Un nuovo Monster Hunter?  9

Riprendendo la formula "action survival" che ha reso famosa la serie Capcom, Lord of Arcana porta su PSP battaglie epiche ed elementi RPG. L'abbiamo provato durante il TGS 2010.

Ambientato nel mondo di Horodyn, le cui terre sono dominate da mostri enormi e potenti, Lord of Arcana vede gruppi di coraggiosi Slayer organizzarsi in gilde per cacciare queste creature. La trama del gioco, sviluppato in esclusiva per PSP da Access Games sotto l'egida di Square Enix, ruota attorno a un'antica e misteriosa pietra conosciuta come "Arcana", che sembrerebbe possedere grandi poteri magici.

Ma in che modo quest'oggetto influenzerà la vita del nostro alter ego? In genere la formula della "clonazione", in ambito videoludico, ha buone possibilità di successo; se però ti poni l'obiettivo di imitare un mostro sacro (scusateci il gioco di parole) come Monster Hunter, campione d'incassi tanto sulla console portatile Sony quanto su Nintendo Wii, allora bisogna come minimo fare le cose per bene. Secondo alcuni, Lord of Arcana si baserebbe sul gioco di carte Lord of Vermilion, molto popolare in Giappone, e dunque partirebbe già da una base tutt'altro che sconosciuta ai fan del genere. Inoltre molti degli elementi di gioco ci hanno impressionato positivamente, su tutti il sistema di combattimento e la presenza di numerose combo e mosse speciali. Durante il Tokyo Game Show 2010 abbiamo avuto modo di provare Lord of Arcana in una versione quasi definitiva (la data d'uscita giapponese è infatti fissata per il 14 novembre), creando il nostro Slayer da zero e buttandoci poi nella mischia alla ricerca di mostri da abbattere.

Non è un caso!

Come per la serie Monster Hunter, c'è un background più che una trama vera e propria, concetto rafforzato dalla già accennata presenza di personaggi creati da zero. L'editor è appunto la prima cosa con cui si ha a che fare, ci permette di forgiare il nostro Slayer come meglio crediamo e di dotarlo di abilità differenti in base al nostro approccio alla partita. Possiamo dunque assemblare un guerriero lento ma potente, oppure uno scaltro e agile, dosando i punti fra un valore e l'altro. Espletato questo compito, ci attende il campo di battaglia: la demo era ambientata in un dungeon pieno zeppo di forzieri e di nemici, questi ultimi presenti sulla mappa a mo' di "icona" ma che una volta toccati danno vita al classico combattimento "in un altro luogo", con il nostro personaggio che può affrontare un solo avversario così come un intero gruppo di nemici. La scelta di inserire combattimenti non casuali era quasi d'obbligo, e per quanto concerne la demo non siamo rimasti particolarmente colpiti dalla qualità dell'intelligenza artificiale, ma bisogna dire che lo Slayer che controlliamo dispone di una rosa di attacchi piuttosto nutrita e varia, che può essere ulteriormente arricchita tramite il classico livellaggio tipico degli RPG: più scontri si vincono, più esperienza si guadagna e più forte diventa il guerriero.

Quando un nemico rimane con poca energia, inoltre, si possono addirittura eseguire delle "fatality" anche abbastanza cruente per porre fine alla sua esistenza in modo spettacolare. Il confronto con avversari multipli, che già dopo i primi minuti diventa piuttosto frequente, può essere sostenuto grazie a un sistema di lock-on che ci permette di concentrarci su un singolo bersaglio e che può essere gestito anche utilizzando il d-pad. La realizzazione tecnica del gioco appare buona, anche se non raggiunge i livelli di Monster Hunter su PSP: i modelli poligonali sono abbastanza dettagliati e dispongono di un buon set di animazioni, ma gli scenari tendono a essere ripetitivi e non è stato fatto abbastanza per mascherare i soliti problemi con le texture della console portatile Sony: il terreno, ad esempio, è bruttino da vedere. Giudicare un action survival solo da uno stage e da qualche combattimento appare chiaramente prematuro, perché questo genere di prodotti basano il proprio appeal anche e soprattutto sul "contorno" all'azione vera e propria. Verificheremo dunque la presenza e la qualità del multiplayer, la gestione delle gilde e delle missioni nonché i vantaggi del level-up e la varietà dei nemici in sede di recensione. Non in tempi brevi, comunque: Lord of Arcana non ha ancora una data d'uscita per l'Italia.

CERTEZZE

  • Sistema di combattimento ben fatto
  • Personaggi di buona qualità
  • Tecnicamente più che discreto...

DUBBI

  • ...ma è ancora presto per giudicare
  • Struttura e contorno da verificare
  • Dura competere con Monster Hunter