[GC 2005] Conferenza Konami: Kojima Show  0

Konami si presenta alla Game Convention a riscuotere successi e a presentare nuovi titoli e progetti. Un Kojima in splendida forma inizia anche a parlare di Metal Gear Solid 4...

Rumble Rose XX

La prima volta che ci siamo accorti dell’esistenza della serie Rumble Roses era all’E3 di due anni fa, quando, passando per lo stand Konami, ci siamo imbattuti in un ring sul quale due avvenenti ragazze se le davano di santa ragione. Accaldate dai riflettori e dalla folla stipata tutto intorno, le due combattenti provavano a rendere l’idea viva di questo wrestling goliardico e squisitamente dedicato al pubblico di sesso maschile, senza eccedere in cattivo gusto, ovviamente. Dopo l’esordio su PlayStation 2, la serie rappresenta l’esordio della casa nipponica su Xbox 360 e, se da un lato rappresenta poco più di un titolo di nicchia, dall’altro è comunque un inizio e la prova dell’intento di portare titoli originali anche in casa Microsoft. La presentazione si è limitata ad un nuovo filmato di due protagoniste sempre più discinte, con i tipici dettagli che ci si aspettano da un gioco next generation, ma, francamente, non c’era niente di particolarmente emozionante. Tutt’altro.

Pro Evolution Soccer 5

Decisamente diversa l’atmosfera che si è create al momento di parlare di Pro Evolution Soccer 5, in uscita per tutte le console casalinghe, PC e PSP e con il supporto online oramai consolidato (tranne che sulla portatile Sony che si limita al gioco in Wifi e 1 vs 1 ndr). A presentarlo alla stampa, è stato Shingo Takatsuka, produttore di PES, vero appassionato di calcio e dell’Inter, che per la prima volta è volato in Europa per motivi che non fossero legati a partite e quant’altro sia legato al mondo dello sport più amato in Italia. La versione di quest’anno è un ulteriore passo in avanti con nuove animazioni, nuovi colpi a disposizione dei giocatori e, soprattutto, con un lavoro certosino svolto per migliorare l’intelligenza artificiale dei calciatori mossi dalla CPU. Lo scopo era quello di fare in modo che non solo questi reagissero alle azioni e alle scelte del giocatore, ma che fossero in grado di agire autonomamente e impostare un loro modo di giocare. Ovviamente, la stella della presentazione è la bella versione per PSP, finalmente giocabile e in splendida forma, di cui trovate qui (LINK) una descrizione e, soprattutto, cinque minuti di filmato inedito. Vale la pena, dato che con PES 5 la portatile di casa Sony mostra davvero le unghie. Prima di lasciare il palco, Takatsuka ha annunciato l’intenzione di portare PES sulle console next generation, a partire dal prossimo anno, e che i lavori sulla versione per Xbox 360 sono già iniziati.

Hideo Kojima Show!

Konami e Metal Gear Solid, un binomio da milioni di copie, un gioco che dai tempi di PSOne porta avanti i limiti tecnologici delle console di casa Sony. Dopo il controverso secondo episodio, Kojima ha ribadito la bontà dei suoi personaggi con il magnifico Metal Gear Solid 3 Snake Eater, che ora si fa Metal Gear Solid 3 Subsistence e sbarca nella grande rete con la possibilità del gioco in multiplayer online e su PlayStation 2. Un lungo trailer, realizzato in esclusiva per la GC 2005, ha accompagnato l’esordio della saga nel mondo del multiplayer online con sequenze cariche di spettacolarità ed ironia, senza dimenticare che nel gioco sono inclusi l’originale MGS per PSX e MGS 2. Venendo al gioco in rete, due squadre, capitanate dai personaggi storici della serie, si muovevano sulle prime cinque mappe mostrate, lanciandosi da palazzi, nascondendosi tra piante e alberi, con una dinamicità inconsueta per MGS e con veloci balzi in ogni angolo dello schermo. Grande importanza sembra anche rivestire la componente costituita dai combattimenti corpo a corpo, con una grande cura nelle mosse e contromosse eseguibili. Ovviamente non sono mancate piccole chicche come un Solid Snake che passa acquattato davanti alla sua squadra, impugnando una rivista per soli uomini, o come le classiche scene dei soldati nascosti dentro a scatole di cartone, tutti in fila dietro a Snake come tante piccole anatre un po’ goffe. Cosmesi a parte, c’è stato anche il tempo di parlare delle modalità di gioco in rete che sono cinque. A parte i classici Deathmatch e Team Death Match, la personalità del designer nipponico dovrebbe emergere nelle altre che comprendono una modalità in cui i due team devono contendersi un oggetto nascosto nel fondale, una in cui una squadra deve nascondere e difendere un item dagli assalti degli avversari e, infine quella più originale, in cui uno dei partecipanti assume le sembianze di Solid Snake e tutta la squadra lo deve aiutare nel realizzare un obiettivo, muovendosi nelle mappe usando tutte le più diverse tecniche stealth.

