Piccoli grandi Ninja  0

Può un silenzioso e oscuro assassino diventare un personaggio paffuto e carino, pur mantenendo il suo istinto letale? Per IO Interactive sì

Versione testata: Xbox 360

La dicotomia schizoide riportata nel cappello introduttivo potrebbe ben applicarsi allo stesso curriculum del team di sviluppo incaricato di Mini Ninjas: IO Interactive è infatti responsabile, prima di questo nuovo action adventure pubblicato da Square Enix, del ben più serioso Hitman. Qualcosa, nelle dinamiche profonde del gioco sui piccoli ninja, sembra essere rimasto dei tecnicismi del pelato assassino. L'aspetto di Mini Ninjas in effetti tradisce quella che è in verità una struttura da action game piuttosto profonda, caratterizzata da una grande quantità di soluzioni adottabili diverse, come d'altra parte si confà ad un gioco a base di ninja.

La storia è trita ma il modo in cui è raccontata e rappresentata di certo esce dagli schemi di un normale racconto su samurai e Giappone feudale: si tratta, sostanzialmente, di combattere un nuovo signore oscuro che ha gettato nel caos la classica "terra con determinati trascorsi inquieti ma ora tranquilla", trasformando i pacifici animali in combattenti accaniti (sebbene poco furbi) e costruendo così un enorme ed inesauribile esercito di fedelissimi, pronti a tutto pur di stabilire il nuovo ordine del Signore della Guerra. In questo canovaccio classico, non poteva certo mancare l'opponente buono: Hiro, giovane ninja dal formidabile potenziale, allevato fin da piccolo dal Maestro Ninja. Hiro viene affiancato nell'avventura da altri compagni, due all'inizio: Futo e Suzume. I tre personaggi sono dotati di abilità e caratteristiche diverse, che rendono necessario il loro alternarsi per venire a capo delle varie situazioni, sebbene almeno nei primi livelli la predominanza nell'utilizzo di Hiro sia schiacciante. Questi infatti è l'unico in grado di utilizzare sia le arti marziali (katana, shuriken e colpi corpo a corpo) che le arti magiche Kuji. Futo è invece il classico gigante fortissimo e lento, mentre Suzume è la combattente specializzata nel combattimento marziale classico.

Tanti modi per trasformare il nemico in un panda

Mini Ninjas è dunque un action adventure fondato sull'esplorazione e sul combattimento, arricchito da una quantità di dinamiche e soluzioni diverse che consentono varie possibilità di affrontare i nemici o risolvere gli enigmi proposti. Le variabili non si limitano infatti alla possibilità di gestire più personaggi alternativamente: a dire il vero la quantità di azioni possibili è talmente vasta da lasciare spaesati in un primo momento.

A parte i personaggi secondari, piuttosto monotematici e utilizzabili (per quanto visto finora) solo in determinate situazioni con il massimo profitto, le possibilità di Hiro sono estremamente vaste, tanto da rendere il gioco una sorta di ibrido tra action e stealth game per quanto concerne i movimenti, ma con decisi influssi adventure nella risoluzione degli enigmi e nell'uso dei poteri speciali. Le azioni di base sono le classiche: corsa, salto, attacco, a cui si associano i movimenti contestuali come l'arrampicata sui muri, il doppio salto, la camminata furtiva tra l'erba alta o dentro i cespugli, la possibilità di nuotare o utilizzare l'ampio copricapo come imbarcazione e molte altre situazioni da scoprire nel prosieguo del gioco. Prendendo in considerazione il combattimento, sono presenti le classiche combo, le mosse speciali espandibili con l'aumentare del livello dei personaggi e le arti magiche offensive, oltre alle tradizionale tecniche Ninjutsu (uso di shuriken e armi da lancio varie). Il repertorio di magie nei primi livelli comprende i classici attacchi basati sugli elementi e particolari abilità che aprono spiragli interessanti sulle possibili soluzioni di gioco avanzate, come il controllo degli animali (la loro presenza è incessante nel gioco, anche perché i nemici sono in verità animali trasformati, che tornano alla loro forma originale una volta sconfitti), che consente di comandare per un breve periodo le varie bestie in giro per lo scenario. La versione di prova testata si conclude con un boss finale che lascia presagire quella che sarà la dinamica tipica in queste situazioni: invece di colpire a casaccio, si deve escogitare una strategia per cogliere di sorpresa l'avversario e innescare quindi il quick time event che porta all'affondo.

Videoanteprima!

Un mondo vivo

Sotto certi aspetti Mini Ninjas ricorda titoli più puramente tesi verso l'adventure e l'esplorazione, dato il vasto mondo esplorabile e le varie missioni e sotto-missioni da scoprire e portare a termine. Se a questo si aggiunge la particolare caratterizzazione fiabesca, certi scorci di gioco rimandano a titoli di ben diversa struttura, in determinati momenti viene in mente addirittura Zelda (Wind Waker, in particolare). Viaggiando per le foreste e i paeselli medieval-nipponici, nascondendosi nell'erba alta o portando a termine le richieste di vari personaggi secondari incontrati sul cammino, si ha l'impressione di giocare a qualcosa di più di un semplice action game basato su arti marziali e ninja.

La forza di Mini Ninjas sembra essere questa: proporre un sistema di combattimento complesso, che unisce elementi hack and slash, stealth e magici ad una certa componente adventure, basata sull'esplorazione e sul conseguimento di missioni secondarie. L'indirizzo, almeno per il momento, è certamente più improntato sulla prima componente che sulla seconda, ma la loro compresenza basta se non altro a variare bene l'azione di gioco. L'aspetto grafico contribuisce a caratterizzare il prodotto in maniera particolare, sebbene la realizzazione tecnica abbia ben poco di miracoloso: la stilizzazione funziona bene e risulta piacevole, la fluidità è notevole (60 fps costanti, almeno per quanto provato) ma certo gli sviluppatori non hanno proprio spinto l'hardware verso livelli più consoni alla generazione attuale. Se non altro, il tutto risulta comunque molto coerente con l'immaginario cartoonesco studiato per il gioco, mentre il comparto audio accompagna l'azione in maniera piacevole, tra musiche epiche, effetti sonori e voci in linea con la "carineria" generale del gioco.

CERTEZZE

  • Combattimenti divertenti e vari
  • Buoni innesti adventure ed esplorativi
  • Caratterizzazione simpatica

DUBBI

  • Realizzazione tecnica migliorabile
  • I livelli al momento sono piuttosto brevi e semplici
  • Auspicabile un aumento delle caratteristiche adventure