Football Manager 2012Fuori dal campo 

L'altro volto della luna calcistica si appresta a tornare con Football Manager 2012

I titoli manageriali appartengono a quella categoria di giochi in tutto e per tutto classici, che ben poco hanno a che fare con le novità casual proposte dalle derive console prese da molti generi: tradizionalmente caratterizzati da un'interfaccia scarna e pochi fronzoli estetici, tempi di caricamento medio-lunghi e poca gratificazione istantanea, persistono tuttavia grazie a vere e proprie schiere di appassionati. Una foltissima nicchia. Fra questi, una buona parte dalla passione calcistica crebbe a pane e Scudetto (Championship Manager nella versione anglosassone), serie cult creata dai fratelli Collyer, fondatori di Sports Interactive, nel lontano 1992. Fuori dal campo La saga si è confermata anno dopo anno come il titolo di riferimento nel sottogenere dei manageriali calcistici, distinguendosi addirittura nelle classifiche globali di vendita nel Regno Unito come uno fra i videogiochi con la miglior penetrazione nel mercato. Nonostante ciò, dopo la pubblicazione di Championship Manager 03/04 avvenne la clamorosa divisione fra Eidos, publisher della serie, e la software house dei Collyer; a tutt'oggi non si conoscono realmente le motivazioni alla base di tale scelta, ma è opinione comune che SI goda di una libertà creativa nettamente maggiore con Sega, nuovo partner commerciale e tuttora editore di Football Manager (Eidos aveva mantenuto il nome e l'interfaccia, ma non il codice). Quasi a testimoniare ciò, Football Manager ha continuato la sua folle scalata alle vendite indisturbato, poiché Championship Manager (ora sviluppato da un altro team, Beautiful Game Studios) nonostante la nomea non è riuscito a dimostrarsi un valido avversario dal punto di vista del gameplay, mentre dall'altra parte continuava un instancabile processo di miglioramento annuale. Nelle intenzioni degli sviluppatori, Football Manager 2012 non dovrà essere un'eccezione e a tal proposito la casa ha reso note le principali modifiche che i giocatori potranno trovare quest'anno.

Premesse e Promesse

In primo luogo, SI ha puntato i riflettori sulla nuova gestione della squadra, in particolar modo in collaborazione con lo staff tecnico. Con il report della squadra, infatti, si potranno ottenere dall'allenatore in seconda o dagli osservatori delle informazioni importantissime sulla squadra in questione, dai migliori giocatori per ruolo al modulo tatticamente più adatto alla rosa; non solo, sarà possibile comparare i risultati con quelli di tutte le altre formazioni nel database. Football Manager 2012 ci aiuterà anche a redarguire nel modo più appropriato la squadra dopo una partitaccia, grazie a molteplici opzioni di dialogo che potremo scegliere nella riunione di rito, arrivando a decidere persino il tono utilizzato (calmo o aggressivo) nei confronti dei calciatori. Non bisogna comunque pensare di poter accontentare tutti in un sol colpo, anzi: ogni giocatore sarà dotato di un proprio filtro relativo al proprio stato d'animo, aggiungendo così un ulteriore strato di complessità alla gestione di squadra. Le applicazioni del sistema di dialoghi non finiscono qui, poiché lo sfrutteremo anche in altri modi, come ad esempio le delicatissime situazioni che riguardano la sfera dei trasferimenti: con una buona dose di persuasione, ogni allenatore cercherà di evitare il ripetersi di situazioni "alla Amauri" convincendo il tesserato a sloggiare piuttosto che tenersi un peso morto nello spogliatoio e un contratto in più da pagare, magari di quelli pesanti e pluriennali. Sempre sul versante delle contrattazioni di calciomercato, segnaliamo un'aggiunta di importanza capitale. Fuori dal campo Infatti, nelle versioni passate di FM, spesso la trattativa per l'ingaggio di un nuovo rinforzo poteva fallire a causa di una richiesta d'ingaggio troppo elevata rispetto alla disponibilità nelle casse del club. Quando si arrivava a questo punto, il gioco raggiungeva il tipico "punto morto" da script manageriale incompleto; tuttavia, ora il provetto manager sarà in grado di bloccare l'offerta e "spalmarla" (termine estremamente in voga nel calcio italiano degli ultimi anni, data la crisi) su più stagioni, con un prolungamento del contratto. In questo modo, tutte e tre le parti otterranno il proprio obiettivo, dalla società all'allenatore fino al giocatore. Da qualche stagione a questa parte, Sports Interactive si sta poi prodigando per non far mancare un miglioramento del motore 3D per la rappresentazione delle partite, migliorata con due nuove telecamere per godersi lo spettacolo in campo. Delle due, ci ha colpito in particolar modo la Director Camera, che rende l'osservazione della partita più gradevole. I miglioramenti proposti da Sports Interactive sono molti di più rispetto a quanto i limiti di spazio ci consentano d'illustrarvi in sede di anteprima. Naturalmente, andremo ben più a fondo con la recensione recensione, prevista nei paraggi della data di rilascio, ovvero fra meno di un mese: il titolo sarà nei negozi dal 21 Ottobre. Non ci resta che invitarvi a rimanere sintonizzati, per capire se Football Manager 2012 si dimostrerà foriero di un sostanziale miglioramento o di un semplice aggiornamento.

Certezze

  • Continua il graduale potenziamento grafico della serie
  • Sports Interactive ha nuovamente tentato di migliorare in molti aspetti il gioco...

Dubbi

  • ... come sempre da verificare più attentamente mettendo alla prova la versione finale del gioco

TI POTREBBE INTERESSARE