Diario del capitano  0

DIARIO di La Redazione  —  06 Novembre 2001

Diario del capitano

Paese straniero, rivista inglese. L'altro giorno, in mancanza d'altro, ho agguantato una copia di novembre di Wired, una delle riviste hi-tech più quotate d'oltreoceano. Perchè avrei speso quasi ventimilalire per cento pagine di pubblicità e venti di articoli? Semplice: c'era un ampio speciale su Xbox (mi raccomando non LA Xbox, Xbox è maschio), non tanto sulle solite prestazioni della macchina, sulle performance grafiche, quanto sulle modalità di produzione scelta da Microsoft: non realizzare niente in casa. Infatti ad occuparsi dell'assemblaggio e di tutte le problematiche legate alla produzione in serie è la Flextronics, multinazionale specializzata nel produrre per conto terzi beni altamente tecnologici (come i cellulari di Ericsson e Nokia). Questa scelta, che in linguaggio da management potrebbe essere definita di total outsourcing, ha permesso a Microsoft di affrontare e portare a conclusione in diciotto mesi il progetto Xbox, quando a Sony, per la PlayStation2 (realizzata completamente in casa) ci sono voluti più di tre anni.
Sebbene negli ultimi mesi, anche grazie al progetto Xboxitalia, sia andato piuttosto al dentro del mondo X, sono rimasto stupito nel leggere la perfezione del sistema: due strutture, per due continenti, una in Messico per l'America e una in Ungheria per l'Europa. Più di mille persone assunte, ventiquattrore di lavoro al giorno, sette giorni su sette, un tir carico ad ogni turno di lavoro, per sfornare Xbox a sufficienza per tutti.
L'amministratore delegato di Flextronics, Micheal Marks, è intervenuto più volte all'interno dell'articolo di Wired, con una lucidità e una freddezza disarmanti: "Se faremo un buon lavoro, e lo faremo, nel 2002 la Flextronics diventerà la prima azienda al mondo specializzata in produzione per conto terzi, con oltre venti miliardi di dollari di fatturato.". Tra le altre cose la Flextronics è anche responsabile della produzione di tutte le periferiche prodotte dalla casa di Redmond come mouse, tastiere, cuffie e quant'altro. E la qualità la conosciamo.
A quanto pare c'è un nuovo modo di diventare dei capitani di industria senza avere nemmeno un bullone in casa, e non lo sapevamo. Teniamolo presente.

Ieri è uscito il trailer di Star Wars: Episode Two - Attack of the Clones. Potevo forse non guardarlo e poi trovarlo in Area Files?