E3 2011Conferenza Microsoft - E3 2011 

Ecco le nostre impressioni a seguito dell'evento Microsoft in apertura di questo E3 2011

Conferenza Microsoft - E3 2011 Microsoft ha scelto anche quest'anno il Galen Center per il proprio evento pre E3. L'anno scorso qui si era tenuto lo spettacolo di presentazione di Kinect ad opera del Cirque du Soleil, mentre la conferenza vera e propria si era spostata in una location più piccola, un teatro in downtown. Quest'anno le due parti, quella più casual e hardcore, si sono ricongiunte in un unico evento in cui si sarebbero dovute incontrare in un'offerta omogenea, dando pane da addentare al variegato pubblico che oramai compone la platea Xbox 360. C'era molta attesa, soprattutto per quei titoli più strutturati che avrebbero dovuto dimostrare che con Kinect tutto è davvero possibile. Diciamo subito che i giochi belli non sono mancati, conferme ce ne sono state, soprattutto per quei prodotti che si apprestano a combinare l'uso del sensore di movimento con il pad classico, e c'è stata anche una clamorosa sorpresa per l'anno prossimo, che finora era quanto mai nebuloso sul piano delle uscite: Halo 4, inizio di una nuova trilogia che muoverà i primi passi su 360 per poi probabilmente spostarsi sulla prossima console. Ci sono stati annunci di nuovi servizi e nuove funzionalità sempre legate a Kinect, ma dei giochi dedicati espressamente alla periferica poco si è visto e quel poco ha suscitato impressioni contrastanti.

Dati e Giochi

A fare gli onori di casa, Don Mattrick, oramai responsabile di tutto quel che riguarda Xbox 360 su scala mondiale. La console Microsoft è stata la più venduta in USA nel 2010 e, secondo la casa di Redmond, sarà la più venduta globalmente il prossimo anno, stima che probabilmente tiene conto dell'abbandono progressivo di Wii da parte di Nintendo in favore della nuova console e di un possibile taglio di prezzo di Xbox nei prossimi mesi, ma qui siamo nel campo delle mere supposizioni. I giochi, come detto, non sono mancati: Call of Duty: Modern Warfare 3 ha aperto la conferenza con una sequenza ambientata in una New York devastata dalla guerra e percorsa da sottomarini e navi da guerra da distruggere e attraverso le quali navigare a tutta velocità a bordo di un gommone. Inutile dilungarsi a raccontare un video che sicuramente potrete trovare ovunque, oramai, ma l'impatto è stato davvero notevole. C'è del buono in questo seguito, almeno di primo acchito e Mattrick ha successivamente annunciato che i DLC del gioco continueranno ad uscire in anticipo via Xbox Live, segno di un'"amicizia" che continua a produrre frutti per entrambe le parti. È stata poi la volta di una lunga sequenza ingame del nuovo Tomb Raider, curatissimo sotto il profilo di animazioni, luci e dettagli, facendoci pensare che sarà quanto di meglio riusciremo a vedere, tra gli action, alla fiera di quest'anno. Manca ancora tanto all'uscita, autunno 2012, ma le premesse sono ottime. Conferenza Microsoft - E3 2011
Tra i titoli che non avevano niente a che fare con Kinect, ovviamente, c'era Gears of War 3, con una lunga sequenza giocata da Cliff Bleszinsky e ICE T, che ha anche annunciato un brano inedito composto appositamente per la modalità Horde. GOW 3 si conferma un prossimo blockbuster con una sequenza spettacolare e mozzafiato, che attesta la capacità di Cliff di inserire elementi nuovi sempre con la giocabilità e il divertimento in primo piano: fanno la loro comparsa, infatti, delle armor suite per i COG, che non servono semplicemente a rendere più forti i protagonisti del gioco, ma che diventano coperture mobili dietro cui ripararsi durante gli scontri, coordinandosi tra due giocatori. Non è mancato neanche l'annuncio del tanto chiacchierato remake in HD di Halo: Combat Evolved Anniversary, primo mitico capitolo della serie in uscita il 15 Novembre: tra gli aspetti più eclatanti, segnaliamo mappe e modelli rifatti con l'engine del 3 e la cooperativa anche online a due giocatori. La conferenza si è chiusa, come detto, con un filmato non in game di Halo 4, vera e inattesa sorpresa, soprattutto per chi pensava che sarebbe potuto essere gioco di lancio della nuova console, magari a fine anno prossimo. Una grossa speranza, quindi, per l'ultima parte del 2012 ed un'ottima chiusura di conferenza, per arrivare alla quale si è passati attraverso tanti annunci legati a Kinect, con una serie di alti e bassi.

