Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Data l'ora di arrivo in redazione di oggi, potete immaginare che la mia salute è tornata a migliorare. Non nascondo di aver avuto una certa preoccupazione in vista della partenza di lunedì prossimo per Los Angeles. Alla base di questa preoccupazione c'è il sistema sanitario statunitense, i cui costi sono ormai diventati un mito.
Mi ricordo ancora un racconto fatto in prima persona dallo sfortunato protagonista, programmatore di una nota software house europea, di una vicenda di "cara-sanità" in occasione della scorsa edizione dell'E3. Il narratore, durante la sua permanenza a Los Angeles, rimane vittima di un'intossicazione alimentare (non difficile date le abitudini locali). Venti giorni di permanenza presso un noto ospedale losangelino (il Cedars mi pare, ospedale che fa parte di tutta la filmografia che vi viene in mente) per curare l'intossicazione gli sono costati qualcosa come venticinque milioni di lire. Avete capito bene. Essere sprovvisti di assicurazione medica in U.S.A. equivale a spendere un patrimonio. E certamente un turista difficilmente avrà un'assicurazione medica. In effetti non so come sia andata a finire, non so se abbia pagato o meno quell'onerosissimo conto, ma certo è che ammalarsi negli States è fortemente sconsigliato.

P.s.: Guardavo pochi minuti fa i nuovi screenshot di Aliens vs Predator 2 rilasciati su AvPNews.com. La mia sensazione è che non ci siano sostanziali differenze rispetto al primo capitolo, nè dal punto di vista della grafica, nè dal punto di vista dell'approccio. Vedremo...