Editoriali7 franchise per la realtà virtuale 

Abbiamo immaginato alcune serie che non dovrebbero proprio mancare su un visore!

La realtà virtuale sembra avere tutti i crismi per essere il prossimo naturale passo dell'intrattenimento videoludico, o almeno stiamo assistendo da una risposta da parte degli sviluppatori veramente molto forte. In molti hanno deciso di investire nel mercato dei visori, a partire da Valve, passando per Oculus Rift fino alla proposta Sony, chiamata PlayStation VR. Da parte nostra però ci siamo chiesti quali sono i franchise con le maggiori potenzialità per essere vissuti con un visore di realtà virtuale, nell'attesa di vedere gli sviluppi di questa tecnologia, soprattutto quanto sarà in grado di fare presa sull'utenza. Qui sotto trovate le nostre sette scelte.

Abbiamo pensato a sette franchise particolarmente adatti per la realtà virtuale

Dead or Alive

Se la regola con le procaci quanto bellissime ragazze della celebre saga di Team Ninja era quella del guardare e non toccare, dopo gli sperimenti oltraggiosi con le funzioni touch della versione PlayStation Vita di Dead or Alive Xtreme 3 siamo pronti per un vero passo evolutivo. Quindi visore in testa e mani ben protratte in avanti, ovviamente per scagliare cazzotti a destra e manca, o fare una bella strage di zanzare. Obbligatoria in tal senso sarebbe l'inclusione di una modalità galleria interattiva, dove poter gustarsi le migliori scene della serie a fianco di icone come Christie, Ayane e Kasumi. Dal momento che sappiamo già che Tekken riceverà il supporto per PlayStation VR, chiediamo a Koei Tecmo la par condicio per portarci anche la saga di Dead or Alive! 7 franchise per la realtà virtuale

Mirror's Edge

Probabilmente uno dei franchise più stimolanti per essere interpretato coi parametri della realtà virtuale, anche per l'utilizzo ingegnoso della visuale in prima persona per proporre qualcosa di diverso. Mirror's Edge sarebbe davvero l'occasione ideale per calarci in tutti i sensi nei panni della bella Faith, lanciandoci da altezze vertiginose sotto cieli tersi e ambientazioni splendidamente asettiche. Il futuro sarebbe un po' meno distopico con un HTC VIVE o PlayStation VR, specie nella prossima incarnazione della serie DICE, chiamata Miror's Edge Catalyst. Quest'ultima è anche una specie di reboot del primo capitolo, quindi non verrebbe lasciato niente alle spalle. A dire il vero un gruppo di fan sta già lavorando per aggiungere il supporto Oculus Rift al titolo originale, quindi, cara Electronic Arts, non stare con le mani in mano. 7 franchise per la realtà virtuale

Fallout

Inutile aggiungere che un altro nome che stimola i nostri più malsani desideri virtuali è quello di Fallout, la saga post apocalittica di Obsidian, passata nelle solide mani di Bethesda a partire dal terzo capitolo (anche se Obsidian è tornata a trovarci con lo spin-off New Vegas). Essendo la serie ancora principalmente legata alla visuale in prima persona, anche nell'ultima incarnazione, l'aggiunta per il supporto ai visori sarebbe una vera ciliegina sulla torta. Vivere la Zona Contaminata con i nostri occhi e interagire con la sua bizzarra fauna rappresenterebbe un'esperienza da brividi, mentre gli incontri con i terrificanti Deathclaw vere e proprie cause di arresti cardiaci. Il supporto alle mod arriverà anche su console per Fallout 4, sarebbe davvero fantastico annoverare anche quello per PlayStation VR, che ne dici Bethesda?

The Last Guardian

Non poteva mancare il candidato più o meno improbabile, non solo per la sua stessa natura ambigua. The Last Guardian esiste davvero? Sony giura di sì ed è pronta a dimostrarcelo nel corso di quest'anno, ma l'ultima fatica di Fumito Ueda sarebbe davvero perfetta anche per PlayStation VR, un "gimmick" coi fiocchi. Forse però sarebbe troppo pretendere di far giocare l'utente con l'ausilio della visuale in soggettiva, ma abbiamo pensato a una serie di implementazioni alternative piuttosto stuzzicanti: cosa ne dite di una modalità turista virtuale, che permetta di visitare liberamente le rovine e le varie ambientazioni vagamente oniriche di Ueda? Potrebbe essere anche l'occasione per recuperare i precedenti lavori del designer, come Shadow of the Colossus o il mitico e mai dimenticato ICO. Prendi nota Sony. 7 franchise per la realtà virtuale

Grand Theft Auto

Scommetto che avete già intuito i motivi dell'inclusione della serie di Grand Theft Auto in questa lista dedicata alla realtà virtuale; Rockstar ha inserito una delle feature più esaltanti degli ultimi anni nella versione current-gen del quinto capitolo, una visuale in soggettiva in grado di funzionare sorprendentemente bene. L'esperienza è stata sensibilmente rivoluzionata dopo questa aggiunta, tanto da giustificare anche un secondo giro per chi lo aveva già giocato. La rinnovata profondità si riflette soprattutto nelle sezioni di guida e un rinnovato realismo, pensate tutto questo vissuto da un visore di realtà virtuale come Oculus Rift. L'implementazione potrebbe arrivare attraverso un DLC per Grand Theft Auto V, oppure diventare nativa nel sesto capitolo, di cui sappiamo essere iniziati i lavori. Sognare non fa mai male, nell'attesa che Rockstar decida di trasformare questo sogno in realtà. 7 franchise per la realtà virtuale

Far Cry

Non poteva mancare la serie di Far Cry nella nostra lista desideri per la realtà virtuale. Il franchise Ubisoft ha sempre fatto della visuale in soggettiva la forza principale dell'esperienza, per spedirci in luoghi sempre più selvaggi e improponibili, ma estremamente affascinanti dal desiderare di consumarne ogni dettaglio con lo sguardo. Pensate con un bel visore. Un nuovo capitolo pensato particolarmente per trarre il meglio da PlayStation VR od Oculus Rift sarebbe già magnifico, ma ci accontentiamo anche di un aggiornamento per il particolare Far Cry Primal, l'iterazione preistorica che ci mette nei panni di Takkar. 7 franchise per la realtà virtuale

Call of Duty

Chiudiamo questa carrellata di franchise ideali per un passaggio nella realtà virtuale con un l'intramontabile, immancabile e interminabile serie di Call of Duty, che ci fa compagnia ogni anno portandoci in scontri bellici sempre più esasperati e spettacolari. Il nuovo capitolo in uscita promette addirittura di mandarci nello spazio, con una serie di avventure in salsa sci-fi, il tutto passando dalle interpretazioni futuristiche di Call of Duty: Advanced Warfare e Call of Duty: Black Ops III. Ci siamo? Cominciate a pensare il tutto considerandolo dagli occhi di un visore. L'esperienza potrebbe toccare nuove vette di esaltazione o imbarazzo, a seconda dei casi, concretizzando il desiderio più o meno recondito di ogni amante dei first person shooter, calarsi completamente in un conflitto. Non riusciamo a non pensare un'implementazione VR per il nuovo capitolo, chissà se Activision ha in serbo qualche sorpresina.

TI POTREBBE INTERESSARE