Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #29 

Questa settimana parliamo di nuove CPU, di monitor UltraWide e di frequenze di aggiornamento

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

JEDEC ha ufficializzato le specifiche della memoria impilata HBM2 confermando tutte le indiscrezioni che ci sono arrivate durante il 2015. Le nuove memorie, che presumibilmente troveremo montate sulle GPU di fascia alta dell'ormai imminente nuova generazione, avranno una banda di almeno un terabyte per secondo e potranno arrivare a 32GB. Appare improbabile che i giochi in arrivo nel prossimo futuro richiedano schede con un tale quantitativo di VRAM ma il superamento del limite di 4GB delle memorie HBM1 è molto importante vista la virata del settore verso il 4K, che potrebbero diventare 8K prima della fine del ciclo delle GPU di prossima generazione. Nel frattempo la maggior parte dei giocatori resta fedele al 1080p e una parte ha deciso di intraprendere una transizione graduale per non rinunciare ai 120Hz o 144Hz, che hanno un peso nel caso di titoli particolarmente convulsi. Assembla che ti Passa #29 Una scelta possibile per seguire questa strada è rappresentata dal QHD, ma c'è chi pensa che il futuro sia nell'UltraWide da 2560x1080 che offre un paio di opzioni interessanti. In commercio c'è già il BenQ XR3501 curvo da 35 pollici che arriva a 144Hz ma si accontenta di 4ms di tempo di risposta e costa un sacco. Il pannello di tipo VA è studiato per combinare i vantaggi di TN o IPS offrendo un ottimo angolo visuale e neri eccellenti, ma dal punto di vista del tempo di risposta ha qualche problema. Speriamo che le cose vadano meglio con l'Acer Predator Z35 che dovrebbe montare lo stesso tipo di pannello per un monitor curvo, sempre da 35 pollici, la cui peculiarità è quella di raggiungere, almeno stando alle promesse di Acer, i 200Hz effettivi via overclock. Il tempo di risposta è sempre di 4 millisecondi e il prezzo è sempre elevato, con un cartellino del prezzo da oltre 1000 euro che lo rende una scelta di lusso, non proprio adatta per una transizione indolore. Inoltre con l'arrivo di GPU più potenti potrebbe valere la pena aspettare l'evoluzione dei pannelli 3.440x1.440, che tra l'altro potrebbero già risultare più appetibili per chi non ha bisogno di frame rate estremi. D'altronde pur accontentandosi di 60Hz il Samsung S34E790C, sempre curvo e sempre con 4ms di tempo di risposta, offre una qualità d'immagine maggiore comprimendo molti più pixel in un pannello più piccolo e costa poco meno del summenzionato Acer Predator. Aspettare, comunque, potrebbe non essere una cattiva idea visto l'anno pieno di novità e di trasformazioni che ci aspetta. Le nuove GPU si avvicinano a grandi balzi e all'orizzonte si stagliano anche i nuovi microprocessori AMD. Assembla che ti Passa #29 Purtroppo dovremo aspettare la fine dei dodici mesi prima di vedere all'opera le CPU della nuova serie Zen, che promettono di recuperare il gap rispetto alle CPU Intel adottando il Simultaneous Multithreading. I nuovi chip, nome in codice Summit Ridge, arriveranno prima per i desktop di fascia alta seguiti dalle versioni server in arrivo a inizio 2017. Lisa Su, CEO di AMD, ha parlato di un ritorno nel campo del mercato dei desktop a alte performance e l'affermazione potrebbe trovare un riscontro nella realtà. Il balzo prestazionale, stando alle ripetute promesse della compagnia, sarà del 40% per ciclo rispetto alle CPU Excavator e l'architettura Zen vedrà anche un balzo nel processo produttivo, dai 28 nanometri precedenti ai FinFET a basso consumo da 14 nanometri, raggiungendo le CPU Intel in termini di miniaturizzazione. Parallelamente AMD ha confermato il prevedibilissimo supporto per le DDR4 e possiamo supporre una conta dei core simile a quella delle CPU AMD attuali. Nel caso in cui nuove librerie mantengano tutte le promesse, potremmo trovarci davvero di fronte a prodotti da non sottovalutare anche se l'uscita a fine anno lascia ancora spazio a Intel che con le CPU Cannonlake, revisione "die shrink" di Skylake in arrivo nel 2017, punta già ai 10 nanometri. Ma anche se Intel può fare affidamento sulle proprie fonderie e su anni di vantaggio, non è detto che AMD non sia già pronta alla risposta grazie agli accordi stipulati con Samsung. Dopo aver parlato di GPU, monitor e CPU non resta che dare un'occhiata al mondo della realtà virtuale, scommessa dell'industria elettronica e motivo di discussione per parecchi appassionati. La notizia del momento riguarda l'assunzione da parte di Apple di Doug Bowman, ex direttore del centro per l'interazione uomo-macchina della Virginia Tech University. Esperto di realtà virtuale e interfacce tridimensionali, Bowman ci conferma che anche Apple sta lavorando attivamente alle nuove tecnologie visive anche se tempistiche e segretezza fanno pensare che la mela morsicata stia aspettando di capire quali direzioni possa prendere questo mercato, prima di metterci effettivamente piede.

