Watchmen: La Fine è Vicina Parte 1 & 2Maschere girano nell'ombra della Grande Mela 

Il Tie In del film con protagonisti gli oscuri supereroi di Alan Moore ritorna sulle nostre console, questa volta passando per gli scaffali dei negozi.

Versione testata: Xbox 360.

Molti di voi ricorderanno che a Marzo di quest'anno, in concomitanza con l'uscita dell'omonimo film, arrivò sulle piattaforme di digital delivery Watchmen: The End is Nigh, un picchiaduro a scorrimento come non se ne vedevano da molto tempo, ma che faceva della ripetitività di fondo il suo maggior limite. Maschere girano nell'ombra della Grande Mela Perché mai allora vi torniamo a parlare di questo gioco? L'occasione risiede nella scelta di Warner Bros di rilasciare di nuovo il gioco, stavolta distribuendolo direttamente nei negozi proponendolo in una corposa versione contenente tutti i contenuti aggiuntivi che sono stati con il tempo distribuiti via download, da qui il Part 2 del titolo di questa versione.

Fatti sotto

Tempi duri per i picchiaduro a scorrimento, un genere che non ha visto più ripetersi il successo di quindici anni fa, quando rappresentava una delle colonne portanti di ogni lineup che si rispetti. Relegati quasi esclusivamente a nostalgiche operazioni commerciali sotto forma di remake di vecchi classici, gli esponenti di questo genere si sono oramai definitivamente accasati nelle varie piattaforme di digital delivery abbandonando da tempo i riflettori degli scaffali dei negozi. Sorte che ha accomunato anche la prima uscita di Watchmen: The End is Nigh resosi disponibile all'inizio dell'anno su Playstation Network e Xbox Live Arcade.
La versione da noi provata in questa sede non è altro che lo stesso gioco infarcito di tutti i contenuti scaricabili resi fin qui disponibili nel territorio statunitense e mai giunti sulle vetrine virtuali nostrane. Maschere girano nell'ombra della Grande Mela Non avendo potuto sviscerare a fondo il gioco è ancora presto per poter saggiare la qualità e la quantità di questi nuovi contenuti aggiuntivi e per salutare quanto la loro aggiunta abbia effettivamente inficiato nell'economia del gioco. Pad alla mano Watchmen Part 2 si presenta come un picchiaduro come tutti conoscono (o ricordano): le meccaniche appaiono semplici, intuitive ed offrono un immediato divertimento grazie ad un'azione che non viene mai a mancare, sempre rinvigorita da ondate di nemici pronti ad assaggiare i vostri colpi. Niente pare cambiato rispetto alla versione invernale del gioco ed il feeling pare rimasto invariato.

Una maschera e un gufo

Il gioco ci offrirà la possibilità di impersonare due eroi mascherati militanti nella sporca e viziosa New York di DC Comics: Rorschach e il Gufo Notturno, noi abbiamo provato ad impersonare il rude eroe in maschera ed impermeabile. Dopo una gradevole introduzione in perfetto stile grafic novel nei panni di Rorschach ci siamo catapultati in un balorda night club alla ricerca di una ragazza da salvare, in fondo non esiste un incipit migliore per l'inizio di una storia di supereroi. L'accoglienza si rivelerà molto calorosa e senza tanti convenevoli ci troveremo subito a menar le mani circondati da brutti ceffi vestiti con degli improbabili completi colorati tipicamente anni 70.
Considerando che stiamo parlando di un gioco destinato in origine alle piattaforme di download ci sorprende come la realizzazione tecnica sia piacevolmente sopra la media delle produzioni Live Arcade, in particolare la modellazione dei due eroi è decisamente ben fatta e curata nei minimi dettagli e anche gli avversari, pur non raggiungendo lo stesso livello dei protagonisti, presentano una resa assai convincente. Maschere girano nell'ombra della Grande Mela Ciò che affascina maggiormente sono le animazione di combattimento che, esaltate da un'ottima regia, donano una forte dinamicità agli scontri esaltata anche dalla presenza negli ambienti di oggetti che reagiscono al caos causato dalle risse, i movimenti dei due soci mascherati si legano armoniosamente tra combo e schivate e raggiungono l'apice in occasione dei quick time event dove la telecamera esalta le violentissime mosse finali dei giustizieri, situazioni che lasciano una certa soddisfazione nell'animo del giocatore. Degni di nota sono anche la totale assenza di aliasing che dona una decisa pulizia all'immagine e la buona illuminazione che esalta il tocco noir della produzione.

Ancora risse

Solo luci e nessuna ombra per questo Watchmen? Non proprio, la versione distribuita digitalmente peccava di una pesante ripetitività dei combattimenti, un rischio congenito in questo tipo di giochi che solo i più grandi esponenti del genere hanno saputo ovviare. In questo caso ci sarà da vedere come e se i contenuti aggiuntivi che caratterizzano questa inedita versione scatolata potranno scacciare il rischio di una longevità insufficiente ed offrire una varietà maggiore che gioverebbe non poco all'azione. Abbiamo potuto notare anche che la facilità del gioco non incentiva il giocatore a ricorrere alle combo disponibili limitandosi ad un selvaggio e poco soddisfacente button mashing, complice anche l'IA dei nemici che aspetta diligentemente il proprio turno per esser presa a bottigliate in faccia, anche quando ci troviamo in pesante svantaggio numerico.
A conti fatti questa nuova edizione di Watchmen appare ancora piuttosto criptica e solo una analisi in sede di recensione potrà finalmente valutare se e quanto i contenuti aggiuntivi avranno dato nova linfa a questo prodotto, gli amanti del genere (e del fumetto di Moore) faranno bene a restare sintonizzati su questi lidi quando verrà il momento della pesatura finale di tutti gli elementi.

Certezze

  • Piacevole ritorno dei picchiaduro a scorrimento
  • Edizione speciale ricca di nuovi contenuti
  • Watchmen ha sempre un grande fascino

Dubbi

  • Dubbi sull'effettivo peso dei contenuti aggiuntivi
  • Rischio che sia rimasta la ripetitività dell'edizione originale

TI POTREBBE INTERESSARE