Empire Earth 3 - Anteprima  1

Il terzo episodio di Empire Earth è ormai prossimo al suo arrivo nei negozi. Siete pronti a riconquistare il mondo?

Battaglia per la conquista del pianeta

Una volta selezionata una delle tre civiltà, ci si ritroverà di fronte ad una pratica mappa del mondo in 3D, che ricorda molto da vicino quella di Google Earth, opportunamente divisa in regioni da conquistare. Da qui sarà possibile gestire comodamente il proprio impero per quanto riguarda economia, eserciti ed evoluzione. World Domination prevede una formula comprensiva di una fase gestionale a turni che si svolge sulla mappa globale e una in tempo reale, che consente di scendere in campo nel corso delle battaglie. I miglioramenti tecnologici e i passaggi evolutivi a seconda dei casi possono essere acquistati sia per i singoli territori, che per tutto l'impero. Per farlo, basterà semplicemente selezionare l'apposito upgrade e trascinarlo sulla regione desiderata. Le battaglie si verificano nel momento in cui si spostano gli eserciti in un territorio controllato da una fazione rivale e possono essere risolte sia automaticamente, che con l'ausilio del giocatore. In quest'ultimo caso, si disporrà dei tipici edifici deputati alla raccolta delle risorse e alla produzione di unità via via sempre più potenti. La creazione delle strutture e delle truppe è estremamente rapido, con la conseguenza che non sarà necessario attendere interminabili secondi prima che un'unità sia pronta, visto che, a patto di disporre di risorse sufficienti, queste escono istantaneamente dall'edificio. La diversificazione delle truppe è evidenziata non solo dal punto di vista estetico, ma soprattutto dalle abilità che ognuna di queste dispone. Gli occidentali ad esempio dispongono nell'età futuristica di unità capaci di creare devastanti buchi neri in grado di risucchiare al suo interno unità amiche e nemiche. I medio-orientali invece, in diverse epoche, possono rendere invisibili le proprie truppe, consentendo di effettuare tattiche e strategie complesse.

Fisica e grafica davvero belli da vedere

Anche sul fronte tecnico, Empire Earth 3 si dimostra piuttosto convincente, grazie a mappe e unità ricche di dettagli e ottimamente caratterizzate. Il motore fisico è stato ottimamente implementato e garantisce autentici spettacoli durante gli attacchi, visto che ad esempio gli edifici durante un assalto perderanno pezzi progressivamente anzichè prendere fuoco come accade nella quasi totalità degli strategici in tempo reale. Volendo tirare le somme, a poco meno di due mesi dal suo arrivo nei negozi, Empire Earth 3, senza rivoluzionare il settore, offre una miscela ben fatta di caratteristiche che hanno fatto la fortuna di diversi strategici e potrebbe risultare molto piacevole agli appassionati, sia in single che in multiplayer, dove gli sviluppatori hanno promesso un supporto costante. Appuntamento al 16 novembre per la release finale.

Qualche domanda a Mad Doc

E' stato possibile scambiare qualche parola con Eric Krasnauskas di Mad Doc Software, che ci ha illuminato su alcuni aspetti di Empire Earth 3.

Multiplayer.it: Nel corso delle battaglie, sarà possibile impossessarsi degli edifici nemici?
Eric Krasnauskas:: Sì, sarà possibile farlo utilizzando le unità di fanteria, a patto che non ci siano truppe nemiche nelle immediate vicinanze.

Multiplayer.it: Avete previsto un limite massimo di mosse a disposizione nel corso della modalità World Domination?
Eric Krasnauskas: In realtà no, sarà possibile fare tutti gli spostamenti possibili, ogni esercito può muoversi una volta sola per turno, ma alcuni di questi possono anche coprire notevoli distanze in un unico turno.

Multiplayer.it: Sono previste unità speciali o eroi?
Eric Krasnauskas: Certo, in base all'era in cui si gioca, ogni civiltà potrà disporre di eroi dotati di numerose abilità spesso uniche, capaci di dare il loro peso nel corso di una partita. Alcuni eroi possono ad esempio migliorare la produttività, altri eseguire particolari attacchi e così via.

Multiplayer.it: La mappa in World Domination viene generata in maniera casuale?
Eric Krasnauskas: Nel corso del single player no, ma l'editor integrato nel gioco consentirà a tutti di poter creare delle nuove mappe sia per la World Domination che per le battaglie in tempo reale.

Multiplayer.it: Nel corso delle battaglie, cosa dobbiamo aspettarci dall'intelligenza artificiale delle truppe comandate dal PC?
Eric Krasnauskas: A seconda della situazione e della civiltà, l'intelligenza artificiale opterà per diversi approcci, privilegiando di volta in volta attacchi con grossi quantitativi di unità nelle prime fasi, oppure puntando ad attaccare quando avrà sviluppato le truppe più avanzate.

La serie di strategici in tempo reale di Empire Earth, sin dalla sua prima apparizione risalente al 2001, si è distinta nel settore non solo per l'ampio arco temporale che ricopre, ma anche per la struttura di gioco solida e un'interfaccia tra le più pratiche, capace di offrire in single e in multiplayer, un controllo pressocché totale della mappa. Col tempo, la serie si è evoluta, concentrandosi su precisi periodi storici, anziché "disperdersi" dalla preistoria alle nanotecnologie, arrivando adesso a cinque bellicose epoche ben definite. Queste sono: classica, medievale, coloniale, moderna e futuristica. Lo stesso genere di trattamento lo ha subito anche il numero di civiltà, adesso ridotto a tre: orientali, medio-orientali ed occidentali. Ognuna di queste per quanto disponga del medesimo meccanismo di raccolta delle risorse, è stata ottimamente differenziata dalla altre grazie a unità e tecnologie tutte da scoprire. Empire Earth 3 presenta tre modalità di gioco quali la World Domination, lo skirmish e il multiplayer. La prima costituisce sicuramente la novità più importante di questo nuovo episodio.