Un nuovo volante dal look spaziale plana sul pianeta Playstation: atterraggio regolare o di fortuna? Gozzer ha pilotato questo nuovo accessorio e dalla scatola nera ne è emerso questo resoconto...

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

La potenza è nulla senza controllo?

La prova è stata effettuata con GT3 solamente, visto che la varietà di vetture con caratteristiche diverse a disposizione poteva offrire un buon test. Ergonomicamente parlando, la prima volta che si impugna il volante in gara, vengono spazzati via i dubbi che nascono spontanei, vista la strana forma della periferica. Più che una macchina sportiva si ha l’impressione di essere alla guida di un autobus, comunque tutti i pulsanti presenti si raggiungono comodamente, peccato per i tasti L e R, che non sono presenti sotto forma di cambio a farfalla, ma come semplici bottoni. Giocando si nota subito il grande angolo di sterzata, ma la non sempre precisa risposta di esso ai comandi impartiti. Mi spiego: superando di poco ( come angolo ) la piccola correzione di sterzo, la vettura tende ad andare per la tangente e con fatica la si riporta in carreggiata. Allora come si risolve questo problema? Vista l’impossibilità di ulteriori calibrazioni del volante, si andrà ad agire a livello software, direttamente nelle impostazioni della vettura. Dopo un attento settaggio della macchina, atta a renderla più legnosa e meno tendente a sbandamenti vari, vedremo che le nostre fatiche saranno ripagate. Le correzioni saranno più efficaci e scompariranno i momenti in cui il volante interpreta una sterzata decisa come una voglia matta di girare in tondo. Comunque alla base di tutto ciò, vi è sempre dell’allenamento e della pratica costante. Il prodotto Logic 3 perdona realmente poco al pilota inesperto, e le prime volte che si impugna il disco, perché di disco si tratta, si avranno grosse difficoltà compiere giri decenti. Poco fruibili sono invece i pedali, che per due motivi, ridottissime dimensioni e scarsa capacità di parzializzare gas e freno, perdono la sfida con i tasti analogici del pad della Ps2. La vibrazione è del tutto insufficiente. Si avverte il rumore del solenoide che vibra, ma poco l’impatto di dossi e cordoli.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Ai box...

In definitiva il Top Drive Space Wheel dimostra di essere un prodotto discreto: non si perde nella miriade di periferiche compatibili PS2/one, ma non entra però nemmeno nei top di categoria. È un buon prodotto medio, afflitto però da problemi di immediatezza e di appeal a prima vista. Ripeto, solo costanza e pratica garantiscono risultati. Giocando distrattamente lo si apprezza poco.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Ai box...

4

Aerodinamica e controllo

Il prodotto della Logic 3 colpisce subito per il suo peculiare aspetto: una sorta di nero manubrio da palestra, ibridato con il disco di Tron, mancano solo lucine e led multicolori. Più prosaicamente possiamo dire che questa periferica gode di un aspetto realmente originale: due frisbee sovrapposti, con il superiore inclinabile che nasconde nel dorso i tasti L e R del classico pad. I due “pedali” abbracciano anch’essi la stessa voglia di design del volante: niente a che vedere con la realtà, ma due piccoli cerchi/pulsanti per gas e freno. Ecco come si presenta il prodotto. L’istallazione di esso è semplicissima, non occorrono settaggi infiniti, basta collegare il volante alla porta 1 del pad ( niente USB quindi), lasciarlo in posizione neutra sino alla schermata principale del titolo, e questo come per magia si autoconfigurerà da solo. Fatto. Non resta che iniziare a giocare. Aggiungiamo inoltre che il volante dispone di effetti di vibrazione.