Mostri inediti per Monster Hunter: World  56

La nostra classifica dei migliori nuovi mostri presentati

Dopo tredici anni, costellati da cinque capitoli principali e un gran numero di spin-off e riedizioni, il timore dei fan di Monster Hunter era che Capcom fosse rimasta a secco di nuove idee per quello che riguarda l'elemento più importante della serie: i mostri. Il trailer di Monster Hunter: World presentato durante la conferenza stampa di Sony al Tokyo Game Show 2017, ha però fatto tirare un respiro di sollievo alla community di appassionati, affiancando vecchie conoscenze come Rathalos e Anjanath a quelle che hanno l'aria di essere alcune delle creature più interessanti introdotte negli ultimi anni. Quella che segue è una classifica (assolutamente non oggettiva e decisamente poco scientifica) dei nuovi mostri presentati.

Questo simpatico rettile blu non spicca certo per un design particolarmente originale (sembra il cugino più cattivo del Jaggi) eppure dovrebbe creare qualche dinamica interessante. Lo si vede appena per qualche istante nel filmato, mentre apre le minacciose creste craniche per stordire la preda con una luce abbagliante. È in sostanza il dilofosauro di Jurassic Park, ma anziché spruzzare veleno spara flashbang a profusione.

Ricordate quell'iguana che il vostro compagno delle elementari si era fatto regalare a Natale? Ecco, quella bestia si è liberata, è cresciuta, ha divorato il vostro amico e presto verrà a cercarvi. Un po' come Nargacuga, questo lucertolone si muove veloce e imprevedibile, attaccando con qualsiasi parte del suo corpo e utilizzando le membrane laterali sia per aggredire la preda, sia per planare dopo un salto. Nel trailer lo si vede arrampicarsi su un tronco spezzato, e se dovesse davvero sfruttare l'ambiente circostante per muoversi allora ci troveremmo davanti a una grossa spina nel fianco.

Di Nergigante si sa il minimo indispensabile. È il nuovo mostro di copertina, un enorme drago capace di schiacciare un eroe con una sola zampata. Le vistose corna lo fanno sembrare un demone, probabilmente avrà un ruolo importante anche nella trama di Monster Hunter: World, e come se non bastasse sarà il soggetto della miniatura contenuta all'interno della Collector's Edition del gioco. Di sicuro, ci aspetta un combattimento veramente duro.

Nessuno ha capito cos'è questo mostro, ma ce ne siamo già innamorati. Dai pochissimi secondi in cui lo si vede apparire sembra una viverna sullo stile di Diablos. Solo che ha le ali e vola. Il numero di membrane è superato soltanto da quello dei suoi denti, e solo l'idea di un Diablos capace di volare ci stampa nella mente un unico pensiero: stavolta siamo davvero fregati.

L'indiscusso MVP (Mostro Veramente Pheego) del trailer è però quello che nessuno si aspettava. Un mostriciattolo bianco e paffuto, che fluttua tranquillo gonfiandosi come un palloncino. Il suo pelo bianco sembra talmente soffice che viene voglia di accarezzarlo, smetterla con la carriera del cacciatore di mostri e portarlo a casa per tenerlo come animale da compagnia. Poi però mostra il muso da pipistrello, comincia a ringhiare, si lancia in picchiata e si trasforma istantaneamente nel vostro peggior incubo. Dovrebbero mettere lui in copertina.