Come giocare con PlayStation Now in Italia  107

Una breve ma approfondita guida per utilizzare il servizio di Sony anche sul nostro territorio

SPECIALE di Pierpaolo Greco   —  4 mesi fa
SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Requisiti minimi per usare PlayStation Now

Processore: Intel Core i3 a 2.0 GHz; raccomandato Intel Core i3 a 3.5 GHz o AMD A10 a 3.8 GHz
RAM: 2 GB
Hard Disk: 300 MB di spazio libero
Sistema operativo: Windows 7 (SP1), 8.1 o 10
Una qualsiasi scheda video, scheda audio e una porta USB per il joypad

Oltre alla componentistica del vostro PC è essenziale avere una buona larghezza di banda per utilizzare al meglio il servizio senza lag o artefatti grafici eccessivi. Ufficialmente è richiesta una velocità in download minima di 5 Mbps ma, a nostra parere, è essenziale avere almeno una ADSL da 7 Mbps o, addirittura 10 Mbps. Se poi a casa vostra avete addirittura la fibra, ancora meglio.

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato proprio su queste pagine un lungo video in cui vi mostravamo una manciata di videogiochi per PlayStation 4 provati con PlayStation Now su PC, approfittando del recentissimo annuncio di questa importante introduzione. Il filmato, che trovate qui sopra, seguiva a molta distanza temporale un primo contenuto pubblicato quasi un anno fa in cui vi avevamo mostrato per la prima volta l'innovativo servizio di Sony che permette di giocare a una generosa selezioni di titoli PlayStation 3 e, per l'appunto da qualche giorno, anche a uno sparuto numero di giochi PlayStation 4, su qualsiasi PC, pagando soltanto un abbonamento mensile. Il servizio fa il paio, almeno idealmente, con Xbox Game Pass anche se l'approccio è completamente differente. Rispetto al progetto di Microsoft, quello di Sony non richiede alcun tipo di download, al di fuori del piccolo programma necessario al suo funzionamento e ad alcuni driver per il supporto al DualShock, e soprattutto può essere fatto girare praticamente su qualsiasi macchina esistente visto che non richiede alcuna potenza di calcolo. I videogiochi girano infatti in streaming, sfruttando un'architettura proprietaria del colosso giapponese ereditata dall'acquisizione di Gaikai e soprattutto, la libreria che ha da poco superato i 400 titoli, viene costantemente aumentata di alcune unità senza che qualche videogioco esca dalla selezione. Ovviamente non è interesse di questo speciale sottolineare quale delle due visioni sia la migliore e più utile per il giocatore ma c'è di fondo un'importante limitazione che rende PlayStation Now non abile nel partecipare in questa competizione. Almeno sul nostro territorio. Il servizio di Sony infatti, nonostante sia attivo da più di due anni, non funziona in Italia ma, per quello che riguarda l'Europa, può essere utilizzato esclusivamente in Inghilterra, Paesi Bassi e Belgio. Che sia un problema di banda disponibile, di licenze, di server o semplicemente alla base ci siano specifiche ragioni di marketing, purtroppo non ci è dato sapere ma resta soltanto il dato di fatto che nella nostra penisola, PlayStation Now non può essere utilizzato. Almeno non in via ufficiale. Se ci seguite nel resto dell'articolo, vi spiegheremo in pochi passaggi come superare i blocchi geografici per utilizzare tranquillamente il servizio.

Come giocare con PlayStation Now in Italia
L'homepage di PlayStation Now

La VPN

Questo è l'elemento cruciale e anche, necessariamente, il più costoso. Come avveniva con Netflix fino a qualche anno fa, o come qualcuno sa bene se prova a utilizzare Sky Go e altri servizi similari all'estero, PlayStation Now blocca virtualmente l'utente in base alla provenienza del suo traffico internet. È quindi necessario scaricare, installare e utilizzare programmi di servizio VPN. Di cosa si tratta? VPN sta per Virtual Private Network: una rete privata creata da specifiche aziende o gruppi di utenti il cui traffico viene incanalato attraverso server che sono posizionati in diverse nazioni o protetti da cifrature particolari che garantiscono l'anonimato. Una volta che si configura il proprio PC affinché entri a far parte di questa connessione virtuale, la navigazione e l'accesso a tutti i vari servizi viene mascherato permettendo l'aggiramento di tutti i blocchi esistenti. Al momento non c'è una vera e propria normativa che legittima, tutela o impedisce l'uso di questi programmi ma è scontato sottolineare che ci si trova in quel confine grigio in cui è piuttosto difficile dire se si ha ragione o se si è nel torto e per questo motivo vi invitiamo a seguire i nostri consigli essendo ben coscienti dei rischi in cui potreste imbattervi. Esistono sul mercato numerose VPN gratuite che richiedono la visualizzazione di pubblicità oppure hanno durate limitate nel tempo o alterano solo specifici protocolli di traffico ma il nostro consiglio è di utilizzare le soluzioni a pagamento che trovate su internet. Spesso si tratta di pochi euro mensili che vi permettono di essere molto più tranquilli in merito a quello che state per installare sul vostro PC e soprattutto vi consentono di eliminare qualsiasi fase e procedura di configurazione della rete domestica che spesso può portarvi via anche svariate ore.