Configurazione Budget

La configurazione entry level è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Questa settimana restiamo nella zona del 1080p con pochi compromessi ma lo facciamo con una soluzione a basso consumo.

Dopo un piccolo esperimento, una configurazione votata al risparmio di spazio e una orientata ai bassi consumi torniamo alla corte dell'FX-6300, anche a causa di un rialzo nei prezzi dell'FX-6350, che ci consente anche di tagliare qualche euro alla voce motherboard. Teniamo invece la GTX 960 che nella versione base targata MSI è ancora reperibile intorno ai 190 euro più spese di spedizione.

Conservando la scheda video i consumi restano bassi e non c'è bisogno di andare oltre all'XFX da 450W con efficienza 80+ Bronze. Chiudiamo quindi con i consueti 4GB di memoria espandibili con una spesa minima e con l'abituale Zalman Z3 ricordando che l'eliminazione del lettore ottico consente di ridurre ulteriormente la spesa.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 105.00
AMD FX-6300
SCHEDA MADRE € 55.00
ASUS M5A78L-M/USB3
SCHEDA VIDEO € 185.00
MSI GeForce GTX 960 2GB
RAM € 30.00
G.SKill Ripjaws 4GB DDR3 (F3-12800CL9D-4GBRL)
ALIMENTATORE € 50.00
XFX TS Series P1-450S-GREN 450W 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda Sata III 1TB (ST1000DM003)
CASE € 35.00
Zalman T3 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 520.00

Configurazione Gaming

Nella fascia media di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

La possibilità di acquistare un visore tridimensionale non è da darsi per scontata, soprattutto in vista della spesa elevata, ma è comunque da tenere in considerazione in forza dei risvolti potenzialmente rivoluzionari di questa tecnologia. Per questo saliamo con il processore ai requisiti minimi pubblicati da Oculus Rift ma non ci accontentiamo della GTX 970 nella speranza di poter fruire al meglio anche di alcuni titoli non sviluppati appositamente per lo store di Oculus o Steam VR.

Il prezzo della R9 390X alza il tiro di questa configurazione ed è risalito di qualche euro ma grazie al taglio ufficiale la scheda AMD resta un'opzione decisamente golosa, più economica della GTX 980, forte di 8GB di frame buffer e reperibile al di sotto dei 450 euro anche in alcune versioni overclockate. Purtroppo il fabbisogno energetico ci costringe a spendere qualche euro in più nell'alimentatore rispetto alla nostra configurazione tipo. Possiamo però continuare a risparmiare su memoria e case anche se in questo caso la decisione finale dipende dai gusti e alle necessità dell'acquirente.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 205.00
Intel Core i5-4590
SCHEDA MADRE € 90.00
Asus H97-PLUS
SCHEDA VIDEO € 440.00
Sapphire R9 390X Nitro 8192MB GDDR5
RAM € 45.00
Corsair Vengeance Blue DDR3 8GB 1600MHz
ALIMENTATORE € 100.00
XFX TS Series P1-750S-NLB9 750W 80+ Bronze
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda Sata III 1TB (ST1000DM003)
CASE € 50.00
Corsair Carbide Series SPEC-01 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 985.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Con un taglio di 150 dollari la R9 Nano è un'opzione golosa anche per configurazioni non Mini-ITX, costa qualche euro in meno della R9 Fury e vince anche nei consumi. Puntando al 4K il limite dei 4GB di memoria HBM causa qualche problema ma questa settimana puntiamo a performance extra in UltraWide con refresh elevato o con i visori di punta.

La R9 Nano ha tutte le carte in regola per cavarsela bene in entrambi i summenzionati casi lasciando abbastanza respiro all'alimentatore per non dare problemi in caso di overclock. A questo proposito, con il ritorno al compatto ma spazioso Carbide Air 540, possiamo tornare a un dissipatore di fascia alta.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 525.00
Intel Core i7-6700K + Corsair H100i
SCHEDA MADRE € 175.00
Gigabyte Z170A Gaming 5
SCHEDA VIDEO € 510.00
Sapphire Radeon R9 Nano
RAM € 120.00
G.SKill Ripjaws V 16GB Kit DDR4-3000 CL16
ALIMENTATORE € 150.00
XFX XTR Series P1-750B-BEFX 750W 80+ Gold
HARD DISK € 150.00
Hitachi Travelstar 7K1000 SATA III 1TB / Samsung 850 EVO 250GB M.2
CASE € 130.00
Corsair Carbide Air 540
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1775.00

Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo di monitor, memorie video e promesse targate AMD