World of Minecraft  19

Sembra un cubo ma non è, serve a darti l'allegria! Se lo spacchi o lo combini ti dà subito l'allegria!

La vera sorpresa del 2010, videoludicamente parlando, è stato sicuramente Minecraft, titolo indie uscito dalle nebbie della rete e assurto al successo mondiale. L'opera prima di Notch, sviluppatore indipendente e ormai miliardario per caso, è riuscita a vendere più di due milioni di copie tra alpha e beta, ovvero ancora prima dell'arrivo sul mercato della versione definitiva. Qualcuno dirà che in fondo ci sono giochi che hanno venduto ben più copie tra quelli tripla A. Questo qualcuno sbaglia di grosso e sottovaluta non tanto ciò che Minecraft è, ma ciò che è diventato: un vero e proprio fenomeno di massa.
L'eccezionalità non sono soltanto le copie vendute, comunque ragguardevoli per un titolo indie su cui sono state spese zero risorse in marketing, quanto tutto ciò che è sbocciato intorno allo stile del gameplay e a quello visivo, mai come in questo caso strettamente legati.

Minecraft sembra aver fatto riesplodere la creatività dei videogiocatori, dopo un periodo di parziale ibernazione dovuto alla scarsità di motori grafici disponibili al modding. Sin dall'apparizione su internet, lo scopo del gioco è finito in secondo piano in favore della possibilità di "disegnare" il proprio mondo, trasformando quell'ammasso di cubi di vario genere che forma gli scenari in invenzioni creative e gioiose, spesso capaci di stupire o di emozionare per la semplice constatazione della dedizione dimostrata dagli autori nel crearle.
Comunque, come tutti i fenomeni prescrivono, anche Minecraft ha visto nascere una serie di prodotti derivati, alcuni solo ispirati, altri dei veri e propri cloni, che hanno tentato di cavalcare il suo successo. Ne abbiamo selezionati alcuni dei migliori, speranzosi di farvi piacere, ma consci di non poter rendere conto di tutto ciò che ruota intorno a questo piccolo, grande capolavoro.

Sito ufficiale di Minecraft: Link

Ace of Spades

Ace of Spades è uno dei più interessanti Minecraft games pubblicati sulla scia del successo del titolo di Notch. Si tratta di uno sparatutto in prima persona a squadre, completamente gratuito, in cui bisogna andare a rubare dei documenti nella base nemica e contemporaneamente evitare che gli avversari facciano lo stesso con i nostri.

Afferrato il bottino, i nemici appariranno per sessanta secondi sul radar, così da dare al portatore un'idea di come sono posizionati e regolarsi di conseguenza.
Fin qui si tratta del classico capture the flag che va di moda dai tempi di Origene di Alessandria. L'influsso di Minecraft è evidente nello stile grafico, con lo scenario, i personaggi e le armi formate da cubi, e nella possibilità di costruire ostruzioni e rifugi sfruttandoli. Anche le armi sono adeguate al tema: oltre a fucili e granate, i giocatori possono impugnare una pala, utile per scavare tunnel, o un piccone per aprire passaggi. Ovviamente ci sono anche i blocchi, che possono essere posizionati in modo facile e veloce.
Ace of Spades si trova ancora nella fase beta e viene aggiornato costantemente, anche grazie all'aumento giornaliero dei giocatori nei server, nonostante qualche instabilità e gli ovvi limiti di un progetto del genere. Il nostro consiglio è di provarlo, tanto è gratuito; potreste trovarvi di fronte a una splendida sorpresa.
Sito ufficiale: Link

Terraria

Terraria è stato ribattezzato "Il Minecraft bidimensionale" sin dalla prima immagine apparsa sul web. In effetti condivide così tanti elementi con il titolo di Notch che qualcuno ha parlato simpaticamente di un plagio bello e buono, purtroppo per lui sbagliando mira. Come in Minecraft, in Terraria bisogna costruire, costruire e costruire per difendere la propria casa e il proprio villaggio dalle creature selvagge.

