Far Cry Instincts Predator - Hands on  0

Jack Carver arriva su Xbox 360 in una nuova edizione di Far Cry Instincts: Predator! La giungla di Ubisoft si fa ancora più densa e il paradiso tropicale diventa una trappola mortale come mai vista prima d'ora!

Istinti di un predatore.

Il fascino di un posto sperduto e meraviglioso, il classico abbinamento tra accoglienza estetica e pericolo incombente che si ripete e funziona sempre, ancora di più quando si ha a disposizione un motore grafico come quello di Far Cry. Motore che, grazie al restyling reso possibile da Xbox 360, si fa ancora più prestante per dare vita nuovamente alle avventure di Jack Carver. L’inizio è lo stesso di Instincts con l’assalto sulla spiaggia, il rapimento di una bella ragazza portata via in elicottero e i primi passi incerti sulla sabbia. Solo che questa volta il mare è come mai s’era visto prima. Onde poligonali che s’infrangono sul bagnasciuga che, insieme agli shader, riescono a dare vita ad un vero e proprio paradiso tropicale. L’HDR contribuisce a rendere il bagliore del sole e i 60 fps costanti tengono ben netto il confine tra le precedenti versioni di Far Cry e questa nuova incarnazione. Mappe più vaste, che si aprono in mezzo alla giungla e si fanno osservare dall’alto di dirupi sempre pronte ad offrire una strada alternativa a quella più ovvia, solo che rispetto a prima la vegetazione è molto più densa e gli agguati dei nemici si fanno più imprevedibili.

Onde poligonali che s’infrangono sul bagnasciuga che, insieme agli shader, riescono a dare vita ad un vero e proprio paradiso tropicale

Istinti di un predatore.

Davvero questa è la cosa che maggiormente colpisce giocando, l’impossibilità di vedere i movimenti degli avversari nascosti tra le piante e gli alberi che popolano le foreste, aggiungendo un pizzico di strategia che era venuto a mancare nel capitolo Xbox. Altrettante migliorie non sembrano essere state apportate ai modelli poligonali dei mercenari o alle loro animazioni, che sono sostanzialmente invariate rispetto alla versione Xbox, e le jeep, i mezzi e le barche hanno carrozzerie prive d’effetti di rifrazione degni di nota, ma sicuramente la versione finale verrà ulteriormente limata sotto questo profilo. Certo è che, quando ci si mette alla guida delle diverse imbarcazioni per gettarsi nei canali affogati nel verde e con i soldati che spuntano fuori all’improvviso appostati su ponti di legno o ai piedi di palafitte e cascate, la sensazione di coinvolgimento è totale, aiutata anche da alcuni tramonti ruffiani che fanno brillare la massa liquida che permea ogni pixel, appena possibile, in tutto il suo splendore. Sembra quasi che il motore poligonale del gioco non sia partito da zero per arrivare su Xbox 360, ma le aggiunte apportate da Ubisoft, in certi frangenti, hanno del sorprendente.

Critiche feroci.

Le critiche più aspre mosse a Far Cry Instincts da parte di alcuni giocatori erano quelle di chi, non limitandosi a godere dei poteri ferini e della fantastica ambientazione, non poteva fare a meno di notare i difetti di un’intelligenza artificiale non proprio evoluta e quelli dovuti ad un livello di difficoltà tutt’altro che insormontabile. Ubisoft, dalla prova dei tre lunghi livelli presenti nella demo, sembra aver corretto il tiro, ed in più frangenti ci siamo ritrovati a dover ripercorrere brevi pezzi di strada che ci separavano da un checkpoint perché, inevitabilmente, eliminati dagli avversari. Questi sembrano essere molto più reattivi, muovendosi in gruppo, ancora con qualche incertezza, ma abbozzando anche tattiche e strategie d’avvicinamento e accerchiamento, ben visibili nei momenti in cui ci si apposta dietro rocce o casse di legno in attesa del momento più propizio per attaccare. Anche la difficoltà sembra essere stata ritoccata, costringendoci ad un approccio guardingo e ad un'attenta esplorazione delle mappe per riuscire a scovare scorciaotie e strade più sicure per arrivare alla metà. Ovviamente, queste sono solo prime impressioni in attesa di un test più approfondito, ma sembrano esserci le premesse per una bella sorpresa.

Guardinghi alla meta

Dalle prime immagini diffuse, Far Cry Instincts Predator ha fatto parecchia strada e, seppur non spettacolare come l’appena pubblicato Ghost Recon Advanced Warfighter, in più momenti di questo primo approccio ha fatto sì che rimanessimo piacevolmente stupiti. Ovviamente, però, questo non può essere il solo motivo che potrà spingere all’acquisto della versione finale, ma Ubisoft sembra aver preso nota delle critiche mosse al gioco in versione Xbox, lavorando sull’intelligenza artificiale e, soprattutto, sul livello di difficoltà che ora sembra più calibrato e che, nella versione definitiva, sarà anche selezionabile.

la difficoltà sembra essere stata ritoccata, costringendoci ad un approccio guardingo e ad un'attenta esplorazione delle mappe

Guardinghi alla meta

A tutti questi elementi vanno aggiunti quelli che erano già gli aspetti positivi, ovvero il buon multiplayer online e l’editor delle mappe, che potranno essere trasportate dalla versione Xbox, intatte. Di sicuro, Predator sembra essere un ottimo punto di partenza per tutti quelli che ancora non hanno avuto a che fare con Far Cry, che, nonostante il passare degli anni, fatica ad invecchiare. Merito, sicuramente, dell’ottima base di partenza e delle continue aggiunte che Ubisoft sta apportando alla miscela di base. A questo punto non resta che attendere la versione definitiva, per capire quanto ci sia di buono in quest’altro piatto next generation della software house francese. Restate sintonizzati, verso il 20 di Marzo Far Cry Instincts Predator arriverà nei negozi e sulle pagine di Multiplayer.it con la nostra recensione!

Acqua Nextgen

Più volte nel corso di queste hands on abbiamo fatto riferimento a come i programmatori siano riusciti a rendere l'oceano di Far Cry un vero spettacolo per gli occhi. Il miglior modo per farvene rendere conto è quello di invitarvi alla visione di questo filmato, che riproduce alcune sequenze di gioco e, appunto, alcuni scorci d'oceano perfetti per chiarirvi le idee ed aiutarci a farvi capire di cosa stiamo parlando.

Uno degli ultimi botti in esclusiva di Xbox nel campo degli Fps è stato Far Cry Instincts di Ubisoft Montreal. Non solo una conversione dell’originale per PC di Crytek, ma un vero e proprio gioco nuovo con l’introduzione dei poteri ferali e dei livelli disegnati appositamente per sfruttare la console su cui era destinato a girare. Ubisoft prosegue anche con Far Cry il suo assalto alla next generation di Xbox 360 con una nuova versione di Far Cry Instincts, denominata Predator, ed anche in questo caso non si tratta di un mero port, ma di un’estensione del gioco. Nuovi livelli, un mix tra l’originale PC ed un nuovo adattamento del già ottimo motore grafico che, se pur non colpisce come quello di Ghost Recon Advance Warfighter, si fa notare per un buon utilizzo del nuovo hardware, che ci ha fatto giocare con entusiasmo la beta inviataci dalla software house francese.