complesso. Ad aggiungere un minimo di varietà, oltre ad ambientazioni diverse con differenti tipologie di rifiuti, ci pensa un sistema di potenziamenti e di abilità speciali: ogni cassonetto ne ha una, spaziando dall'eliminare l'inquinamento sul prato al rallentare i rulli per un certo periodo di tempo.
Voto: 6.5

TI POTREBBE INTERESSARE