HitmanHitman: tre tecniche di uccisione complesse 

In questo speciale abbiamo identificato alcune delle tecniche di assassinio più singolari o articolate che possono essere sfruttate nel primo episodio del gioco

Dopo aver recensito il primo episodio del nuovo Hitman abbiamo deciso di ingannare l'attesa in vista della prossima puntata - prevista per il mese di aprile - selezionando alcune delle tecniche di assassinio più complesse o singolari che possono essere messe in pratica durante questa prima porzione dell'esperienza di gioco. Come abbiamo già detto in precedenza IO Interactive sembra essere riuscita a riproporre lo spirito della serie anche attraverso questa particolare suddivisione in sette atti. La quantità di variabili nell'esecuzione degli assassini e l'esaltazione della fantasia da parte del giocatore sono senza dubbio tra i momenti chiave e consentono scelte e ragionamenti di ampio respiro. Hitman: tre tecniche di uccisione complesse Come da tradizione le sparatorie fini a sé stesse non conducono da nessuna parte, si viene stimolati a scovare soluzioni intelligenti e ad evitare il confronto diretto con gli NPC appartenenti alla sicurezza, ricorrendo a travestimenti e inganni. Durante la messa in pratica di queste fantasiose tecniche di abbattimento degli obiettivi abbiamo apprezzato anche le dinamiche di dialogo e di indagine, che possono coinvolgere a vario titolo tutti i personaggi presenti all'interno della mappa. Uno degli scopi ricercati in questo Hitman è infatti legato alla sperimentazione del medesimo incarico tramite una miriade di sfaccettature differenti, nell'intento di stimolare il giocatore a testare tutte le possibili tecniche di eliminazione e a migliorare il proprio livello di professionalità, ottenendo accesso ad equipaggiamenti migliorati e a nuove zone della mappa dalle quali poter iniziare la missione. Si sa, quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare, ed è innegabile che la possibilità di ottenere formule sempre più articolate di esecuzione del proprio incarico dona un senso di soddisfazione e invoglia al completamento, per lo meno in attesa di poter mettere le mani sui contenuti futuri.

In Hitman il medesimo bersaglio può essere approcciato con decine di strategie differenti.

Morte per procura

La sfida Morte per Procura può essere completata durante la prova finale della missione tutorial, nella quale si ha il compito di eliminare la spia Jasper Knight sfruttando l'intervento accidentale di un altro personaggio. Dopo aver individuato l'opportunità da un dialogo avvenuto tra due agenti presso la reception situata al piano terra, si apprende che il piano di fuga è in attesa di essere consegnato per una consultazione privata. Hitman: tre tecniche di uccisione complesse Nei documenti vengono illustrati tutti i passaggi della missione e la futura residenza dove Knight potrà rifugiarsi una volta arrivato sano e salvo in Unione Sovietica. Una guardia preposta è in attesa che un soldato ritiri la cartella con i documenti fotografici, quindi il giocatore ha il compito di recuperare una divisa sovietica per riuscire a sottrarre con successo il materiale e portarlo nell'ufficio situato al piano di sopra senza destare sospetti. Una volta posizionate le diapositive sul proiettore bisogna attendere che l'agente del KGB si metta a discutere con Knight, ed è in questo momento che l'Agente 47 dovrà preoccuparsi di staccare il generatore di corrente che alimenta l'apparecchio. Mentre il bersaglio cerca di mettere le mani sul dispositivo per farlo ripartire si hanno due opzioni: decidere di riavviare in prima persona il quadro d'alimentazione, oppure lasciare che sia l'agente del KGB a friggere incautamente il suo assistito e ad addossarsi la responsabilità dell'accaduto. In questa seconda ipotesi l'uscita dalla mappa avverrà sul velluto, dal momento che nessuno dubiterà della vostra presenza. Il livello di complessità di questa sfida è senza dubbio inferiore rispetto alle altre due tecniche di cui parleremo nei prossimi paragrafi, ciò nondimeno ci è piaciuta l'idea di poter terminare l'incarico grazie alla mano altrui.

