Weapons of Mythology - New Age -Guerra tra fazioni 

Weapons of Mythology - New Age - ci porta dentro il fantasy

Weapons of Mythology - New Age - per PlayStation 4
In digital delivery su PlayStation Store

Iniziamo dalle basi che non fanno mai male, anche perché stiamo parlando di un titolo poco conosciuto: Weapons of Mythology - New Age - è un MMORPG free-to-play fantasy in fase beta, che è possibile scaricare dal sito ufficiale e da Steam. Guerra tra fazioni Attualmente la versione Steam è solo a pagamento, ma con l'uscita dalla fase beta dovrebbe diventare anch'essa accessibile gratuitamente. Chi decidesse di optare per un pacchetto di accesso a pagamento otterrebbe una certa quantità di oro iniziale, una cavalcatura, una skin eslcusiva, il martello Mjölnir, Il Libro delle Rivelazioni, e degli animali (tipo i "pet" di un qualsiasi MMO, ecco) anche se questi ultimi sono disponibili solo con il pacchetto più costoso. Il gioco racconta la storia di una guerra per un'antica e potente reliquia, combattuta durante il periodo dei regni combattenti. Due fazioni contrapposte, i Chu e gli Han, vogliono arrivare al potere. Per loro combattono due sette di individui dai poteri incredibili gli Zhan e gli Jie. In realtà la storia cinese ci parla di sette stati che, tra il 453 a.C. e il 221 a. C. combatterono per la supremazia dell'antica Cina: Han, Wei, Zhao, Qi, Qin, Yan e Chu, ma non aspettatevi alcuna pretesa di realismo storico da Weapons of Mythology - New Age - (dovreste averlo già capito quando abbiamo citato il Mjölnir), visto che a livello stilistico è un fantasy molto classico. Immaginiamo che in caso di successo gli altri stati saranno utilizzati per qualche espansione, ma non possiamo darlo per scontato. Pertanto torniamo alla nostra reliquia e alla guerra tra Chu e Han. Gli scontri si fanno sempre più aspri, i morti si moltiplicano e la situazione è ormai critica. Ad approfittare del caos arrivano anche i Morkans, una razza antica e malvagia, che esce allo scoperto e inizia a spargere il terrore tra la cittadinanza già in ginocchio. Ai giocatori spetta il compito di combattere la fazione avversa, fermare i Morkans e ritrovare la reliquia per ottenere il potere assoluto. Più facile a dirsi che a farsi.

Abbiamo provato Weapons of Mythology - New Age -, un interessante MMORPG free-to-play per PC e console

Personaggi e personalizzazione

Weapons of Mythology - New Age - inizia con la classica creazione del personaggio. L'editor è simile a molti altri visti negli MMO orientali. Guerra tra fazioni Possiamo quindi scegliere il sesso, l'aspetto, la classe e alcune caratteristiche del nostro avatar. In particolare spicca la buona quantità di opzioni di personalizzazione. Non siamo ai livelli di Black Desert Online, ma non ci si può lamentare, soprattutto vista la natura free-to-play del titolo. Avviato il gioco vero e proprio ci ritroviamo nell'area tutorial, dove ci vengono spiegati i controlli base. Weapons of Mythology - New Age - presenta un tipico schema da gioco di ruolo d'azione, adattissimo ai controller (uscirà anche su Xbox One e PlayStation 4). Abbiamo quindi il tasto per saltare, quello per attaccare, quello per interagire e così via. Le diverse abilità a disposizione, differenti a seconda della classe selezionata, abbracciano tutte le possibilità solitamente offerte da un MMO. Quindi aspettatevi attacchi mirati e d'area, abilità di supporto e di guarigione e così via. Il sistema di combattimento è abbastanza dinamico e sembra anche essere la parte migliore del gioco, soprattutto in presenza di nemici molto forti o di scontri di massa. Il massimo lo si ottiene ovviamente nelle istanze, quando si lotta e si saccheggia insieme ad altri giocatori, ma nelle fasi iniziali è possibile starsene tranquillamente da soli per fare pratica e salire un po' di livello.

Tempistiche e lingua italiana

Attualmente Weapons of Mythology - New Age - è nella prima fase beta. La pubblicazione è attesa per il quarto quarto di quest'anno. Fortunatamente il gioco sarà tradotto anche in lingua italiana, caratteristica che sappiamo essere determinante per molti di voi per decidere se acquistare o meno un gioco (in questo caso lo si può provare gratuitamente, quindi è ancora meglio).

Primi passi

Superato il tutorial si accede alla prima città dove è possibile parlare con vari personaggi e ottenere qualche missione basilare. Ci viene spiegato anche il sistema di assegnazione delle abilità ai vari profili intercambiabili durante il gioco. La prima cosa da fare è ripulire un campo coltivato da alcuni mostriciattoli. Il compito si rivela meno semplice del previsto, anche per nostra incapacità. Comunque è solo l'inizio. Guerra tra fazioni In generale il livello di sfida di Weapons of Mythology - New Age - non è basso. Anzi, in alcuni frangenti il gioco è davvero difficilotto. Per semplificarsi la vita c'è bisogno di equipaggiamento, ma l'equipaggiamento costa. Come tradizione vuole, è possibile accumulare moneta giocando oppure usane soldi veri per acquistarla. La prima opzione consente di prendere molto dell'equipaggiamento base, ma per quello migliore ci vuole tempo. La scelta migliore è, come al solito, capire quanto si è coinvolti dal gioco e quindi scegliere di conseguenza: se ci si passano molte ore al giorno può valere la pena spenderci qualcosa su per giocare meglio. Soprattutto le cavalcature fanno davvero comodo. Comunque ci si può divertire per molte ore anche senza spendere nulla. I nemici sono di vario genere: si va da creature minute e apparentemente indifese come dei coniglietti mutanti (in realtà cattivissimi), ad altre più importanti come demoni, stregoni e così via. Il campionario fantasy c'è tutto, insomma. Particolare menzione meritano i boss, alcuni davvero grossi come l'Hydra o una volpe a tre code. La parte più debole di Weapons of Mythology - New Age - sembra essere quella tecnica, con la grafica che ci riporta indietro di qualche anno e che non è confrontabile con, ad esempio, quella delle ultime versioni di World of Warcraft o quella del già citato Black Desert Online. Diciamo comunque che essendo un MMORPG free-to-play possiamo accontentarci.

Certezze

  • L'accesso è gratuito (sul sito ufficiale)
  • Alcuni scontri sono ben fatti
  • Molte cose da fare

Dubbi

  • Tecnicamente datato