Bah, io le odio le mummie!  14

Dopo una partenza beneaugurante, che ha visto l'iscrizione di oltre 750.000 giocatori nella prima settimana dall'uscita, Warhammer Online ha avuto un momento di debolezza che potrebbe passare con l'avvento della Terra dei Morti.

La Terra dei Morti sarà la prima, vera espansione di Warhammer Online: non si limiterà a correggere bug o problemi di bilanciamento e non si occuperà di inserire classi. Aggiungerà invece un'intera area geografica ispirata all'antico Egitto (la posizione nel mondo di gioco sarà in effetti l'equivalente di quella nel mondo reale), con tanto di missioni pubbliche, istance, e, in perfetto stile Warhammer, tanto PvP (l'intera area), il tutto gratuitamente, come fosse, appunto, una qualsiasi patch del gioco.
Per accedere alla nuova zona si dovranno innanzitutto raccogliere, in game, le risorse necessarie a costruire la macchina volante che trasporterà i giocatori oltremare: un evento live si occuperà di tale bisogno e la raccolta sarà gestita tramite il PvE classico negli scenari già presenti. Una volta giunti a Nehakara i giocatori si troveranno di fronte l'immensa necropoli di Zandri (livello 33/40) e la gigantesca piramide dell'antico Sovrano Avvoltoio (solo per livelli 40).

I campi base delle spedizioni saranno separati dal fiume Mortis, che divide in due parti l'intera mappa e che, come suggerisce il nome, non è proprio lo specchio d'acqua che tutti noi vorremmo attraversare in una gita: chi ci proverà, morirà infatti all'istante. L'unico modo che avranno i giocatori per raggiungere la zona avversaria sarà quello di passare attraverso l'esterno della piramide del faraone, con tutti i rischi che questo comporta in termini di incontri con mostri poco amichevoli e piuttosto potenti.
Le 18 quest che comporranno l'espansione saranno di vari livelli di difficoltà, pressochè affrontabili in solitario (alcune tra l'altro richiedono l'utilizzo di alcuni elementi in contemporanea), anche se tuttavia qualsiasi giocatore potrà senza problemi terminare i primi step di ognuna, e sopratutto, saranno "neutrali", ovvero accessibili ai membri tanto dell'una quanto dell'altra fazione, giusto per incentivare gli sconfinamenti nel territorio nemico: attenzione però che, se l'intera area sarà dominata da una fazione, il respawn point dell'altra sarà la capitale e non più il campo base (che potrà essere assediato dagli avversari, come una fortezza, e non vi saranno NPC immortali).
Le quest, una volta completate daranno, oltre alle solite ricompense, dei glifi: oggetti particolari che consentiranno di accedere a delle "tane" (tramite combinazioni specifiche) nelle quali, oltre ad un inviperito proprietario, sarà possibile trovare importanti drop, tra i quali spicca ovviamente un nuovo set di oggetti interamente dedicato all'ambientazione: indipendentemente da come finisca l'irruzione nella tana, questa si sigillerà poi per le successive 18 ore (quindi un tentativo al giorno per tana).
Mummie senzienti di faraoni e principi conducono alla guerra schiere di scheletri rianimati, carri da guerra, enormi mostri del deserto (scorpioni, sciami di insetti) sostenuti dal potere magico dei sacerdoti e affiancati da statue dotate di vita e da gigantesche creature animate dalla magia necromantica, in una corsa alla citazione (sia dalla Mummia che sopratutto da Indiana Jones) che ha ben poco a che vedere col fantasy cui siamo abituati, compreso quello di Warhammer Online: Age of Reckoning.

Solo l'uomo penitente potrà passare...

Esauriti i convenevoli all'esterno, ci si getterà dunque nella grandissima piramide, nella quale si potrà accedere a otto public quest con altrettanti boss, senza alcun obbligo né alcuna priorità: spetterà al leader del gruppo (inizialmente solo i party potranno accedere, i plotoni aspetteranno fino l'estate)

decidere quale missione affrontare. L'obiettivo finale sarà ovviamente l'ennesimo set di oggetti, quello del tiranno, che sarà tra l'altro il più potente dei set rinvenibili in PVE. Nelle varie istance all'interno, oltre al consueto numero di mob, si troveranno delle trappole perchè, in fondo, che Egitto sarebbe senza le trappole? Questi letali congegni richiederanno diversi metodi per poter essere oltrepassati, alcuni dei quali sfideranno l'improvvisazione e l'attenzione dei giocatori, e via via che si andrà avanti nel dungeon diventeranno sempre più letali. E se per caso a un gruppo della fazione opposta venisse in mente di tentare la stessa istance? Cosa succederà?
Succederà che i nuovi arrivati inizieranno a "rincorrere" gli altri, cercando di sterminarli e conquistare la vittoria finale: giusto per non rendere troppo semplici le cose ad eventuali nemici, sarà possibile riattivare le varie trappole una volta che saranno state superate.
Per ottenere la vittoria è necessario che entro 30 minuti gli invasori scaccino gli occupanti (e viceversa) ma, mentre gli attaccanti avranno come punto di respawn l'esterno della tomba, i difensori si vedranno riportare alla vita addirittura alla capitale, rendendo pressochè essenziale la presenza di un membro in grado di resuscitare i caduti.

Ripensandoci, il nostro è un enorme problema

Nel server di prova in cui abbiamo avuto la possibilità di provare dal vivo quanto descritto nei paragrafi precedenti è stato possibile apprezzare la grandiosità del lavoro svolto dai programmatori. Il nome corretto per definire l'ambiente è mastodontico, e quello per gli edifici è monumentale:

l'architettura egizia è stata rispettata, e la sensazione è quella di visitare luoghi quali la valle dei re o la piramide di Keope. Tempeste di sabbia, vento, dune e sole cocente aggiungono effetti grafici mai visti e la vastità del deserto regala una distanza visiva mai vista prima nel titolo. Le novità introdotte nella Terra dei Morti, l'epicità dell'ambientazione e i notevoli miglioramenti grafici (soprattutto a livello di effetti di rifrazione solare e distorsione visiva dovuta al calore) potrebbero dare a Warhammer Online il tocco che non gli ha permesso di mantenere l'ottimo risultato di partenza e riportarlo ai livelli cui appariva nei primi mesi di gioco: per un'espansione gratuita, non è certo un merito da poco.

CERTEZZE

  • Può dare nuova vita a Warhammer Online
  • I nuovi set sono più che promettenti

DUBBI

  • E' ancora da valutare il valore di rigiocabilità delle varie quest
  • I vecchi problemi base del gioco potrebbero restare...