Brute Force  0

Direttamente dall'E3 2003, una nuova prova su strada di Brute Force, "IL" titolo di Giugno 2003 su Xbox.

ANTEPRIMA di Andrea Moi —  26 Maggio 2003

Brute Force, attacco a Master Chief ?

Il prossimo Big in uscita su Xbox è sicuramente il titolo Digital Anvil, previsto a breve in Usa e verso metà Giugno in Europa, Brute Force è stato uno dei sorvegliati speciali dello stand Microsoft all’ E3 2003.
Visto che il titolo sarà recensito in maniera approfondita (parecchio, vista la qualità e l’importanza di “forza brutale”) questo articolo serve solo come “prima impressione “, nessuna storia raccontata, nessuna digressione su un confronto/paragone con Halo, queste poche righe hanno un fine, forse banale per qualcuno, ma probabilmente importante per altri:

fugare subito tutti i dubbi nati a causa di ritardi del gioco, oppure ad impressioni su versioni beta largamente incomplete, Brute Force è un grande titolo, ben curato, e vale tutto l’hype e l’attesa cresciuta piano piano nel corso dei mesi.

La struttura di Brute Force è ormai conosciuta, ma rispetto ad altri test fatti mesi fa l’ IA del gioco è stata fortemente migliorata, la gestione di team è in questo modo decisamente più agevole, i compagni che non vengono utilizzati sono autosufficienti e reagiscono meglio alle situazioni in cui sono lasciati, ad esempio utilizzando le loro capacità specifiche o armi secondarie come le granate per ripulire aree particolarmente affollate, tutto questo vale (però, o meno male, a vostra scelta.. ) anche per i nostri avversari...

Il controllo dei personaggi non creerà alcun problema, immediato e pratico sia nei movimenti che nell' impartire istruzioni al resto della squadra (utilizzando la croce digitale ), il design dei livelli è curatissimo e l’audio impostato sulla falsa riga di quello presente in Halo, fornisce un’atmosfera perfetta nei vari stage, sia per quello che riguarda specificamente gli effetti sonori ed ambientali, sia per la colonna sonora utilizzata.

L’ aspetto grafico non poteva essere da meno, in modalità single player non vi sono problemi di frame rate, e sono stati corretti tutti i difetti notati in altre build passate, clipping sparito, collisioni tra modelli e stage completamente fixata, le texture sono state tutte portate ad alta risoluzione, in maniera uniforme su tutta l’area dello stage e sui modelli, nota di merito agli effetti particellari ed ai modelli poligonali dei personaggi, che definire eccellenti equivale a sminuire il lavoro dei programmatori.

Non ho avuto modo di testare a fondo la parte multiplayer quindi ogni considerazione su split screen e connessioni via lan è rimandata alla recensione della versione pal, sicuramente l’implementazione del gioco via lan in cooperative è costata tempo di progettazione ma da quanto ho potuto vedere ne è valsa la pena, inoltre la possibilità di avere download aggiuntivi è ottima per garantire longevità anche dopo mesi di campagne single player e multi, peccato però per il mancato supporto ad Xbox live con il gioco online,

Questa prima impressione sul gioco è stata quindi totalmente positiva, Brute Force ha tutte le carte in regola per diventare un brand importante per la console Microsoft, l’estate videoludica su Xbox non sarà certamente noiosa, e il titolo Digital Anvil ne sarà un grande protagonista, forse il più grande...