Diario del capitano  0

Diario del capitano

Colto da "vuoto cosmico", mi sono affidato al buon Lord Axl, responsabile dell'area Games di Tiscali, collega e conterraneo! Mi ha fatto notare un articolo pubblicato su GameSpy, che mi era del tutto sfuggito.
I personaggi più influenti al mondo; in quello dei videogames si intende. Una classifica pubblicata da Game Spy qualche giorno fa, che raccoglie e elenca i nomi dei personaggi che più di tutti sono stati alla ribalta nel mondo del videoludico, non facendo passare nemmeno un giorno senza che si parlasse di loro o che si giocasse ad una loro creazione. Una sorta di statistica tratta da domande, dichiarazioni e impressioni di sviluppatori, editori e responsabili delle pubbliche relazioni. Ebbene, dal punteggio concesso ad ogni risposta, è venuto fuori che in testa c'è il signor Nintendo, Shigeru Miyamoto, padre e padrone dell'espansione mondiale della Nintendo: ha aperto la filiale USA nei primi anni '80 e, tirando fuori dal cappello magico nel 1985 niente meno che Super Mario Bros, primo arcade che usciva fuori dalle dimensioni fisse dello schermo con lo scrolling laterale, aprì una nuova frontiera della progettazione. Senza dimenticare poi Zelda, altro figlio di Miyamoto.
Sul secondo gradino del podio troviamo Sid Meier, il leader del genere strategico, progenitore di tutta la serie dei Civilization, e fondatore della Microprose e della Firaxis. Al terzo posto troviamo John-Terremoto-Carmack, il Re del 3D; è a lui che si deve tutto lo sviluppo dell'accelerazione hardware degli ultimi anni, da quando fece la sua apparizione il primo Quake (ma già dal 1990 fece parlare di se con Commander Keen). Potrei continuare a lungo, nominando personaggi del calibro di Will Wright, attivo programmatore della Maxis, mente eccelsa che ha avuto la capacità di immaginarsi una vita virtuale, gestibile in modo totalmente simile alla realtà, chiamata The Sims, espansioni comprese.
Se la curiosità vi attanaglia e volete scoprire quali nomi arrivano fino al 30° posto, eccovi il link diretto all'articolo.