Hideo Kojima Show!

Metal Gear Solid Acid è uno spin off, una digressione dalla serie principale e, soprattutto, dalle meccaniche classiche dello stealth game in cui si muove abitualmente Solid Snake. Kojima ha parlato delle difficoltà di realizzare un action al livello delle sue creature su PSP e della maggiore facilità di produrre un gioco strategico in tempo reale, che sfruttasse appieno le caratteristiche di una console portatile. L’atmosfera è la stessa di sempre, così come lo stile e la cura nella realizzazione e il suo creatore si augura di bissare il successo ottenuto in Giappone e USA, orgoglioso del fatto della ventata d’originalità che MGS Acid porta nella line up di lancio di PSP e delle sue caratteristiche uniche fin dal primo Settembre prossimo.

Hideo Kojima Show!

Alla fine un sussulto… Metal Gear Solid 4. Possibile che fossero vere le voci di una prima presentazione del prossimo capitolo della serie qui a Lipisa? Impossibile, ed infatti Kojima si è limitato ad introdurre il gioco, il tema che l’attraverserà e la piattaforma su cui farà la sua apparizione, PlayStation 3. Il concetto alla base del gioco sarà “Nessun posto dove nascondersi” con un’evidente riaffermazione della natura stealth delle avventure di Solid Snake, che tornerà protagonista. L’ambientazione sarà quella del mondo dopo gli avvenimenti di MGS 2, di cui sarà un vero e proprio seguito, e ci sarà il ritorno dei personaggi più famosi, come Meryl, Otacon e Ocelot, e della modalità di gioco online. Purtroppo, nessun’altra informazione è stata rilasciata e il mitico Kojima ha dato a tutti appuntamento al prossimo Tokyo Game Show. Inutile dire che noi di Multiplayer.it saremo presenti e in prima fila.

Ricorderemo per molto tempo il volto di Kunio Neo, presidente di Konami of Europe, dato che è stato il suo sorriso, aiutato dai successi continui della company qui da noi, ad accoglierci per primo alla Game Conference di Lipsia. Neanche il tempo di orientarci e ci siamo trovati seduti in un piccolo teatro allestito per presentare tutte le novità della storica softco giapponese. L’occasione è importante, PES 5 è alle porte ed è il momento di riscuotere gli allori di un successo sempre più importante per la serie, ma è anche l’occasione di presentarsi ai fan con i nuovi episodi della vita di Solid Snake. In realtà, infatti, la conferenza si è presto trasformata in un Kojima show che, istrionico e pieno d’ironia, ha illustrato le doti delle sue nuove creature, a partire da Metal Gear Acid per PSP e Metal Gear Solid 3 Subsistence per PS2, fino ad arrivare ai primi dettagli di Metal Gear Solid 4 per PlayStation 3. C’è stato spazio anche per Xbox 360 con Rumble Roses Double X, a conferma dell’attenzione di Konami per tutte le next generation console, ma è indubbio che i rapporti con Sony restano strettissimi e ricchi di esclusive importanti.