Tutto è modificabile e personalizzabile e le possibilità di agire sul mondo di gioco sono praticamente illimitate (anche qui non mancano pala e piccone).
Le differenze con Minecraft iniziano a trasparire quando si prendono in considerazione alcune meccaniche di gioco. In primo luogo Terraria è un platform e i livelli, generati casualmente, non sono semplicemente degli immensi depositi di blocchi, ma vanno esplorati in senso più classico. In secondo luogo è anche un gioco di ruolo, con il personaggio che migliora le proprie caratteristiche combattendo contro i nemici.
Lo stile grafico, più che Minecraft, ricorda alcuni platform per sistemi a 16 bit. Non c'è niente che faccia gridare al miracolo, ma non facciamo come quelli che criticano questi giochi per gli aspetti tecnici, dimenticando che nascono da un concept di fondo completamente diverso da quello della massa dei giochi che affollano il mercato. Comunque, Terraria è ancora in costruzione, nel senso che visto il successo gli sviluppatori hanno promesso aggiornamenti continui, anche grazie ai fan che affollano il forum ufficiale e non mancano di prodigarsi in consigli e di lavorare sul gioco... giocando.
Sito ufficiale: Link

Cubescape (browser)

Cubescape non è un videogioco. Si tratta di un semplice editor web che permette di disegnare usando dei cubi. Collegandosi al sito ufficiale è possibile accedere immediatamente alla "tavolozza" dove darsi da fare sbizzarrendo la propria creatività, oppure dove cliccare a caso per vedere l'effetto che fa per poi tornare su Facebook a postare link cretini. È possibile usare cubi di colori differenti, tra cui un tipo quasi completamente trasparente, e cancellare gli errori con un click.
Sul sito sono presenti anche delle opere dimostrative realizzate da altri utenti, che si creano davanti agli occhi dell'utente con un effetto molto bello.
Sito ufficiale: Link

CubeScape (versione iOS)

Nonostante sia omonimo dell'editor Cubescape, di cui abbiamo appena parlato, CubeScape per sistemi iOS non è altro che un clone spudorato di Minecraft realizzato per gli scalda broccoli di Apple. Come descriverlo? Andate a leggere una qualsiasi recensione di Minecraft e tornate qui. No, scherzi a parte, il titolo di Logix LLC non raggiunge minimamente la complessità di quello di Notch, visto che è solo un editor di scenari 3D senza mostri e senza la quantità di interazioni possibili nell'originale. Costa pochissimo (appena 1,99$) e tanto vale, ma può rivelarsi un simpatico passatempo.
Link all'App Store: Link

Cubelands

Cubelands è un altro editor gratuito evidentemente e smaccatamente ispirato a Minecraft. Cubescape ha una forte componente sociale e un motore grafico sicuramente superiore, anche a quello del titolo di Notch, con texture più rifinite e alcuni effetti di luce avanzati. Il gioco consiste nel disegnare mondi sempre più belli e complessi con l'aiuto di altri giocatori, per poi mostrarli sul web come se fossero trofei. L'interfaccia è di una semplicità assoluta e Cubelands ha l'immenso vantaggio rispetto a tutti gli altri titoli, Minecraft compreso, di stare su Facebook e di essere quindi giocabile via browser. Ciò significa che è accessibile anche agli utenti Mac e Linux. Probabilmente, Terraria a parte, è l'alternativa giusta per quelli che di Minecraft sono interessati solo alla parte creativa e non a quella survival. Consigliato a chi voglia contemplare e far contemplare mondi sempre più belli.
Sito ufficiale: Link

World of Squares

Praticamente Minecraft in 2D, ma con meno opzioni e sicuramente meno riuscito di Terraria, quello che possiamo considerare il suo vero concorrente diretto. Per ora mancano diversi elementi, che forse verranno aggiunti con release successive. Certo, va sempre considerato che si tratta di un progetto che può essere scaricato gratuitamente e che quindi va apprezzato in quanto tale, senza mettersi a fare troppo le pulci ai singoli pixel. Fate quello che fareste nel titolo di Notch, ma senza il peso della terza dimensione. Gli autori hanno riprodotto anche la fauna, quindi aspettatevi di vedere degli animali in giro per la mappa.
Sito ufficiale: Link

Manic Digger

Nato come client di Minecraft Classic, Manic Digger è un progetto open source di una vastità comparabile a quella della sua fonte d'ispirazione principale. Scaricabile gratuitamente, oltre a permettere di distruggere e costruire, aggiunge alla formula tutta una serie di novità e di elementi di differenziazione che lo rendono paradossalmente originale. Soprattutto la componente sociale è molto più sviluppata rispetto al titolo di Notch, con la possibilità di commerciare e di combattere con gli altri giocatori.
Dal punto di vista visivo la vicinanza con il titolo di Notch è ovvia e alcuni screenshot potrebbero confondersi con quelli di Minecraft. Volendo è possibile scaricare un pacchetto di texture per migliorare la resa visiva, anche se, come già detto per altri titoli, non è certo la grafica l'appeal principale di questo sottogenere.
Sito ufficiale: Link