Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Tardissima apparizione quest'oggi per queste poche deliranti righe. E' vera una cosa: gli impegni ragazzi aumentano, e gli argomenti di cui mi sono ritrovato a discutere sono poco degni per il diario di Multiplayer.it. Ci vorrebbe qualcosa di più... più... frizzantino. Vediamo un po'.
Mi viene in mente una sigla.. 3DFx.
Quando due anni fa (lo ricordo come se fosse ieri) acquisì la STB, il mio pensiero fu "i ragazzi hanno capito tutto". Ma allora sottovalutavo Nvidia e i suoi chip a licenza. In effetti i due mostri sacri della grafica hanno da due anni a questa parte percorso due strade completamente diverse: la madre delle Voodoo ha internalizzato tutti i processi produttivi, assumendono rischi e benefici, la Nvidia ha continuato a pensare allo sviluppo dei chipset e delle tecnologie, vendendole poi ai vari produttori. Oggi 3DFx annuncia che la strada percorsa negli ultimi due anni non ha dato i frutti sperati, e fa una marcia indietro sulla produzione, abbandonandola. Teoricamente ben presto potremo trovare sul mercato schede della Asus o della Creative con i chipset Voodoo (vi ricordate le mitiche Diamond Monster?). Questo cosa può significare? Forse che ognuno è bene faccia il proprio mestiere? Che l'inventore faccia l'inventore e il produttore faccia il produttore? In effetti è difficile definire una regola in questo pazzo settore che è in perenne evoluzione. Quello che ci auguriamo è che una casa storica come la 3DFx ritrovi quanto prima la sua identità, tornando a rappresentare il punto di rottura fra il passato e il futuro.