Commandos 3: Destination BerlinCommandos 3 

In attesa di poter mettere le mani su una prima versione giocabile, scopriamo i segreti che il terzo capitolo di uno dei giochi più amati dagli appassionati di strategia: Commandos 3!

Commandos 3 Commandos 3
Commandos 3 Commandos 3

Cambio di guardia

Le redini del progetto sono passate da quelle dell’ormai ex Gonzo (eh, l’ironia dei nomi a volte, N.d.R.) a quelle di César Valencia e di Ignacio Pérez (quest’ultimo è anche l’attuale CEO della Pyro) che avevano comunque già partecipato allo sviluppo dei precedenti due titoli. Del nuovo Commandos 3, a parte la data di uscita prevista per metà 2003, si sa ancora molto poco se non che la grafica sarà ancora più curata, così come gli algoritmi di gestione della già complessa Intelligenza Artificiale saranno affinati sempre di più. Il gameplay dovrebbe quindi essere sempre quello: un riuscito mix tra azione, strategia e, perchè no, puzzle game.
Per il momento l’unica vera novità, trapelata dagli uffici dei developers Iberici, è quella che le missioni saranno unite da un filo narratore molto più forte e marcato grazie anche alla sempre maggiore importanza data al background dei personaggi ed alla loro personalità. La nuova carne al fuoco non sembra insomma poi molta, del resto non sono in pochi a pensare che squadra che vince non ci cambia, specialmente in campo videoludico. I Pyro tuttavia non ci hanno mai deluso quindi non possiamo che aspettare con impazienza la fine di questi due anni di sviluppo. Intanto deliziatevi con queste immagini esclusive.

Commandos 3 Commandos 3
Commandos 3 Commandos 3
Commandos 3 Commandos 3

In missione per la Terza volta.

"Commandos 2 is the last Commandos'', questo è quello che disse l’allora Capo Designer della serie Commandos, Gonzo Suarez Girard. ''Already we carry almost 4 years with Commandos, practically 24 Hours a day, counting the first Commandos and the extension. Now it would please us to do another thing'' (“Abbiamo sulle spalle già quattro anni di Commandos, praticamente 24 ore al giorno, contando anche il primo Commando e la sua espansione. Adesso ci farebbe piacere fare qualcos’altro", Trad.).
Sante parole, del resto anche il grande popolo degli appassionati sembrava, pur a malincuore, condividere questa visione del futuro. Se la saga “Tomb Raider” si fosse fermata al primo capitolo, del resto, non avrebbe certo attirato le “antipatie” della maggior parte degli appassionati di VideoGiochi (che,comunque bisogna ammetterlo, continuano imperterritamente a compralo).
Diversamente invece devono aver pensato i piani alti della Eidos e della stessa Pyro tanto che, all’ultima edizione dell’E3, è stato presentato uno spettacolare filmato di presentazione. Del resto fin dall’uscita del primo capitolo, nel 1998, la serie Commandos è stata particolarmente apprezzata: il solo primo Commandos ha venduto più di 1,5 milioni di copie. Questo grazie ad un comparto tecnico curatissimo e, soprattutto, a quell’idea di strategia in tempo reale che, nella sua accezione, ha sempre attirato oltre che gli strateghi più esigenti anche gli appassionati dei giochi nei quali la materia grigia non è solo un optional. Insomma non far fruttare, ennesimamente, un brand del genere sarebbe stato un vero “suicidio” commerciale.