Kinect a metà

Kinect verrà finalmente implementato in giochi che faranno uso misto della periferica e del pad. Gli esempi di questa conferenza avevano a che fare con titoli, sulla carta, eccellenti. Mass Effect 3 utilizzerà le capacità dell'hardware per raccogliere i comandi vocali dei giocatori per i membri della squadra del capitano Shepard durante i combattimenti, così da non dover interrompere l'azione ricorrendo alla ruota delle abilità. Inoltre, leggendo a voce alta si potrà procedere nei dialoghi che hanno fatto la fortuna del gioco. Pur essendo una feature che poteva essere realizzata anche con il semplice uso del microfono di Xbox Live, resta un utilizzo interessante. Peter Moore, ex Microsoft e responsabile di EA Sports, è salito sul palco per annunciare ben quattro titoli che utilizzeranno Kinect in modi diversi, dal prossimo Tiger Woods, a Madden, passando per Fifa e un altro non ancora rivelato. Conferenza Microsoft - E3 2011 A parte il piacere dell'annuncio, però, niente di concreto è stato mostrato in conferenza. Più tangibile l'impegno di Ubisoft con un lungo filmato del nuovo Ghost Recon: Future Soldier, culminato con una fase giocata in cui è stata mostrata la possibilità di customizzare le armi del gioco ricorrendo a menu navigabili con i movimenti delle mani e con comandi vocali, fino ad una sorta di modalità in cui provare le modifiche sparando con il solo ausilio dei gesti. Funzionerà? Restiamo in attesa di provarlo con una buona dose di curiosità, certi dell'impegno della software house franco canadese che si è lanciata sin dall'inizio in questa nuova avventura. Il gioco più spettacolare è chiaramente Forza Motorsport 4, mostrato con una serie di filmati che sembrano presagire un lavoro davvero notevole sotto il profilo cosmetico e innovativo sul versante dell'uso di Kinect, tra comandi vocali e head tracking, ovvero la possibilità di orientare l'inquadratura muovendo la testa. Anche qui, però, toccherà aspettare un paio di giorni per poter provare direttamente quanto fatto dal team di sviluppo Turn 10, mentre il prodotto raggiungerà gli scaffali dei negozi il 10 Ottobre.

Servizi e motion controlling

Nuove funzionalità son spuntate da tutte le parti, spesso legate a Kinect: Bing, il motore di ricerca, verrà integrato nella dashboard di Xbox 360, permettendo di spulciare tra tutti i contenuti della console, in locale e sul marketplace, con l'uso della voce. Serve trovare un gioco legato a Harry Potter? Basterà dire il nome del piccolo mago per far comparire su schermo tutti i contenuti legati ad esso, in qualsiasi parte dell'ecosistema Xbox si trovino, sia essa il marketplace video, dei giochi o dei titoli arcade. Youtube sbarca sulla console, avvicinandola all'offerta della Apple Tv e viene annunciata anche una serie di accordi per vedere su Xbox Live l'offerta di canali televisivi in chiaro come Canal + e l'ABC. Come gli anni ci hanno insegnato a fare, però, bisognerà verificare quando e come gli utenti italiani potranno godere di feature che spesso tardano un po' ad arrivare dalle nostre parti. Oltre all'implementazione dei comandi vocali per navigare in tutta la dashboard Xbox 360, la parte più interessante è quella che probabilmente arriva sull'onda del miliardo di Hack di Kinect degli ultimi mesi, ovvero Fun Labs che metterà direttamente a disposizioni degli utenti (sin da oggi, è già online infatti) le ultime diavolerie studiate per la periferica. Si parte con Kinect ME, che scannerizza l'utente traducendolo in un Avatar quasi perfetto, il tanto agognato riconoscimento delle dita del giocatore e l'altrettanto mitologica scannerizzazione e riconoscimento di qualsiasi oggetto. Quando poi queste opzioni verranno implementate davvero in giochi veri e propri, questo è tutto un altro paio di maniche. E questa osservazione ci porta alle ultime note di commento, che sono dolenti, perché a parte Dance Central 2, che sembra un ottimo seguito, con finalmente una modalità single player che faccia davvero giocare e la possibilità di ballare in due, e Kinect Sports Second Season, con l'aggiunta di discipline popolari come Tennis e Football Americano, dei famosi giochi Hardcore per Kinect non si è visto quasi niente. I titoli di Suda 51, o il nuovo Steel Battalion erano missing in action, e sono spuntati Ryse di Crytek, che sembra una versione iper steroidea di Infinity Blade per iOS, presentato però con una sequenza in computer grafica, e l'inatteso Fable: The Journey, introdotto da Peter Molyneux in persona. Sulle prime, sembra uno shooter su binari con head tracking e il riconoscimento dei movimenti per lanciare magie e colpi di spada. Conferenza Microsoft - E3 2011 A prescindere dal fatto che bisognerà provarlo di persona e che fino al 2012 non vedrà la luce, dopo che Lionhead si era cimentata con Project Milo e dopo che per Fable III si era parlato dell'interazione gestuale con personaggi e tra giocatori, è sicuramente qualcosa di diverso da quel che avremmo sperato di vedere. Grande spazio è stato dedicato anche a una parte giocata di Star Wars Kinect, con il giocatore che veste i panni di uno jedi che mena colpi di spada, sposta astronavi, ostacoli e nemici usando la Forza, sempre grazie alle movenze intercettate dalla telecamera Microsoft. Sembra anche qui di trovarsi di fronte ad un gioco su binari, in cui si può accelerare l'incedere dell'azione chinandosi, mentre si continua a menare colpi ai trooper. Una prova è d'obbligo, ma quanto visto lo metteva ben al di sotto dell'attesa che meritano tutti i titoli menzionati nella prima parte di questo articolo, che di Kinect fanno un uso solo parziale. Insomma, tanti contenuti, novità interessanti e bei giochi, ma ancora non si è visto un prodotto pensato esclusivamente per Kinect in grado di far emozionare come i titoli tripla A in arrivo nei prossimi mesi o il prossimo anno.

TI POTREBBE INTERESSARE