La magia di Final Fantasy anche online  27

L'undicesimo capitolo della fantasia finale non è più solo, la famosa saga di Square Enix ritorna online!

Quando Final Fantasy XIV è stato annunciato durante la conferenza Sony, si pensava inizialmente fosse uno scherzo, mentre tra l'incredulità generale della folla veniva invece mostrato proprio il filmato del suo annuncio. Questo perchè la saga, a questo giro di console, ha subito un brusco rallentamento nel suo sviluppo, basti pensare al tredicesimo capitolo che vedrà la sua uscita il prossimo anno dopo diversi di gestazione.

Final Fantasy XIV è quindi realtà e, di nuovo incredibilmente, dovrebbe fare la sua apparizione in contemporanea mondiale su PC e PlayStation 3, tradotto anche in Francese e Tedesco oltre che Inglese e Giapponese, entro il 2010 e forse pure con i server condivisi tra una piattaforma e l'altra. Informazioni shockanti se vogliamo e da prendere con le pinze, ma nel frattempo siamo stati partecipi di una sessione di domande e risposte con parte dello staff e il vice presidente Shinju Hashimoto, che hanno rilasciato nuove informazioni.

Insieme in rete

Innanzitutto, come precisato da Hashimoto stesso, non è da escludere una versione per Xbox 360, anche se presumibilmente postuma nel caso non venisse annunciata a tempo debito. Gli sviluppatori alle spalle del titolo sono gli stessi che hanno lavorato a Final Fantasy XI, primo episodio online della saga, e come da tradizione questo quattordicesimo capitolo sarà un qualcosa di completamente nuovo, sia dal punto di vista dell'impostazione che dell'ambientazione. L'unico punto di contatto è rappresentato dal character design, che ricorda il precedente, ma tutto il resto è nuovo di zecca, nonostante il titolo oramai sia in cantiere da qualche anno.
Le domande su come sarà il job system piuttosto che la progressione del personaggio sono state tante, purtroppo come da copione le risposte molte di meno, ma almeno abbiamo appreso che è precisa volontà da parte dello sviluppatore nipponico di rendere il titolo decisamente più accessibile rispetto al passato. Final Fantasy XI è infatti molto orientato verso lunghe sessioni di gioco, e dopo un certo numero di livelli iniziali, è unicamente fruibile se giocato pesantemente in party, con tutti i pregi e i difetti che ne derivano. A detta di Hashimoto, questo quattordicesimo capitolo potrà essere affrontato sia da soli che in gruppo, non necessiterà di ore per essere apprezzato e proporrà un sistema di evoluzione del personaggio molto più avanzato e naturale, così come un nuovo tipo di job system, per segnare un punto di rottura verso il passato e dopo aver fatto tesoro dell'esperienza avuta col primo capitolo online della saga. Pur avendo alcuni difetti abbastanza fastidiosi ed oggettivi, l'undicesimo capitolo è stato infatti piuttosto apprezzato, anche e soprattutto dal punto di vista tecnico e della cura riposta nella sua realizzazione, con una Vana'diel assolutamente eccezionale come caratterizzazione e ben vivida nei ricordi di chi lo ha giocato. Purtroppo tutto quello che abbiamo fino a questo punto di Final Fantasy XIV è rappresentato dal trailer che potete vedere in questo articolo, i programmatori hanno assicurato che alcune sequenze tra quelle mostrate sono in tempo reale, e che il gioco non passerà inosservato sotto il profilo tecnico. Presumibilmente vedremo qualcosa di più al prossimo Tokyo Game Show in programma per fine Settembre, nel frattempo chi ha apprezzato il precedente capitolo online, che comunque continuerà ad essere supportato (Hashimoto ha assicurato che sono già pronti contenuti per almeno un anno), può cominciare a sognare di uno nuovo che goda della stessa cura e qualità artistica, e che sia al contempo più accessibile e al passo con i tempi.

CERTEZZE

  • Mondo di gioco vasto e affascinante
  • Comparto tecnico
  • Gameplay accessibile e profondo allo stesso tempo

DUBBI

  • Relativa inseperienza di Square Enix
  • Reali novità e differenze per il genere