Foto esplosiva

La sfida Foto Esplosiva può essere selezionata nella mappa di Parigi e ed è realizzabile sfruttando un'intervista che Viktor Novikov intende concedere nel corso della sfilata. Scegliendo questo tipo di opportunità l'Agente 47 può approfittare di una giovane e inconsapevole fashion blogger e scoprire il luogo in cui si terrà l'incontro. Tuttavia il completamento dell'incarico richiede una serie di passaggi, innanzitutto il recupero di un nuovo obiettivo per la telecamera, visto che quello in possesso della ragazza si è accidentalmente danneggiato. Hitman: tre tecniche di uccisione complesse Per riuscire a recuperare l'oggetto non si deve far altro che uscire nel cortile laterale alla struttura ed eludere la sicurezza, recuperando un travestimento adeguato. A questo punto è possibile avvicinarsi al furgone dell'emittente PRX4 e rubare un obiettivo funzionante senza farsi notare dai due operatori. Prima di consegnare l'oggetto alla giornalista è però necessario collocare dell'esplosivo telecomandato all'interno della telecamera. Per farlo bisogna aver raggiunto il livello di professionalità 20 nella mappa di Parigi, rendendo già selezionabile il dispositivo durante il briefing che precede la missione. In alternativa ci si deve dirigere all'ultimo piano dell'edificio e recuperare un controller di esplosione remota, collocato in prossimità di alcuni schermi della sicurezza. Dopo aver inserito l'esplosivo e consegnato l'obiettivo alla ragazza, non si dovrà far altro che attendere l'inizio dell'intervista. Nel momento in cui partiranno le riprese è consentito decidere se attendere che la blogger si sposti qualche metro più in là per risparmiarle la vita, oppure badare al sodo e levare velocemente i tacchi alla ricerca di Margolis.

In bella vista

Tra tutte le opportunità presenti nella mappa di Parigi, In Bella Vista è probabilmente l'incarico che abbiamo apprezzato di più. Per portarlo a termine è necessario individuare il dossier dello spettacolo pirotecnico che è in programma al termine dell'evento, al solo scopo di avviarlo in anticipo e attirare entrambi gli obiettivi allo scoperto. Ma non è tutto: viene richiesto di eliminare Dalia Margolis e Viktor Novikov utilizzando un fucile di precisione e impiegando non più di dieci secondi. Come se non bastasse è anche necessario non essere mai individuati dall'inizio alla fine dell'incarico. Hitman: tre tecniche di uccisione complesse Per avere successo bisogna innanzitutto dirigersi presso i giardini posteriori della tenuta e individuare la documentazione inerente lo spettacolo. I fuochi sono posizionati all'interno di una chiatta sulla Senna e vanno attivati mediante un detonatore. Dirigendosi al primo piano, in prossimità della passerella dove stanno avvenendo le sfilate, si può entrare in possesso del dispositivo, ma prima bisogna eludere la presenza di due tecnici delle luci. Terminata con successo anche questa fase è necessario entrare in possesso di un fucile da cecchino e identificare un luogo strategicamente idoneo per avere linea di tiro sui due bersagli, tenendo presente che ci saranno soltanto pochi secondi di tempo per terminare il compito. Il punto più adatto è una gru posizionata nei pressi del fiume. Per arrivarci è necessario recuperare dei grimaldelli e scassinare il cancello di ingresso, avendo cura di non essere notati dalle ronde presenti nelle vicinanze. Prima però è indispensabile recuperare il fucile Jaeger 7, situato presso un piccolo edificio dove vengono conservati degli attrezzi. In alternativa è anche possibile selezionare l'arma già all'inizio della missione, a patto di aver conseguito almeno il livello 5 di professionalità. Dopo aver terminato con successo tutte queste operazioni è il momento di salire in cima alla struttura, azionare lo spettacolo pirotecnico e quindi attendere che Margolis e Novikov escano allo scoperto. La donna si presenterà sulla terrazza dell'ultimo piano, mentre il leader della Sanguine comparirà al piano terra, imprecando con gli addetti della sicurezza. A quel punto il gioco è fatto, due colpi ben assestati termineranno l'opera e ci si potrà dirigere con nonchalance verso la barca posteggiata al molo o verso l'elicottero posizionato al centro del giardino per uscire vittoriosi dalla mappa.