Periferiche PSVitaIn attesa di PlayStation Vita 

Una camminata per Tokyo, qualche aneddoto e il nostro diario di viaggio in attesa di poter mettere le mani sulla nuova console portatile di Sony!

Mancano poche ore al lancio di PlayStation Vita (noi saremo nel negozio Tsutaya di Shibuya a partire dalle 6 del mattino giapponesi, apertura delle vendite alle 6.45!) e nella giornata odierna ci siamo fatti una bella camminata per le strade di Akihabara e di altri quartieri a vocazione "tecnologica", per sondare un po' il terreno sulla situazione e sui prodotti del momento. In attesa di PlayStation Vita Ma quanto è brutta questa pubblicità?!? Come noto nel paese del Sol Levante le produzioni videoludiche occupano uno spazio di maggior rilievo all'interno dei mass media e nella quotidianità dei cittadini: basti notare la quantità spropositata di pubblicità presenti in TV, nei treni e in ogni angolo di Tokyo, fino ad arrivare agli eccessi di un quartiere come Akihabara dove si viene letteralmente investiti da luci, colori e musica dedicati ai titoli del momento, con spazi giganti riservati a quelli più importanti. Per quanto poi la comunicazione non sia sempre azzeccata, si veda quella che trovate all'interno di questo articolo: con le mani girate verso il basso avrebbe avuto sicuramente più effetto, ma trasmesso un altro messaggio.

Dicembre videocentrico

Dopo aver esaurito la prima fase di preordini, Sony ha nuovamente messo in prenotazione PlayStation Vita (non sappiamo le cifre esatte, dovremmo essere tra le 500.000 e 700.000 complessive) ed infatti è possibile trovarne ancora qualcuna presso i negozi più grandi oppure in quelli più nascosti. In attesa di PlayStation Vita Altri invece le hanno esaurite mentre in generale è possibile ancora reperire tutti i giochi. In attesa di PlayStation Vita Tra i 27 di lancio ovviamente ce ne sono una buona parte assolutamente impossibile da apprezzare e da giocare per noi italiani (alcuni proprio di dubbio gusto), ma ovviamente la nostra idea è quella di accaparrarci innanzitutto Uncharted: Golden Abyss, Ridge Racer, Ultimate Marvel Vs Capcom 3 ma anche Army Corps of Hell. In attesa di PlayStation Vita C'è da dire però che proprio per i gusti estremamente diversi e variegati dei giapponesi e mentre da noi dicembre è un mese assolutamente di stanca per il mercato videoludico, da queste parti invece c'è ancora tanto fermento, le sale giochi pullulano di picchiaduro, titoli musicali e simulatori (è il momento di Tekken Tag Tournament 2, ma anche di tanti picchiaduro 2D come Acquapazza e BlazBlue), i negozi di una moltitudine di titoli in uscita. Due di questi sono di particolare interesse e non sono sfuggiti alle nostre manie da spendaccioni: stiamo parlando di Monster Hunter 3G più il Circle Pad per Nintendo 3DS e Final Fantasy XIII-2. Sotto i nostri occhi è passata anche una PlayStation 3 in edizione limitata e griffata con l'ultimo episodio del JRPG di Square Enix, e abbiamo faticato un po' prima di desistere...
In attesa di PlayStation Vita Che dire poi dell'usato? Ci sono negozi con ogni genere di prodotto pronto a far scendere più di una lacrimuccia nostalgica. In attesa di PlayStation Vita In attesa di PlayStation Vita Mentre incontravamo file di Dreamcast, Saturn, Pc Engine, Sony PlayStation e sistemi ancora più "storici", ci siamo resi conto di come associato ad ognuno di essi ci sia un particolare gioco e ricordo, nonché una passione mai scomparsa. Dulcis in fundo abbiamo fatto una capatina presso i due grattacieli giganti di Sony presenti nel quartiere di Shinagawa, in particolare al museo "The Square", una sorta di showroom estremamente stiloso dove vengono mostrate tecnologie presenti e future in sviluppo presso il produttore giapponese. In attesa di PlayStation Vita In attesa di PlayStation Vita Tra le tante abbiamo messo virtualmente le mani sulle telecamere che permettono di trasmettere le partite in 3D, quelle che hanno girato Spiderman e abbiamo visto una demo in un teatro di una proiezione in tre dimensioni su uno schermo enorme 4K. Purtroppo non era possibile riprendere ne scattare foto (tre attente signorine ci scortavano inoltre a vista), dovete quindi accontentarvi della nostra descrizione! Per il resto il Giappone è un paese che ben conosciamo dopo aver avuto la fortuna di averlo visitato più volte nel corso degli anni, dove vivono tanti eccessi positivi e negativi, dove le persone sono estremamente rispettose e timide almeno fino a che non hanno superato quella prima barriera che all'esterno sembra essere molto forte, un paese che si ama o si odia, ma che a nostro parere merita di essere visitato almeno una volta essendo straordinariamente differente dal nostro.
In attesa di PlayStation Vita In attesa di PlayStation Vita Chiudiamo con uno dei tanti aneddoti che ci sarebbero da raccontare sui giapponesi e sul Giappone: su un marciapiede di Shibuya mentre intenti a passeggiare, ci siamo imbattuti in due passaggi grandi come una vetrina (alta) di un negozio che interrompevano per pochi metri il marciapiede stesso e portavano al parcheggio del centro commerciale Seibu. Ebbene, a presidiarli c'erano cinque persone che fermavano le macchine e i pedoni all'occorrenza, con addirittura una dotata di auricolare che parlava attraverso due altoparlanti posti ai lati per avvisare i passanti!

Tutte le immagini della trasferta possono essere consultate a questo indirizzo.