Animal Crossing: Let's Go to the CityPopulation Growing, Parte Quarta: Online, ma Offline 

La quarta parte del nostro specialone: l'importanza della posta e la comunità mondiale!

Caro Amico ti Scrivo...

Anche se l'aspetto "collezionistico" di questo gioco verrà analizzato in seguito, è molto importante capire perché le comunità sulla rete dedicate ad Animal Crossing siano in continua espansione. Ebbene, un aspetto interessantissimo risiede proprio nella possibilità da parte di tutti i giocatori di comunicare con i propri concittadini mediante un efficientissimo servizio postale: Pelly, Phillis e Pete non mancheranno di recapitare le lettere che spedirete ai vostri amici animali, ed una semplice ma efficace routine di intelligenza artificiale propria di ciascun personaggio permetterà di ricevere anche delle risposte, con tanto di commenti positivi o negativi alle frasi da voi scritte e, nei casi più fortunati, anche dei simpatici regali allegati; talvolta saranno gli stessi animali che, in preda a crisi di solitudine, vi chiederanno di spedir loro una lettera di conforto, ma il più delle volte sarà il vostro stesso buon senso a spingervi a prendere in mano carta e penna virtuali per scrivere qualche amichevole riga ad un vostro amico.

Population Growing, Parte Quarta: Online, ma Offline

Caro Amico ti Scrivo...

Inizialmente i risultati potrebbero essere deludenti, con i nostri vicini di casa che risponderanno malamente perché incapaci di interpretare le missive, ma facendo un po' di pratica e prestando maggiore attenzione alla grammatica e alla struttura stessa di ogni composizione, la posta si rivelerà uno strumento indispensabile per rinsaldare amicizie o, perché no, anche per allontanare personaggi indesiderati. Non c'è limite all'umana perfidia...
E aggiungete anche che le lettere possono aiutarvi a guadagnare non pochi soldi senza grandi sforzi: se siete appassionati di archeologia, non mancate di scavare spesso nei punti giusti, e spedite al Museo cittadino i fossili che porterete alla luce: Tom Nook paga molto bene questi pezzi rari, anche se l'amore per la cultura dovrebbe suggerirvi di donarli spontaneamente al Museo stesso. Ma, si sa, il conto in banca molto spesso è più importante...

Population Growing, Parte Quarta: Online, ma Offline

Definire Animal Crossing un "community game" vuol dire allargare i confini del gioco oltre il joypad del giocatore singolo, e proporre un’interazione molto profonda con altri utenti anche molto distanti. Molto interessante, ma come realizzare tutto ciò senza una modalità online? Semplice, bastano le password: mediante un codice generato da Tom Nook, ogni giocatore potrà spedire ad ogni altro Crosser in giro per il globo un qualsiasi oggetto, gadget, modellino e quant'altro... Inutile dire che il Grande Web, mettendo in rapido contatto ogni navigatore, permette uno scambio di dati su vastissima scala.

Population Growing, Parte Quarta: Online, ma Offline

Il resto è storia nota: comunità di giocatori che si riuniscono attorno a "piazze virtuali" per scambiare fra loro oggetti che in altri villaggi non compaiono, e nel contempo condividono esperienze e scambiano opinioni su mondi sempre diversi da villaggio a villaggio... La stessa Nintendo, mediante il sito ufficiale (Animal Crossing.com) offre un supporto molto completo all’intera comunità, senza mancare di dispensare utili consigli e regali speciali per tutti gli aficionados. Non si tratta di certo dell'unico sito web ad elevata interazione, e se aggiungiamo gli innumerevoli Forum e board di discussioni che raccolgono utenti di ciascun paese in cui Animal Crossing ha fatto breccia, il totale degli utenti che partecipano ad una tale comunità virtuale è assai considerevole, e la comunità stessa molto affiatata nonostante le inevitabili differenze portate dalla distanza e dalle diverse situazioni di gioco.
In questo senso i programmatori sono riusciti in un compito tutt'altro che semplice, ovvero quello di riuscire a stupire il giocatore, e di spingerlo ad aggregarsi per creare un unico, immenso, villaggio globale nel vero senso del termine.


Population: Growing! - Speciale Animal Crossing

Prima Parte: First Impact
Seconda Parte: Animal House
Terza Parte: Vivere!
Quarta Parte: Online, ma Offline!
Quinta Parte: Ce l'ho, ce l'ho, mi Manca...
Sesta Parte: Trainspotting
Settima Parte: Saturday NES Fever
Ottava Parte: GBA Tuttofare
Nona Parte: O si Odia, o si Ama
Decima Parte: Il Futuro è Vicino!

Animal Crossing è un gioco enorme, complesso, una vera e propria vita virtuale, e adesso che anche i giocatori PAL, grazie al FreeLoader, possono usufruire di un tale pezzo di software, ci è sembrato giusto dedicare al Communication Game di Miyamoto uno speciale.

Dieci capitoli in cui il nostro Filippo Ferrari sviscererà per bene i dieci aspetti più salienti del gioco, una guida per i turisti di Animal Crossing, perché la vita è dura ed avere un po' d'aiuto non fa mai male!


Capitolo 4: Online, ma Offline
Nonostante Animal Crossing non supporti alcun tipo di connessione ad Internet, né abbia una modalità multiplayer, di fatto l'interazione e lo scambio di esperienze tra gli utenti sparsi per tutto il globo è molto più forte di quanto non si pensi.
Proprio perché ogni città generata (compresi gli abitanti che vi risiedono) è unica nel suo genere, anche ogni giocatore vivrà esperienze molto differenti da tutti gli altri.

TI POTREBBE INTERESSARE