Come giocare con PlayStation Now in Italia
L'homepage di IPVanish.com

Sono due i programmi che ci sentiamo di consigliarvi: IPVanish o ExpressVPN. Entrambi sono disponibili per PC, Mac, iOS e Android ma, mentre il primo è leggermente più economico (si parte da 10$ al mese), ExpressVPN è molto più semplice da utilizzare e, dopo svariate prove, anche più efficace a nostro parere. Naturalmente questa efficienza si paga: 12,95$ al mese. La differenza sostanziale, oltre che nell'interfaccia dei programmi, è nell'effettiva capacità di mascherare il traffico e, nel caso di IPVanish ci è capitato diverse volte di dover provare svariati server, anche posizionati nella stessa nazione, prima di trovare quello effettivamente funzionante e in grado di essere intercettato in base al posizionamento geografico dichiarato. Con ExpressVPN invece, al primo tentativo tutto è funzionato alla perfezione. Una volta installato il programma preferito e l'estensione per il browser internet che si utilizza per navigare, basta semplicemente scegliere un server localizzato in uno dei tre paesi supportati da PlayStation Now e passare al punto successivo di questa guida.

Come giocare con PlayStation Now in Italia
L'homepage di ExpressVPN.com

Creazione dell’account

A questo punto dovete creare un account ex novo su PlayStation Network. Non è infatti possibile utilizzare il vostro normale utente perché è necessario che la residenza sia in uno dei tre paesi compatibili. Questo vuol dire che dovrete visitare il sito ufficiale del servizio in base alla nazionalità che volete simulare. Se, ad esempio, avete intenzione di utilizzare un server della VPN residente in Inghilterra, dovrete navigare la versione UK del sito PlayStation Now. Talvolta i cookie del vostro browser vi fanno finire in automatico sulla versione italiana del sito. In quel caso basta scorrere fino in basso e cliccare sulla voce "Paese: Italia" per accedere al menu di selezione del paese. Scegliete United Kingdom e siete a posto.

Come giocare con PlayStation Now in Italia
Selezionare la voce Paese: Italia per cambiare la nazione

Direttamente dal sito potrete seguire il collegamento PS Now on PC per accedere alla pagina principale del servizio e scaricare il programma PlayStation Now sul vostro computer. Quindi, sempre da qui, potrete creare il nuovo account. Potete tranquillamente inventarvi tutti i dati, ciò che conta è che il paese di residenza sia uno dei tre compatibili (Inghilterra, Belgio o Paesi Bassi). Ricordatevi inoltre che sarà fondamentale avere a portata di mano una carta di credito. Nel momento in cui create un nuovo account avrete infatti accesso a un periodo di prova gratuito del servizio della durata di una settimana ma durante l'iscrizione sarete comunque obbligati a inserire un metodo di pagamento. Non ci sono limitazioni sulla provenienza della carta di credito e, durante la nostra prova abbiamo utilizzato tranquillamente VISA, Mastercard e anche Postepay, tutte associate a utenze italiane. Non è neanche necessario che nome e cognome dell'account PlayStation Network siano gli stessi riportati sulla tessera di plastica. Scaduta la settimana di prova, il servizio costerà 17€ al mese, quindi ricordatevi di togliere la carta di credito o il rinnovo automatico dal vostro account appena creato se non volete continuare a pagare. Se per qualche motivo avete un solo indirizzo email, ed è lo stesso associato al vostro account principale PlayStation Network, vi consigliamo di utilizzare un servizio temporaneo di caselle email così da crearne una al volo per questo account. Noi consigliamo vivamente 10minutemail.com: un servizio di messaggistica che distrugge la casella dopo dieci minuti di utilizzo. Ricordatevi soltanto di validare la vostra registrazione appena creata e di segnarvi da qualche parte login, password e indirizzo email, altrimenti non potrete più entrare nella vostra gestione utente rimanendo bloccati fuori dal vostro neo-account PlayStation Network (e se vi siete dimenticati di togliere la carta di credito, sono guai).

Come giocare con PlayStation Now in Italia
L'homepage di 10minutemail.com

Tutto fatto?

Assolutamente sì. A questo punto dovete soltanto assicurarvi che la VPN sia attiva, installare il programma sul vostro computer, autorizzare l'installazione dei driver del Dualshock integrati direttamente nell'eseguibile e, una volta fatto partire l'applicativo, collegarvi con l'account che avete appena creato. Ancora una volta vi ricordiamo che dovete assicurarvi che il server scelto nel servizio VPN sia coincidente con la residenza che avete selezionato per il vostro account PlayStation Network e, se non vi siete persi qualche passaggio sopra, vedrete partire il menu iniziale di PSNow con i vari giochi da provare.

Come giocare con PlayStation Now in Italia
Pochi passi per iniziare a giocare

Ricordatevi ovviamente di collegare un Dualshock al vostro PC attraverso il cavo USB, oppure un qualsiasi altro pad visto che il servizio di Sony è perfettamente compatibile anche con joypad di terze parti. Naturalmente vi perderete eventuali feature legate al track pad o al sixaxis. E questo è tutto per quello che concerne la nostra guida. Se qualcosa non vi è chiaro o volete raccontare la vostra esperienza ed eventualmente suggerire altri servizi o passaggi ai lettori, avete a vostra totale disposizione lo spazio commenti qui in basso.