Diario del CapitanoDiario del Capitano 

Diario del Capitano

Era mia intenzione oggi sfruttare il Diario di oggi per condividere con voi un po' di pareri su Matrix Reloaded, ma Sony ha pensato bene di scombussolarmi i piani con l'annuncio di PSX, un nuovo set top box che punta tutto sull'integrazione tra media. E' uno dei primi passi concreti di Sony nel campo degli hub multimediali e la naturale evoluzione del progetto PlayStation 2, presentata da Sony, sin dall'annuncio, più come una device multimediale che come una console vera e propria. PSX è, di fatto, tutto ciò che nel campo multimedia PS2 avrebbe dovuto essere negli iniziali piani di Sony, poi accantonati per evidenti problemi di costi: una sola device per il trattamento di media digitali dell'utente (film, videogiochi, foto, immagini, musica) con interessanti prospettive per l'e-distribuzione di contenuti (tramite l'ethernet integrata), da sempre un pallino di Sony. Al momento è inutile fare previsioni sulle possibilità di successo di un device di questo tipo, ogni giudizio è davvero troppo prematuro anche se il passato dimostra che i set top box non hanno mai avuto successo (ma i tempi non erano maturi) ed è chiaro che PSX non verrà proposta inizialmente al mainstream ma solo agli hi-tech junkies più smaliziati. C'è un fattore estremamente interessante da notare però: Sony, colpita da durissime perdite nel settore consumer electronics, sta puntando sempre più sui videogiochi, indubbiamente il settore in cui il colosso nipponico è attualmente più forte, integrando la tecnologia PS2 o elementi prettamente videoludici in varie device per fare da traino al prodotto. E con la futura PSP sarà lo stesso: alla luce dei recenti annunci è errato definire PSP una console portatile. Certo ci gireranno i giochi, e saranno uno dei pilastri portanti del progetto. Ma oltre a giocare ci ascolteremo musica, ci vedremo film, ci guarderemo le foto delle vacanze. Tre diapositive dalla presentazione Sony di oggi non mentono: #I1,2# #I3# Ora resta da vedere se Sony sarà in grado di guidare questa rivoluzione digitale, fatta di pesante integrazione tra media o fallirà come altri prima di lei. I tempi, in ogni caso, sembrano ormai essere maturi.

Mauro Fanelli, responsabile editoriale area console.

- Commenta questo Diario sul nostro Forum! -

TI POTREBBE INTERESSARE